CORRIERI DELLE PWOLI1 Toritto i7, Festa dei SS. Protettori. — (Minosse.) Sabato, ieri e oggi, ecco tre gioroi di festa cbe qua si son fatti ia omaggio ai SS. Protettori; tre lunghi giorni, se tiensi conto di gran parte della notte assorbita dai pubblici divertimeoti. La Deputazione, stante l'annata misera, si è data molto da fare per raccogliere l'obolo richiesto dai bisogno, e ci ha fatto godere di buone feste. Ci son passate dinanzi quattro ordinate processioni, di cui una lunghissima e bellissima, quella dei tradizionale carro della madonna delle grazie; la nostra vista è stata allietata da modeste ma splendide luminarie; le tre bande musicali di Tortilo, Triggiano e Bitonto dei piccolini) hanno suonato mirabilmente, si Mono incendiati dei fuochi pirotecnici svariaticimi e indovinati specialmente per vivacità di colori, e bruciate delle batterie pirotecniche fragorose ai punto da stordire addirittura; si sono innalzati di bei grossi palloni, e graziogissimi palloncini. Non si é deplorata alcuna disgrazia, se si eccettui una forte contusione alla gamba di ito popolano causata dallo scoppio di un razzo. L'ordine pubblico ndn è stato menomamente turbato; e ha destato <?ommo entusiasmo patriottico, senza reazione di sorta alcuna, la breccia di Porta Pia del mae stro della Cese, opportunamente sonata dalla banda di Bitonto. Mola di Bari 17. — Feste cittadine. — (Saturnine). Anche quest'anno le tradizionali feste dell'Addolorata di settembre sono riuscite per bene con concorso molto numeroso. Abbiamo avute due buone bande musicali, Noci e Sava, e «pecie quella di Noci ba riscosso il plauso generale, nell'eseguire uno sceltissimo programma di musici classica e moderna, confermandosi ancora una volta una delle buone bande iella nostra provincia. Il discorso panegirico pronunciato dall'egregio Sacerdote D. Ti lo Zaccaria da Ostuni è stato molto ammirato : riuscitissime le sacre funzioni celebratasi con gran pompa, essendo intervenuti i ciechi di Garavaggio da Napoli. Scelti fuochi pirotecnici chiusero le feste. Biscegtie i7. — Fiori d'Arancio. — (Sveva). L'altro ieri ebbero luogo le auspicale nozze della gentilissima signorina Maria Tripputi con l'esimio Dott. Francesco Albanese. Compare dell'anello fu quell'egregio gentiluomo ch'e il Cav. Bartolo Caprioli, già sindaco di Bisceglie. Oli spcwi sono già partiti per Roma. Augurii di eterna prosperità! Bitonto iS. — Note varie. — (G.) Ieri l'altro ha fatto ritorno da Gioia del Colle U nostro battaglione del 16. reggimento fanteria, comandato dal valoroso maggiore Angelom. Fra giorni il comandante parte in licenza ed assume il comando il capitano anziano Gallano Losito. — 1 funerali del nostro Sovrano Umberto 1. avranno luogo nella prossima settimana. Si è atteso fin ora, perché si attendeva il ritorno dei soldati dal campo. — NeU'nltima mia vi scrissi che l'ispettore delle guardie campestri Cannone con un colpo di fucile freddò un noto pregiudicalo e ladro di campagna. Costituitosi spontaneamente a questi RR. CC. fu condotto in carcere. Ieri l'altro in Camera di consiglio fu assoluto per inesistenza di reato. La notizia fece ottima impressione nella cittadinanza. — Raccomandiamo ali' assessore alla P. U. avv. Scivittaro di non far più vendere la carne sotto il porticato delle R Poste. Quel luogo si è trasformato in nna pubblica beccheria. E dire in un sito prìocipalisaimo della città dove capitano centinaia di forestieri e cittadini al giorno. — E' bandito il concorso pel segretario capo al nostro Municipio. Sannicandro 18. — Omicidio — Oggi alle oro 5, 10 contrada Ramiglìano, De Piolo Domenico fu Giacomo, ha ucciso con colpi di rivoltella e pugnale, per Tecchi rancori, Roscigni Giuseppe di Vito Leonardo. L'omicida è latitante. DALLA PROVINCIA DI FOGGIA Corriere Foggiano Foggia iS. — Pel XX Settembre — (Ferose) Un comitato, a Cerignola, composto dai signori avv. Natale Labia, professor Alfredo Caradonna, Vincenzo di Bisceglie, Attilio Salminci, Saverio Cibelli, Alfredo D'Alessandi 0, Alfredo Reibaldi ed Andrea Ruocco, commemorerà, giovedì prossimo, il fausto avvenimenso della breccia di Porta Pia con solenni festeggiamenti. Prenderà parte anche alla patriottica commemoratone la nostra società dei Reduci delle Patrie Battaglie e dell'esercito col vessillo e con un imponente numero di soci. — 11 35. Reggimento Fanteria destinalo di guarnigioni) a Foggia, sarà qui il 23. — La nostra scuola professionale di Altamura alla mostra di Bari ha ottenuto il grande diploma d'onore. I nostri rallegramenti. Cerignola Ì7,~ Pel XX Settembre — (Leader, — L'indignazione prodotta, in questa città dalle mene sovversive dei cleAPPKND. DEL CoBRIKKJB DELLE PUGLIE ( 42 ) Arthur Arnould II BIGLIETTO DA MILLE Centinuaz. « fine del « Delitto del dottore » (Proprietà Letteraria) — Mio padre ! Un assassino !... ab no ! è impossibile ! esclamò la giovane con indignazione. E' ciò che io gli ho detto, signora, ma l'uomo h;« aggiunto con tono che non ammetteva replica: Può essere che ciò sembri impossibile, ma le prove che si aggravano sul dottore sono cosi schiaccianti, cosi nette, cosi precise, che non si può dubitarne, — No !.. è impossìbile, vi dico... ripetè la giovane... la giustizia s'inganna. . — L'agente non lo crede, signora. riprese Paolina, pretende di avere scoperto una mendicante, con la quale, il giorno stesso del delitto, il signor Tavernàis •'è imbattuto all'Havre, e di cui egli si è servito per attirare la vittima nell'agguato che aveva preparato. Quella poveretta, che è stata inconsciamente sua complico, aa riconosciuto il dottore ed è pronta a testimoniarlo davanti ai giudici... e ciò con tanta minore esitazione, cbe indipendentemente dal dovere che ba di dire la verità, ella ha quello di scolpare oo disgraziato ingiustamente accuricali; i quali col loro modo provocante di agire, in occasione della luttuosa ricorrenza dei funerali alia sacra memoria del buono e magnanimo Re Umberto 1, hanno addimostrato ancora una volta d'esse re i veri nemiei dell'unità e dell'indipendenza delia Patria nostra; ba dato luogo, da parte dell'elemento più nobile della popolazione, ad una generosa e santa reazione. Nel prossimo XX Settembre, con grandi e solenni feste civili, la cittadinanza protesterà contro il cattivo operato del partito nero. All'uopo si è costituito un comitato di valorosi giovani professionisti e studenti per organizzare la bella festa e dare ad essa la massima solennità e l'impronta della più alta protesta. La commemorazione avrà luogo, alle ore 7 p. m., in questo Teatro Mercadante, che per la* circostanza è stalo addobbato con gusto fine. Oratori saranno il comm. avv. Cesare De Martino, il sindaco cav. Pasquale avv. Manfredi ed il bravo giovane Natale avv. Labia. 11 maestro Ranalli ha musicata la preghiera della nostra amala Regina Margherita, che sarà cantata da un coro di giovanette. Vi sarà pure una grande fiaccolata e musica in villa. 11 nobile sentimento che ha spinto i valorosi giovani del comitato non può non essere condiviso da coloro ai quali il culto della patria è al disopra di ogni idealità e ciò sia di monito a tutti quelli i quali, dimenticando che l'unità d'Italia con Roma a capitale, è costato sacri tizi e sangue ai nostri padri, cercano minare le istituzioni che ci reggono, servendosi dell'ignoranza delle plebi e dell' ingordigia dei parassiti, che vogliono sfruttare la società. Torneremo a scrivere. DALIA PROVINCIA DI LECCE Dal Talentino Taratilo 18. — (Conte Bleu li con vitto nazionale di qui non può disporre che di 100 posti, si dice però ch^ al preside siano pervenute circa 118 domande di convittori. Si dice pure che gli studenti chi frequenteranno le nostre scuole secondarie saranno in più numero. Ed a proposito di scuole e di convitti, so dirvi che le disposizioni del ministro Gallo hanno fatto profonda impressione nelle classi intelligenti. Si comprende l'aumento delle tasse, si comprende il rigore nello insegnamento, e negli esami, ma non si può omettere che uno studente, sol perché venga bocciato in una materia, debba ripetere poi tutti gli esami: ciò è assolutamente ingiusto. — La società dei lavoratori del mare, ha nominato, per acclamazione, a suoi soci onorari il sindaco cav. Damasco e il comandante del porto cav. Luigi Giardini. — Riusci solenne la celebrazione delle nozze tra il signor Fauo e la signorina Roncagli: compare dell'anello fu il banchiere sigDor Carlo Capace, ohe fece alla coppia gentile, un prezioso dono. Domani sera poi si avranno le nozze tra il signor Peppiuo Cosa, un solerte impiegato comunale, e la distinta signorina Montenegro. A tutti, auguri, felicitazioni. — Ogni domenica si esercita, in un apposito recinto, il tiro a volo, che riesce divertente. Il tiro a volo è tutto creazione del locale Circolo dei Cacciatori, intraprendente e pieno di slancio e di iniziative. — E' facile che ritorni nelle nostre ac que la squadra italiana al comando di (>. A. il Principe Tommaso. — Ieri sera, verso le 10, nelle vicinanze della contrada Tamburi, famosa per le gesta della malavita, perché ne fu e ne è sempre il teatro, Martucci Giovanni e Vincenzo, padre e tìglio da Massafra sì aggiravano in atteggiamento sospetto. Sorpresi dalle guardie di P. S. furono fermati e perquisiti. Addosso a ciascuno di essi fu trovatomi pugnalo: è inutile aggiungere che padre e figlio furono subito condotti in arresto — La Compagnia Fournier continua a dare le sue rappresentazioni al Politeama Paisiello con iscarso intervento di pubblico. Il buffo Oiannelli riscuote i più entusiastici applausi. Bravissima anche la Poupé, non cosila Rosetti, che ha bisogno di esercitarsi meglio L'impresa dei fratelli Fnsco prepara però buone sorprese. Il Dottar Giuseppe\ riserva stabilitosi a Bari per 1' esercizio della sua professione, avverte il pubblico che il suo domicilio è in "Via Cementano N. 50 p. 2., ed accetta chiamate in tutte le ore sia del giorno che della notte. Por nrnuiiQtioro a(*. aumeDl° di forza mo iBl piDllCUelu trice cederebbesi buone condizioni Motore gas povero recente impianto, forza anche oltre 30 cavalli al freno, 25 a lavoro normale. 11 macchinario potrebbe ritirarsi anche subito. Rivolgersi M. Luise Placar a. Il Cav. Doti. Savlatore tonate, Medico visitatore di controllo nominato dal Ministro dell' Interno, specialista per le malattie della pelle, veneree e sififitiehe da consultazioni private tulli i giorni dalle 7 alle il ant. in Via Marchese di Montrone N. 47 p. 2. II fluitar U Dìitì ha Potato la sua re II BDllOl HI. RIZZI sidenza in Via Andrea da Bari N. 77. p. 2. (presso piazza S. Ferdinando). Egli non accetta inviti per medicocu] rante, ma solamente da consultazioni per malattie interne. sato come autore dell'assassinio. Mentre la fidanzata di Edoardo faceva cosi allusione alla terribile situazione nella quale si trovava olla stessa di fronte al padre di Noemi, costei affranta dal dolore, col viso inondato di lacrime, era caduta sulla poltrona e si torceva disperatamente le mani. — Signora, prosegui Paolina con voce commossa, senza il profondo affetto che io ho per lei, non mi permetterei di farla soffrire cosi. Ma ha pensato, che il miglior modo di provarle la mia sincera affezione, era di avvertirla dello spaventevole pericolo che minaccia sno padre, perché possa, senza ritardo, avvertire lui stesso. Se egli non è colpevole, come spero, prima che gli uomini incaricati di arrestarlo sieno venuti, avrà il tempo, forse, di preparare le prove d»lla sua innocenza, stabilendo, dichiarando, per esempio, che non sì trovava all'Havre il giorno del delitto. Se disgraziatamente egli non può giustificarsi con un alibi.. potrà almeno fuggire... nascondersi.... che 8) 10 ? — Oh, mio Dìo, mio Dio, è orribile, fece singhiozzando Noemi. Che fare ? Giammai io oserò dire a mio padre.... non c'è che mio marito che possa.... bisogna andargli a dire al suo ufficio che io voglio parlargli subito... se io potessi andarvi... ma nou ne ho la forza... — Manderò qualcuno a cercare il signor Melvil... povera signora ! — Grazie, grazie, Paolina, fece la giovane con voce smarrita... non perdei* tempo, mandate qualcuno, in vettura... — Si, signora, rispose Paolina uscendo. Per tutto il tempo cbe Paolina era staGrande Stabilimento idroterapico. ^r •, N. 13, Docce di tutte le formepressione e temperatura — Bagni dolci e medicamentosi con sali di CasamicciolaSolfurei ferruginosi ed altri. V Idroterapia è conosciuta oggi dai più distinti clinici come il più potente mezzo terapeutico in determinate maiattie. appartamentino mobiliato angolCorso Vittorio Emanuele. , Dirigersi Sig. Eugenio Cioffl presso 1 Ufficio Pubblicità Barese. Corriere Agrario e Commerciale Mercato eli Efcai'i Pie. del Giorno 18. OLn D'OLITA ((.aiitaia Ducati 35,50 a 86,— aa __ 4»g __ teiso sii&o 25,— 28,50 83,— 107,35 22,— 108,55 extra fruttato • dolce Qum. 1 » s » s mangiabili comuni bruciabili morchiaro lampante —,— solfuro decol. (b.c.) ,— • Terde 'Quintale Lire; 169,33 a 171,73 133,56 138,3! 120,40 HP.25 22,50 21,50 25,— 131,15 121,85 10»,70 104.94 86,— Senza compratori I. Bisceglie,Molletta —,— a —, —, 64,— e*,— o*,— 1. Bari genuina Vatica Amare 67,— 751,— —,'— :<!!>, 59 — •— 76,— Neri Sui da taglio • corr. Cerasuoli fini » corr. glauchi Barletta WT6 da pigiare prod. 1899 alla proprietà 357. .5 3«2,53 Ettolitro: SO,— a 25,— 14,— 19,— 18,— 82,— 14.— 17.— 18,— 22,— «,— 29,— .— 16 — carrube amele 1 • massa . Pieni nostrani Anici ì.a q. » 2.a • Fio occhio Lino Senape fiorettone » corrente uri uni corr. neri bianchi rossi fanoni rzo Avena 1 Tene / Orai:| Orz< S«,7 26.75 14,25 I i fagioli bianchi Piselli Russia diversi Ceci cottoi • macina Fave cottura • corrente Lupini piccoli \ » grossi j Bingapore I (ìiava Ertevi marche primarie « secondarie Nazionali: marche extranno » extra MB • centrifugo quadretti, casse da 50 k . « da 25 k, Adriatic Atlantic Tipo bianco Imperiai Stella Quintale !•, a —,* 5 — — — Quintale 85, « 90,15,— «0.— «0,— 42,— 40.— 42,— «4 _,— SI,— 38,— Quintale 27,— « 89,— S5.60 26,50 15,60 25,50 14,— 16,— 16, 17,— Quintale JJ.5J a 23,— 14, JM^O SO,— a 24,— 14,50 15,— U,— 12,13,50 li,— 305 31»,— 295 306,138,— 137,50 138,50 138,— 137,50 145,5» 147.5U 22,30 23,— 21,90 22,50 «1,60 IL CAMBIO PER LE DOGANE Bona 18 A. a. I) Prezzo del cambio pel certificato di pagamento di dazii doganali è fissato per domani a L. 106,61. Roma 18 A, S. Il prezzo che applichi ranno le dogane nella settimana dal 17 al22 Setterxibre pfr ida^i non superiori a L 100 pagabili in biglietti, è fissato L. 10«,70 Borse <8 Settembre 1899 PARIGI Apertura Chiusura Bendila frane 3 0i0 ammorti/, » » 3 010 » » 3 1(2 0)0 italiana r> <no • turca » spagnuola « portoghese Cambio mlr Italia » su Londra a vista consolidato inglese Banca di Parigi Argento fino 100,25 103,1» «3,iO 22.95 12.1.2 23,40 *,— |M. —,— USB,— ~,— LONDRAConsolidato inglese Keudita italiana « spagauoU • turca • egiziana Argento lino « 8,39 Vi i\i 72,i(i 12 818 104,87 28. 93 VIENNAcredito austrìaco Cambio su Parigi • su Londra Lira italiana (carta ) Rendita austriaca (argento • » ( carta ) • ungherese Napoleoni d'oro 691.— 96.25 242,10 90,40 97,23 97,55 90.10 10.31 BERLINO Cambio su Londra ; UHM • su Parigi 8 K'orni • sull'Italia 10 giorni Rendita Italiana coniante » » per fine « turca obbligatosi di soma 20,23 81,2" 16.15 94.10 94.40 22.50 94,30 ROMABendita ital, 5 0[U contanti » » » fine mese 3 Oio Banca d'Italia Azioni jerrovie meridionali Parigi a 3 mesi Londra Banca Generale :0,»5 101.— 62.— Sà2.— 707.— 106,40 2«.82 51.— OBNOVARendita 5 oio * 4 i\2 0io Banca d' Italia Ferrovu* meridionali • mediterranee cambio a vinta su trancia * » su Londra su {.ernianU • • su svizzera 89 »5 l ill.84» — 101.— T25.— 106.65 ?6,S3 1 131,10 10ó,27 TORINO Kemiìta i et (Olitami • » line " 4 i|2 «lo teirovie mcditen ai ee » meridionali Banca d' Kaha damino a vista su trancia « a 3 mesi su Londra < MI Svizzera Banca di 1 orino ••9,»0 ino,— HO 30 !25.— 706 106.60 106,47 310,— " — 100 15 — 101,2 — 83.68 — 23,— — 72 57 — 23,86 — li \\t — 251,nO — 98 43 — .124— 617,50 — _ _ _ — — ^ _ — _ — — ,«— — «_ — . «_ — — _ _ _ — ~ ~ _i — — —~ — ta — —» ^ ^ — ~,— — 99.1; — U9,90 — 6Ì.Ì5 — SJO,— — 701,— — I.i6,6ó — 26,44 — 51,— ~» Bte — —. mm — ~ — — — , — — _ — . „ — — ta presente, Noemi aveva fatto violenti sforzi per contenersi, ma, appena fa sola, si lasciò andare al suo dolore e cadde svenuta sol pavimento. XVill La confessano del marito Era ancora fuori dei sensi quando giunse Mario. Egli emise un grido vedendola cosi distesa. Dopo essersi però assicurato, avvicinando le labbra alle sue, eh* ella respirava ancora, la prese e la portò sul divano. La giovane, sotto i baci del marito non tardò a rianimarsi e a riaprire gli occhi. — Oh i Dio mio ! — esclamo Mario, — quanto ho paura !... Noemi mia amatissima... Che cos'hai ? Mi sono sentita male, — fece ella con voce ansante, — ma è finito, ora che tu sei qni. E lasciò cadere la testa sul petto dei marito, mentre nuove lacrime |le scendevano per le guance. — Noemi, te na prego, che cos'hai?... Che cosa e accaduto? — Lo saprai... è spaventevole. E, con voce interrotta, gli riferì ciò che Paolina gli aveva raccontato. Di mano in mano che ella parlava, Mario sembrava sempre più ansioso. ' — Tu non dici nientff... Non protesti contro quest'iufame accusa! — esclamò la giovane, interrompendosi tutt'a un tratto. — Credederesti forse che?... E, siccome Mario aveva abbassato la MILANO UendiU Oio contarle » fino Ferrovie meridional» » mediterranee Francia a vista Londra a vista Herlino a vista Navigazione generale y'J,k , „ 100.OS — 70«,— — r.84,— — 104,62 — — 26,SI i\l — 131,15 — FIRBNZKRendita taliana Londra 3 mesi Francia a vista Germania a vista Banca d'Italia Ferrovie meridionali » mediterranee «udita nominale 99,17 — gè 5r loe'as 131.35 847 — 1J6 50 523.50 — 110, b ,CRONACA Calendario Settembre (3O) — Mercoledì 19 San Gennaro. Leva il iole alle ore 5,54 e tramo»'a al le ore 6,06. Luna nuova il giorno 23. Bollettino Meteorologico Quotidiano dell' Osservatorio di Bari Altezza sul livello de! mare m, 28.2 Giorno 18 Settembre ore 7 Pressione baromet. a u nuli. Temperatura gradi centig. Umidità relativa Tensione del vapore vento < Direzione 010 nuli. 7Cb 56 18,6 52 8.15 Nw 0 6 tranq. ( Velocità ali' ora Km. Nebul. in decimi di ciclo coperto Stato del mare nelle 24 ore procedenti Teraperat. massima gradi cent. 23,0 » minima » i3,o icoua * caduta mm. 0,0 Acqua ( evaporata 2,84 Totale dell'acqua caduta dal 1 settembre i;oo nuli. o'o II Direttore O. Porceln Ancora la questione dei bottai L'on. Spagnoletti ha mandato questa lettera : A. S. E. il Comm. Asaanio Branca Ministro dei lavori pubblici. — Roma. Barletta, 18 settembre 1900. Onorevole Ministro, 11 giorno 12 corrente con gli amici on. De Nicolo e De Belli» La pregai a provvedere di urgenza por la parificazione dei fusti nuovi agli usati; ed Ella gentilmente .rispose per telegrafo a me e agli altri colleghi idi avere già sollecitata la Società Adriatica a presentare la proposta. Ora mi vien riferito che laSocietà suddetta porta per le lunghe i suoi non difficili studi e che le proposte forse saranno concrete a vendemmia finita. Mi permetto dì far rilevare a Lei i grand, disagi delle Pnglie e le m sere condizioni dei bottai : e però insìsto presso di Lei. perché il beneficio promesso sia largito con sollecitudine. Io non dubito che Ella, cosi pensoso degli interessi pugliesi, vorrà accogliere la mia preghiera; ed io, a nome dei commercianti e dei lavoranti bottai, ne La ringrazio. Mi creda con i sensi della più deferente amicizia Aff.mo Orazio Spagnoletti Deputazione Provinciale Tornata d«l 4 settembre 1900. Sotto la presidenza del cav. Angiulli — con l'intervonto dei deputati Maleangi, Collenza, Miglionico, Maliardi, Ricchioni, Palombella, Ferrari Scoccherà e Noya — e con l'assistenza del segretario capo Troccoli. Provincia — Strada GioiaSanteramo. 1stanza del sig. Pasquale Rosati per im pianto di pilastri in fabbrica e di un ponticello pel corso delle acque. Si accoglie alle condiziooi prescritte dall'ufficio tecnico. Idem — Eredità Apicella. Case ai Ponti Rossi in Napoli, Giudizio contro il canonico Alfano. Si affida mandato all'avv. Kran cesco Simone con un anticipo per le spese. Idem — Strada S. Nicandro, S. Eramo, Rimessione di mancanze, certificato di pagamento a favore dell'appaltatore. Si dispone mandato di L. 8,342,51 salvo rivalsa dai Comuni interessati. Idem. — Strada Modugno, Bitonto, sistemazione ed allargamento. Indennità di espropriazione ai frontisti, Rimbdrso di spese per gli atti. Si dispongono analoghi mandati. Idem. Rpgolamento di polizìa forestale», modificazioni relative ai movimenti delle terre svincolate per lavori di utilità puh blica. Se ne propone l'accoglimento al consiglio. Idem — Casa Ponti Rossi in Napoli, spese giudiziarie e di amministrazione. Si approva. Idem — Istituzione di ospedale provinciale in Bari. Studii preliminari, Si nomina un apposita commissione in persona dei deputati Collenza Maliardi, Maleangi. Miglionico e Palombella. Idem — Strada AcquavivaCassano. Ricostruzione di muri di sostegno al rilevato stradale, Misura finale dei lavori. Si dispone mandato di lire 732.10. Idem — Strada Polignano, Conversano, Turi, S. Michele. Manutenzione provvisoria Si dispone mandalo di L. 1500 in conto alle spettanze del Comune di Conversano. Triggiano — Istanza del Comune per praticare un fosso sulla strada che mena alla Bari, Capurso. Si accoglie condizioni specificale dell'ufficio tecnico salvo riferire al Consiglio. testa e rimaneva silenzioso, ella prosegui — Non rispondi... i tuoi occhi si allontanano dai miei... Di grazia, dimmi che non credi mio padre colpevole !... Tu lo conosci, sai quanto mi ami:... Sospettarlo di un delitto, lui cosi buono, è cosa insensata, non è vero?... lo sarei la figlia di un... Oh! no, no! questo non è possìbile!... Ma te ne supplico, parla, parlami... Vuoi dunque che io divenga pazza?... Pronunziando queste ultime parole, Noerai, con un gesto brusco, aveva solle; vaio la testa del marito e lo fissava negli occhi. Repentinamente, come se avesse ricevuto un colpo di pugnale in mezzo al cuore, ella emise un grido straziante e si abbandonò nelle braccia di Mario. Ma ritrovando subito la sua energia: — Tu lo credi colpevole! — fece .ella con voce cupa. — Si — mormorò egli a stento. — Oh! Dio mio! egli lo crede colpevole —esclamò Noemi, svincolandosi dalla stret la de! marito. Mario era rimasto immobile, come in chiodato al suolo, spaventevolmente pai lido, non sapendo ciò che dovesse dire o fare. Approfittò dell'istante in cui l'accesso del dolore della giovane si addolciva nelle lacrime per avvicinarsi a lei. Dopo averla fatta sedere vicino, le disse. — Mia cara Noemi... un' ora crudele è sonata per noi... Ahimè ! vorrei credere all'innocenza di tuo padre, ma non lo posso... — Non puoi ?... Oh ! Mario, ò un'indegnità! — esclamò Noemi in una esplolione di dolore e di collera. — Ascoltami, mia cara moglie, bisogna Bari — Convitto Nazionale. Posto provinciale gratuito. Si mette a concorso. Bari — Ospedale consorziale, fondo a disposizione della Deputazione per gl'infermi poveri. Si delibera proporre al Consiglio la continuazione per l'anno 1901. Bari — Ufficio Amministrativo. Acquisto di pubblicazioni. Si dispone mandalo. Bari — Sala de) Consiglio. Istanze di artisti pittori per ritrarre l'effigie dei nuovi sovrani. Si rimanda ogni provvedimento. Bari — Istanza del Comitato contro la tubercolosi per concorso ad una sanatorio, uon si trova a deliberare, avendo già il consiglio deliberato per un primo fondo di L. 50 mila. Andria — Sistemazione della strada di accesso al Casotto del Guardiane. Lavori Si approva il capitolalo e si dispongono i lavori a termini abbreviati del massimo. Giovinazzo — Ospizio provinciale V. E. 11. Nuova ripartizione di posti fra comuni della provincia, Si approva. Minervino — Riconoscimento del figlio naturale Locuratolo Michele. Si assegna alla madre il premio e la mercede mensile. Gravina — Riconoscimento di Tarantini M.a Michela, Come sopra. Modugno — Rieonoscimimto di Stramaglia Addolorata. Come sopra. Gioia — Riconoscimento di Bonasora Michele. Come sopra. Terlizzi — Riconoscimento di DB Chirico Teresa, Come sopra. Il nuovo Ispettore di P. S. Ieri sera, col treno delle ore 7,42, dalla 1 linea di Foggia, giunse il cav. Ferdinando I avv. Scelzi, Ispettore di P. S., venuto a ' surrogare il cav. Moliuari, traslocato a Gè \ nova. I 11 cav. Scelzi viene dalla questura di ! Messina. R. Scuola Normale Femminile Gli esami di Licenza normale avranno principio il giorno primo ottobre alle ore 8 1|2, quelli di licenza complementare e tutti gli esami di ammissione e di riparazione il giorno 8. Gli esami di sussidio cominceranno il giorno 15 e proseguiranno, a norma dell'orario esposto nell'atrio della scuola, cogli esami di licenza per le maestre di grado inferiore. Le domaDde, i documenti e le ricevute delle tasse dovranno essere presentate al Direttore della Scuola non più tardi del 25 corrente: quelle delle maestre inferiori non più tardi del 30. Tariffe ferroviarie Sono state estese tariffe locali n. 201 A e B, 203, 204 A e B e 205 A e B al servizio cumulativo con la ferrovia BariLocorotondo. Sottoscrizione popolare da centesimi 5 a lira una per una lapide a Re Umberto. Somma precedente lire 425,10 — Scheda Stabilimento Giovanni Tonazzi lire 6,70 — A. Macchi lire 1,00 — E. Mann lire 0,50 — M. Colapinto lire 1,00 — Vi lo Saraceno lire 1,00 — Totale lire 435,30. Gara del giorno 15 Tiro a Segno — Tiro Collettivo Bari esogome87 nel bersaglio 29 punti 319 ! Andria » 74 » » 29 » 280 I Molfetta » 63 » » 40 » 269 Bitonto » 72 » » 2P » 268 Foggia » 68 » » 32 » 268 Lecce » 50 » » 37 » 224 Lucera » 39 » » 22 » 221 Bari 1. premio grande stendardo di 1 grado di onore. Aodria 1. premio piccolo stendardo di 1. grado di onore. Molfetta medaglia di oro. Bitonto medaglia di argento. Foggia medaglia di argento. I premiati alla Mostra provinciale E' certamente con piacere ohe oggi e' è dato registrare un altro maritato trion' fo di uno Stabilimento Industriale BareseIntendiamo parlare del grandioso stabilimento meccanico e fonderia de) cavalier Framesco De Blasio, il quale esponendo alla Mostra Provinciale di Barii suoi prodotti, le fu assegnato dalla Giuria della Sezione Industriale il gran diploma d'Onore per tutto il macchinario esposto, p ù la medaglia d'oro per le motrici a vapore e due medaglie di argento per macchine di secondaria importanza. Certamente l'importanza delle macchine esposte dal De Blasio era tale che avrebbero potuto figurare in una Esposizione di gran lunga superiore alla Mostra,sebbene la Mostra di Bari, abbia superato tuttele aspettative e tutte le speranze, ed è bello vedere come si sia di questo industriale voluto far emergere qui a Bari i suoi importanti prodotti e le sue superbe macchine. Difatti chi è stato qiwl visitatore della nostra mostra che non abbia ammirato la superba motrice a vapore, le eleganti e splendide macchine per la confezione delle paste alimentari, tanto ricercate specialmente nella provincia di Napoli, dove già seri e fortissimi impianti esistono non solo ma oggi preferite ancora nell'Alta Italia ed all'Estero. Le colossali Presse idrauliche per, l'estrazione dell' olio d'oliva, i Torchi ed i Frantoi per la medesima industria. Certamente dati i limiti e lo spazio limitato accordato, il De Blasio non ha pò che tu sappia tutto, adesso. L'orribile verità che avrei voluto lasciarti ignorare sempre, devo rivelartela oggi. Avrai il coraggio e la forza di ascoltarmi fino alla fine? — Avrò questo coraggio e questa forza non ne dubitare... Tu mi hai detto che credi mìo padre un assassino... che cosa potrei sentire di più spaveutevolc?... — Ascoltatami, Noemi. Nel mese di ottobre scorso, quando ci eravamo incontrati soltanto e ci amavamo già, repentinamente, io scomparvi... te ne ricordi? Per quindici giorni mi cercasti inutilmente, inutilmente mi aspettasti nei luoghi in cui ogni giorno, per tacito accordo, avevamo preso la dolce abitudine, di vederci. In quel momento tu credesti, me lo ha detto poi, che, incostante e frivolo, 10 ti avessi dimenticata e fissi ritornato ai miei aniichi piaceri. Alcuni giorni dopo 11 nostro matrimonio, mi chiedesti delle spiegazioni su quest'assenza che ti aveva tanto addolorata. Non potendo dirtetene I veri motivi, te ne diedi dei falsi. Ho mentito, e saprai perché. Noemi, palpitante d'emozione, con le mani increspate, ascoltava, senza interrompere, sospesa alle labbra del marito. Mario prosegui. — 1 veri motivi, eccoli: aveva lasciato Parigi perché ero povero, e perché, avendo dissipato gli ultimi avanzi del mio modesto patrimonio, mi trovavo senza impiego e senza ricorse. Sapevo che tu eri ricca, conoscevo la situazione di tuo padre, non mi era dunque permesso di innalzare gli occhi fino a te. Presi la itwisione di fuggirti e d'imbarcarmi per l'America, cullandomi nella speranza insentutQ esporre lavori e costruzioni ben più importanti che si fabbricano nel suo stabilimento, oggi uon secondo a nessun altro, sia per importanza, come per perfezione di lavori. E' questo uno stabilimento che onora Bari ed il suo proprietario, e ci auguriamo abbia sempre a prosperare per onore della nostra regione, non solo ma fiduciosi in una prossima esposizione d'importanza maggiore dell' attuale, avremo allora il piacere d'ammirare lavori ben più colossali ed importami e segnarne un nuovo trionfo. Un fatto però oggi e accertato, ohe per quanto riguarda industria meccanica, Bari non ha più bisogno d; rivolgersi altrove, tutto qui si può fare ed una prova solenne ne sia la mostra fatta dal cav. Francesco De Blasio. Concittadini che si fanno onore Apprendiamo con piacere che. il nostro concittadino Tommaso Guerra ha ottenuto alla Esposizione Internazionale di Bordeaux la Grande Croce e la medaglia di oro per i lavori fotografici da lui esposti. A lui le nostre congratulazioni, coii auguri di migliore fortuna. Cronaca dell'Esposizione Domani solenne chiusura della nostra Esposizione. Domani dunque sarà l'ultimo giorno,in cui quel recinto sarà animato dalla folla, che pure ha in esso avute ore di gaiezza e leggiadria festante. Lunedì convennero in esso circa 30 mila persone: fu l'addio della coscienza Barese, che, scevra da trasformazioni di apprezzamenti estranei al fine ed ai risultati, sanzionò con la sua presenza la nobiltà del fine e l'importanza dei risultati. La folla buona, la folla in cui vibra il senso retto, in fui l'orgoglio cittadino prevale senza artifici, die la sua parola di approvazione negli ultimi giorni cosi come nei primi aveano data la loro parola di encomio il principe Tommaso e il ministro Boselli. La solenne chiusura della nostra Esposizione, che superò di tanto le aspettative, sarà dunque compiuta dimani nelle seguenti forme: Alle 12 festa della premiazione degli Espositori con un discorso del presidente del Comitato sig. A. de Tullio. A questa festa sono invitate le autorità gli espositori e gli azionisti, con le rispettive famiglie, la stampa. Sa a qualcuno, comprese in queste categorie, uon perverrà la lettera d'invito, se ne attribuisca la causa a dispersione o a disguido postale. In ogni caso s'intenderà invitato mercé il presente annunzio, acuì diamo pubblicità per raccomandazione espressa del Comitato. Il pubblico potrà intervenire, mercé pagamento del biglietto d'ingresso. Nel pomeriggio vi sarà una Gran pesca finale con un centinaio di premir il primo sarà una macchina Singer. La sera al teatro la signorina Bruschi declamerà una splendida poesia dell'on. De Nicolo sul 20 settembre. Vi sarà anche il già aiinunzìalo torneo schermistico. Sottoscrizione per concorrere al sorteggio di opere d'arte. Somma precedente lire 820,00 Marchese Giovanni Romanazzi » 10,00 Giul a Romajiazzi » 5,00 Amelia Romanazzi 5.00 Rachele Romanazzi » 5,00 Giuseppe ing. Lucifero » 5,00 Concettina Lucìfero » 5,00 Maria Proto » 5 00 Zaccaro ing. Gius ppe » 5,00 Z^ccaro Toledo Caterina > 5,00 Baer Fanny » 10.00 Moro Roberto 5,00 Lapegna Francesco » 5,00 Sbisà Nicola » 5,00 Sbisà de Ceglie Anna » 5,00 Colavecchio FanDy 5,00 Colavecchio Nicola » 5,00 Municipio di Bari (2. sotlt'soriz) » 25,00 Totale lire 93£,00 N, B. — II Municipio di Bari con la sottoscrizione precedente concorre per lira 50. Premiati alla móstra agricola vinicola. — La giuria per lo esame delle pubblicazioni, monografie, tenuta di libri ed altri lavori, ha assegnato i seguenti premii: Società Anonima Barese — Diploma d'onore. Fizzarotti Emanuele — medaglia d'oro. Puglia Agricola — medaglia d'argento. Prof. Carlo I'erucci — medaglia d' argento. Morflni ing. Feancesco — medaglia di argento. De Astia prof. Giuseppe (Barletta) — medaglia d'argento. Canzoneri prof. Francesco — diploma di benemerenza. Berlini o.av. GuiJo (Andria) — diploma di benemerenza. Cozzolongo Giovanni (Turi) — diploma di benemerenza. Del Noce dottor Giovanni (Barletta) — diploma di benemerenza. Brandi prof. Nicola (Bitonto) — diploma di benemerenza. / premiati alla Mostra industriale. — Diamo posto al secondo elenco dei premiati dalla giuria della nostra Mostra industriale: De Blasio Francesco — medaglia d' argento. sensata di far rapidamente fortuna e di ritornare subito in Francia per chiedere la tua mano, poiché contavo informarti dei miei progetti, e mi lusingavo di essere amato abbastanza perché tu acconsentissi ad approvarli e ad aspettare il mio ritorno. — Non so se sogno, fece Noemi, ma non comprendo assolutamente nulla della storia she mi racconti... Come, tu, [cosi povero, prima della partenza da Parigi, saresti ritornato così ricco due settimane dopo? In quind'ci giorni, suppongo che non avrai avuto il tempo di andare in America e di far fortuna. — Abbi pazienza, le ne prego... ti spiegherò tutto... Lasciami proseguire. — Oh! mìo Dio, mormorò, la giovane, alzando le braccia con un gesto di disperazione. — Lasciai dunque Parigi con un centinaio di franchi e andai all'Havre, dove scrissi a tutti gli amici della mia famiglia pregandoli di venire in mio soccorso e di aiutarmi con un po' di denaro, che mi permettesse di pagare il mio viaggio per l'America. Non rici velti nessuna risposta. Abbandonato da tutti, iu preda alla più orofonda disperazione, ero risoluto a finirla con la vita, quando il caso mi fece fare la conoscenza, nell'albergo dov'ero disceso, di un giovane che giungeva dalla Guadalupa. Ebbi la fortuna di essergli simpatico fin dalla prima occhiata. Indovinando fa triste situazione in cui mi trovavo, mi costringe coi modi sflettnosi con cui s'interessò subito di me, a fargli delle confidenze. (continua) Mercoledì 19 Settembre 1900
CORRIERE DELLE PWGLI1 Tonazzi Giovanni — medaglia d'argento. Da Blasio Francesco — medaglia d'oro. Tonazzi Giovanni — madaglia d'argento. Sallustio Giuseppe fu Frane, di Bltonto — menzione onorevole. Langen e Wolf • Milano — gran diploma d'onore. Grossley — Milano — medaglia d'oro. De Blasio Francesco — medaglia d' argento. Nardulli Donato — medaglia d'oro. Società Italiana per la Fabbricazione fusti cilindrici — medaglia d'argento. Biallo Gennaro e Gaetano — menzione onorevole. De Blasio Francesco — gran diploma d'onore. Tonazzi Giovanni — medaglia d'oro. Singer — gran diploma di benemerenza. Mongelli Aiessandro — gran d'ploma • d'onore. > Boselli Alfredo — medaglia d'oro. Società Puglia — gran diploma d'onore. Lorusso Pasquale — gran diploma d'onore. La Costa Paolo — monzione onorevole Marznlli Vitantonìo— medag. di bronzo. Rizzi ing. Pasquale (fuori concorso) — gran diploma di benemerenza. > Mongelli f.lli — gran diploma d'onore. Martino Bìagio — medaglia d'argento. • Picorelli Domenico — medaglia d'arg. j Pe<izarossa Giuseppe — gran diploma di ' benemerenza. ) Baldini Antonio — medaglia d'argento, j A. E. G. — Genova — gran diploma ' d'onore. Belsantì Luca — mtdaglia d'argento. Marmora Raffaele — medaglia d'argen. Lozito Francesco Antonio — medeglia di bronzo. Logroscino — menzione onorevole. Natrella Sebastiano — gran diploma di onore. Croce Rossa Italiana — gran diploma d'onore. Trisciuzzi Giovanni — medaglia d'oro. Catalano ing. Angelo — medaglia d'argento. Dalle Molle ing. Bernardo — medaglia d'oro. Azzone Luigi — medaglia di bronzo. Colapinlo Nicola — medaglia d'oro. Antonacci Tommaso — medaglia d'oro. Serino Romano — medaglia ò" argento. Goffredo Vito — medaglia d'argento. Calvani Vito — medaglia d'argento. (continna • La ditta Ignoti La Ditta Ignoti e C. questa volta ha agito sul seno ! L'altro giorno quegli agenti si portarono nel fondo del «g. Antonio Castellana che è sulla via di Bitritto alla contrada Torre Rossa e tenuto dal contadino Angelo Cascione fu Ignazìo. E profittando dell'assenza di costui, il quale si era recato in ciità, mediante scalala da una finestra del domicilio del Cascione, quella brava gente vi s'introdusse a suo bell'agio e fece man bassa della roba del povero contadino. 11 bottino sì compone di: 7 lenzuola di cotone del valore di lire 40; 10 maglie del valere di lire 7; 1 laccio d'oro del valore di lire 100; 1 spilla d'oro del valore di lire 20; 1 paio di orecchini del valore di lire 15; 1 anello del valore di lire 5; uno sciallo di lana del valore di lire 5: dena ro in moneta diversa per lire 30. Non c'è male, in verità, coi tempi che corrono ! Per un mellone L'altra notte alle ore 2, i carabinieri della stazione BariPorto, procedettero all'arresto di De Angelis Luigi di Oronzo di anni 20 cocchiere perché autore di furto dì un mellone in piazza Cavour. " "COKRIÈRE TEATRALE Al Politeama Splendidissima riuscì ieri sera la serata in onore di Giorgio Salerò. 11 teatro era affollatissimo e sul volto di ogni spettatore si leggeva l'ansiosa a spettalìva pel numero del ciclista che ha impressionato ogni sera di più il pubblico barese. Allorché Giorgio Salerò è comparso sulla pista il pubblico è scoppiato in un unanime applauso. Nel suo elegante abito nero ha ringraziato con quella fine e severa grazia che gli fa maggiormente conquistare le simpatie del pubblico. Il suo lavoro ieri sera fu lungo e fati cosissimo. 1 suoi nuovi esercizi furono fatti segno alla più viva ammirazione del pubblico che seguiva con scrupolosa attenzione tutti i movimenti del valoroso ciclista. Gli applausi furono calorosissimi agli esercizi sul biciclo ed a quello della corda sulla bicicletta; ma divennero addirittura frenetici all'ultimo esercizio della discesa della scala. Questo esercizio che fa trepidare dapprima tutti gli animi, compendia la perfezione dell'arte ciclistica. E Giorgio Salerò cosi può essere veramente orgoglioso di esser giunto a questa perfe zione. che si condanni il Paggi a 3 anni di reclusione ed alle spese di giudizio. Ha quindi la paro a l'on. De Nicolo, difensore, ed esaminando le ragioni addotte a propria discolpa dall'imputato, sostieue la provocazione. Spiega quindi come il Paggi doveva trovarsi sotto l'impressione di un dolore vivo, essendo di fronte ad una ingiustizia che gli faceva tenere sulle spalle il peso del servizio militare che a lui non spettava. Chiede quindi, per le circostanze di fatto che il tribunale muti la richiesta dell'avvocalo fiscale alla pena del carcere e che computi il tempo del carcere scontato dall'accusato. 11 tribunale condanna il soldato Paggi Angelo ad anni 3 di reclusione militare ed alle spese di giudizio. f Si passa quindi alla seconda causa. Difensore avv. Rella Lupis. L'accusato è il soldato del 15. fanteria D'Angelo Terenzio e deve rispondere del reato di Furto semplice 11 D'Angelo nega la imputazione di furto, adducendo a sua discolpa di aver cercato di restituire al proprietario nn portafogli che l'imputato asserisce di aver tro vato per terra. Si escute la prova testimoniale. L'avv. fiscale sostiene il furto e chiede pel D'Angelo la peDa di 4 mesi dì carcere militare e al passaggio dello stesso alla compagnia di disciplina. L'avv. Rella Lupis, in opposizione alla richiesta dell'avv. fiscale, chiede che si applichi pel su> difeso la pena di 2 mesi di carcere, cioè quella già espiata dal D'Angelo preventivamente. 11 tribunale accogliendo pienamente la richiesta della difesa, condanna il soldato D'Angelo Terenzio a 2 mesi di carcere militare computato il sofferto. AU'ullima causa è accusato Scialpi Lorenzo da Martina Franca di Mancanza alla chiamata alle armi Difensori avvocali Rella Lupis e Oliva. L'accusato nega la sua imputazione. Sono uditi i testimoni. L'avv.ti,cale ritiene bugiarde le asserzioni dell'imputato e chiede che si condanni alla pena di 3 mesi di carcere militare ed alle spese di giudizio. L'avv. Oliva sostiene nello Scialpi la buona fede e respinge la imputazione addebitata al suo difeso domandando una sentenza di assoluzione. L'avv. Rella Lupis si associa alla difesa. li tribunale condanna Lorenzo Scialpi a 2 mesi di carcere militare ed alle spese processuali. Stato Civile rie! 18 Settembre ÌSOO NAT! Micunco Carmela di Vincenzo — Introna Maria di Pietro — Mazzocco Ione di Giuseppe — Pupillo Giuseppe di Pasquale — Lorusso Antonio di Giuseppe — Trizio Domenico di Nicola — Diletto Luigi di Giacomo — Amoruso Rosa di Vito — De Girolamo Domenico di Carlo *— Bottalieo Antonia di Michele — Di Carne Giuseppe di Saverio. MORTI Delle Grazie Giovanna di Gaetano di a. 9. Meningo tifo — De Cillo Andrea di Luigi di m. 13, enterite cronica — Cataiano Porzia d'Igoazio di va. 29, febbre tifoidea — Loconsole Onofrio di Michele di a. 10, tifo addominale — Carioggia Regi na di Francesco di m. 22, nefrite acuta — Ladisa Filomena di Michele di m. 11, enterite cronica — Fosa Giovanna di Giuseppe di a. 2, tabe mesenterica— Cascione Teresa di Giuseppe di m. 20, catarro intestinale. Stasera la grandiosa pantomima dal titolo : Napoleone 1. Prenderanno parte 120 bambini in costume. j Si prevede uno spettacolo attraenlissi i mn e certamente stasera al Politeama il • pubblico vi accorrerà numeroso. Corriere Giudiziario Tribunale Militare di Bari Udienza del 18 settembre Presidente colonnello cav. De Gennaro — Giudici maggiore cav. De Donato, maggiore, cav. Terzoni, capitano signor Brancifurte, capitano signor Falivene, capitano signor Forni, avv. Fiscale cav. Vieste — Difesa un. De Nicolo. E' inopinato il soldato Paggi Angelo da •' Lodi che deve rispondere dei reali di Diserzione all'estero e alienazione di effetti All'interrogatorio risponde con parola facile e pronta. Si scagiona dalla imputazione con l'aver creduto ingiusto, poiché spettava ad un suo fratello primogenito e per su» infermità, il servìzio militare. Dichiara con franchezza di professare idee socialiste, e la sua voce diviene più calda, allorché si accinge a spiegare la forma del socialismo legalitario. 11 presidente lo interrompe severamente. Dice in ultimo di essere stato fatto segno a gravi persecuzioni sotto le armi perché conosciuto socialista. Si rimette quindi alla giustizia del Tribunale. L'on. De Nicolo, a norma di un disposto del codice militare, solleva formale incidente, perché questo tribunale militare si dichiari incompetente a giudicare il reato in parola. L'avv. fiscale si oppone. L'on. De Nicolo insiste, 11 tribunale esc»j dopo circa ^ „ stanza della difesa ed ordinando che si continui il dibattimento. Non essendovi testimoni, ha la parola l'avv. fiscale. Questi non trova valide le ragioni addotte dall'imputato e conchiude chiedendo MOVIMENTO DEL PORTO 13 settembre ARRIVI B.la Nuova « S. Giuseppe » italiano,capitano Di Giorgio da Monopoli. P.fo « Serbia » italiano, capitano Viola da Braila. P.fo « lapigia » italiano, capitano Granata da Livorno. P.fo « Peuceta » italiano, capitano Diana da Brindisi. T.lo « Colombo » italiano, capitano Bo naldo da Venezia. P.fo « Luciano » italiano, capitano Rus so da Barletta. B. Goletta « L'Emilia » italiana, capitano Giordano da Brindisi. P.fo « Lapad » a. u. capitano Milihic da Ragusa. P.fo « Barion » italiano, capitano Gam bardella da Venezia. PARTENZE B.la Nuova « S. Giuseppe »ita|iana,ca pitano Di Giorgio per Manfredonia. P.fo « Serbia » italiano, capitano Viola per Venezia. l'.fo « Salubel » norvegiano, capitano VeltronyeD per Ortona. T.lo « Guerriero » italiano, capitan Doi Lngni per Molfetta. P.fo « lapigia » italiano, capitano Granata per Catania. P.fo « Danno » italiano, capitano Cacace per Manfredonia. . P.fo « Lapad « a. u., capitano Milihic per Molfetta: P.fo « Barion » italiano, capitano Gambardella per Vallone. Ulti «ll^ (Sostri telegrammi particolari) L tragedia in Cina I preliminari di pace in Cina Londra 18. (A. S.) 11 Daily Telegraph dice che i preliminari peri negoziati della pace progrediscono bene. LiHungChang è accettato dalle potenze come plenipotenziario. Anche Ching sarà probabilmente accettato. Nei punti seguenti concordati dovrà istituirsi il governo centrale per dare soddisfazione alle potenze: completa riparazione si darà per l'attacco contro le legazioni e centro gli stranieri. Resta a regolar si la questione delle indennità. Una circolare del governo tedesco Berlino 18. — (A.S.) La Norddeulsche annunzia che una circolare del governo tedesco propone alle potenze che prima di avviare i negoziati diplomatici colla Cioa si chieda i'estradizìone degli autori dei delitti commessi a Pechino contro i diritto internazionale. Le dichiarazioni di LiHungCiang Londra 18. — LiHungChang in una intervista avuta a Shanghai con un giornalista inglese affermò di avere pieni posi7 ritira per deliberare ed tori per negoziare colle potenze, »< che la i mezz'ora respingendo l'i China non avrebbe avuto nessun altro ••••'« • plenipotenziario all'infuori di lui. Però la di lui partenza per Pechino non si è ancora vellicata, anzi si sarebber chieste istruzioni al governo inglese per che l'ammiraglio Seymour, in base alle istruziooi precedenti non permise l'uscita dal porto al vapore sul quale LiHunCiang si era imbarcato. La Germania a LiHungCiang Berlino 18 — La Germacia secondo una nota ufficiosa non ha nessuna prevenzione contro Li HungChaDg ed è disposta ad accettarlo come negoziatore. Essa si sarebbe rifiutata assolutamente di accogliere come negoziatore il principe Tuan, ma poiché dì questo non si parla, la Germania non s'incarica d'altro se non di accertarsi se realmente LiHungChang ha i pieni poteri necessari per negoziare e «onchiudere la pace. Cò che dice il principe Ching Londra. 18. — 11 principe Ching ha e sternato il parere che le potenze hanno trattato crudelmente Pechino senza necessità : tuttavia si [dice riconoscente che abbiano risparmiato la città sacra. Egli assicura d'essere venuto a Pechino coi poteri necessari per fare tutti i sacrifici indispensabili onde ottenere la pace purché però le potenze siano cosi genorose da non esigere condizioni contrarie alla dignità della China, né cessioni di territorio. Fra un mese secondo i suoi calcoli, la popolazione chénese potrà procedere alla mietitura, e ricostruire le proprie abita zioni. La protesti del Municipio di Parigi Parigi 18. — (A. S.) 11 presidente del Consiglio municipale diresse a Loubet una protesta contri) l'affermazione del prefetto che il banchetto dei sindaci sia dimostrazione contro le istituzioni. Conclude che non si faranno più le feste che Parigi voleva offrire ai municipi. Scioglimento della camera dei comuni a Balmoral Balmoral 18. — (A. S.) Lo scioglimento della Camera dei comuni è fissato pel 25 corrente e non pel 27. 1 processo per l'attentato contro il Re di Serbia Sofia 18. — (A. S.) Sarafoff presidente del comitato macedone, interrogato dal magistrato respinse l'accusa di avere organizzato l'attentato contro il Re Alessandro. Il generale Baldìssera alla rivista di Chartres Parigi 18. — (k. S.) 11 generale Baldissera, invitato da Loubet ad assistere alla gì ande rivista di Chartres, accettò. Partirà oggi con Marciani per raggiungere Io stalo Maggiore di Brugere. Inghilterra e Transvaal L'occupazione di Baberton Londra 18. — Lord Roberti telegrafa da Machadodorp che l'occupazione di haberton è completa avendo il grosso della colonna del generale French raggiunto le avanguardie. Gli inglesi fatti prigionieri, 23 ufficiali e 59 soldati vennero posti in libertà. 11 generale French inoltre si impadronì d'una quantità grandissima di foraggi, di viveri a di munizioni. I prigionieri boeri Londra 18. — 11 proclama di lord Roberis é diverso da quanto avevano annunciate i telegrammi. 11 numero dei boeri prigionieri di guerra sale a 13 mila, e non verranno rimessi in libertà su non quando tutti i boeri che ancora sono in armi, non si saranno arresi wnza condizioni. Si conferma che nessun intervento straniero può verificarsi e che all'infuori dei pochi distretti ancora occupati dai boeri in tutto il resto del paese la guerra èridotta ad operazioni irregolari. ITALIA II Duca degli Abruzzi e la squadra Napoli 18. — (A. S.) 11 Duca degli Abruzzi visitò la squadra. Fu ricevuto dal Duca di Genova a bordo della nave ammiraglia. Il Duca deg i Abruzzi a Napoli Napoli 18. — (A. S.) Il Duca degli Abruzzi accompagnalo da Cagni si recò al comando dui Dipartimento marittimo per visitare Palumbo. Quindi si recò aWHotel Londres a visitarvi Morin. Dappertutto il Duca degli Abruzzi e Cagni furono applauditi e salutati rispettosamente dalla popolazione. I nostri soldati in Cina Roma 18. — (M.) L'ammiraglio Can diani telegrafa, che, alla colonna formata dal generale Darward a Tien Tsin per punire i ribelli, che si agglomeravano ad >vest della città, minacciando a Tsinghai le comunicazioni degli alleati, partecipò l'intera nostra spedizione comandata dal colonnello Garìoni. La colonna, proceduta lungo la riva sinistra del Jun go, dopo aver occupato e incendiato Yan lin tsing e Tu lin tornò a Tien tsio dopo aver constatato che i boxerà erano fuggiti ad ovest di guisa che l'inseguimento riusciva impossibile. Il rimpatrio dei soldati dalla Cina Roma 18, — M.) Prossimamente il Singapore rimpatrierà da Ta ku con pochi marinai nostri feriti e malati. Per l'acquedotto pugliese Roma 18. — (M.) Presieduto dall'on. SolinasCos.su si è riunita stamane la com ! missione amministrativa dell'acquedotto j pugliese ed ha approvate le conclusioni, j già telegrafatevi, del segretario relatore Lanza. ! Sì riunirà nuovamente il 28 corrente per la lettura e l'approvaziono del testo della relazione che il 29 si presenterà al l'on. Branca. Il conte di Torino a Roma e Napoli Roma 18. — (M.) 11 conte di Torino, giungerà a Roma, stasera, da Pisa, ripart ndo subito per Napoli, per presentare al Re i lancieri reduci dalla Germania. La querela dei Borboni contro il conte Valbranca Roma 18. — M.) Stamane alla pretura si discusso la querela sporta da Luigi Maria Ferdinando di Borbone e Filippo Borboae di Braganza, assistiti dai loro avvocati procuratori, contro il loro parente conte Emilio Valbranca, console generale del Potogallo, per ingiurie e minacce. L'on. Barsilai, difensore dell'accusato, sollevò delle eccezioni procedurali sulla validità della querela e la costituzione della parte civile. 11 pretore, accogliendo le eccezioni della difesa, assolveva il Conte Valbranca. I funerali a Re Umberto Pisa 18. — (A. S.) Stamane si sono celebrati nella cattedrale solenni funerali a Re Umberto alla presenza del Conte di Torino, delle autorità della città e della provincia e delle associazioni. L'arcivescovo diede l'assoluzione al tumulo. L'indennità dei deputati Roma 18. — (M) I deputati operai che si trovano alla Camera hanno deciso di insistere, alla ripresa dei lavori parlamentari, perché si discuta la proposta da essi presentata, relativa alla concessione di una indennità ai rappresentanti della nazione. 11 loro progetto verrebbe appoggiato non solo dai gruppi estremi e da buona parte della sinistra della Camera, ma anchu da deputati che seggono ai campi opposti. i Ras Makonnen I Roma 18. — (M.) Ras Makonnen è tor! nato da Gibut' all'Harrar. ' Egli si occupa auivarneute di preparare * una spedizione militare contri' i nbel i mussulmani dell'Ogaden. j Si metterà iu marcia col suo esercito| appena sarà finita la stagione delle pioggie. Il Papa e il XX Settembre Roma 18. — (M.) Smentiscasi che il Papa emanerà l'annunziata enciclica uè prima, né dopo la commemorazione del XX Settembre, per riaffermare il diritto del papato in Roma —affermazione questa che il Papa ritiene superflua. li generale dei Gesuiti Roma 18. — fM.) Corre voce nei circoli clericali che la casa generaii/.ia dei gesuiti, dopo abbandonata la residenza di Fiesole, debba essere collocata nei dintorni ili Roma in modo stabile. Assicurasi che siano state iniziate delle pratiche per l'acquisto della villa dei Barberini presso Castelgandollo. Cosi due delle più potenti organizzazioni cattoliche, la Compagnia di Gesù e la Propaganda, sì troverebbero riunite attorno all'antico palazzo di villeggiatura dei papi. Vittorio Emanuele 111 e la società numismatica italiana Roma 18— (M) E' noto come la società numismatica italiana vantasse suo presidente onorario il principe di Napoli. In seguito all'avvenimento di Vittorio Emmanuele IH al trono, la presidenza della società sollecitò da Sua Maestà che l'altissimo onore fosse continuato; ed ora con lettera S. E. il ministro della Real Casa, generale Ponzio Vaglia, comunicava alla società stessa che Sua Maestà di buon grado confermava la sua presidenza onoraria, esternando in pari tempo il più fervido augurio per le sorti avvenire dell'istituzione. Gerente respoosab. Leonardo Morisco Conseguenza del disastra lemmario di USUI GIUBILEO. Roma, e settembre 1900. Signor Agente Principale delle ASSICURAZIONI GENERALI DI VENEZIA ROMA Nel luttuoso avvenimento ch< ha colpito la mia famiglia, ho avuto modo di apprezzare la delicatezza e la sollecitudine per mezzo di Lei addimostratami dalla Società Anonima Italiana d'Assicurazione con tro gli Infortuni dì Milano presso la quale da poco tempo il mio povero marito, rimasto vittima il 12 agosto pp. nel disastro ferroviario di Castel Giubileo, si era as sicurato per 50,000 contro infortuni a benefìcio dei figli e delia moglie. Mentre porgo sinceri ringraziamenti a Lei, per le premure di cui mi diede prova, mi è gradito di riconoscere e rendere di pubblica ragione la prontezza encomiabile con cui la Società Anonima Italiana da Lei degnamente rappresentata, ha proceduto al pagamento della somma assicurata. Gradisca l'espressione della mia perfetta stima e gratitudine. ENRICHBTTA GAIBA BARATELLI FERRO CHI BISLER L' uso di qn«wu» lifolet,1»foluUt? quoro é ormai diventato una ueces^ità pei nervosi, gli anemici, i deboli di stomico. L' illustre Prof. ENRICO MORSELLIscrive: « Mi ha pienamen " M|i_ANO « te corrisposto nelle > forme di dispepsia lenta, nonché in « quegli stati di debolezza generale « che complicano la nevrosi isteiica »ACQUA DI NOCERA UMBRA (Sorgente Angelica) Raccomandata da centinaia di attestati medici come la migliore fra le acque da tavola. F. BISLERI & C. MILANO AVVISO! Essen do prossirra la chiusura della Mostra Provinciale il sottoscritto, proprietario di tutto il materiale adibito allo steccato ed ai locali che sorgono in Piazza Cavour, e cioè tavole ponti travi bordonali lastre ferramenta ecc, informa il pubblico che è disposto alienarlo a trattative private, sia in varii lotti, che in un blocco unico. Per prezzi e schiarimenti dirigersi in Via delia Stazione N. 115 —Bari. SEBASTIANO NATRELLA Italiana Iita 44 l;2 e 5 PER CENTO Esigibili al I. Ottobre 1900e I.Gennaio 1901 si accettano senza deduzione di sconto In Pagamento dei bigi etti dell; Grande Lotteria Nazionale MAP0L1VER0M& Cento biglietti e Cento frazioni di biglietto hanno v ncita garantita. Le vnicit'* sono da lire 250000 125000 50000 25000 Mai però inferiori alle Lire 200 Premi di Consolazione da Lire 25000 12500 5000 e 200O vengono pagali ai numeri più prossimi a quelli maggiormente favoriti dalla sorte e e LIRE 20000 È il premio essegnato ali' ultimo numero estratto. I premi esenti da sono tutti gni tassa. I biglietti hanno senza zeri davanti categorie. in contanti e il solo numero e senza serie o La data ^REVOCABILE dell'E Btrazioiit) verrà fissata uel pros simo mese. I Biglietti si vendono: In GENOVA dalla Banca Fratelli CASARETO di F.sco, Via Carlo Felice 10— In tutto il Regno dai principali Bmichie ri e Cambia Valute — Dalle Collettorie e Uffici Postali autorizzati dal Ministero delle Foste e Telegrafi. Domandate sempre il Programma dettagliato. In Bari rivolgersi Pietro Bellomo, Corso Vittorio Emanuele 155, Saverio Carrassi di V. Via Abate tìimma, 7 p.p. y CASA di CURA per malattie el}ir*irgictje Diretta dai Dottori RICCHIONI, DI SANTO, CURCI BARI [ Via Andrea da Bari, N. 114 (Sezione donne) Via Sparano N. 117 (Sezione uomini) / TRIFONE DIASPARRO < 0 BAE1 — PIAZZA CAVOUB N. 13 14 * COMPLETO ASSORTIMENTO PORCELLANA \ RIGHARDGINORI * lochi me>x"viacl cJ« tavola > Caffè • Camera POEOELLAHB PEE F0BNITTO3 DI CAPPÌ • EIST0BA.T0BI ISTITUTI STOVIGLIE DI POPCELLANA RESISTENTI AL FUOCO SA ESEGUISSI DIETEO COMMISSIONE EICÒMPLETAUENTI SI QUALUNQUE SERVIZIO DA TAVCIJ^CAFFE'. 0ÀMEEA, EOO, Servizi da tavola in cristalli i lussimi — Lampade a sospensioni — Cande labri — Rosoliere — Servizi da toeletta — Vasi di fiori decorati, SI ACCETTANO COMMISSIONI DI SERVIZI DA TAVOLA RICCHI CON CIFRE MONOGRAMMI E STEMMI Sede centrale Torino — Agenzia per la Provincia di Bari: Via De Rossi 6 Movimento dei mesi di Gennaio e Febbraio 1900 Direzione e Gennaio Rappresentarne Soci nuovi inscritti nel mese N. S836 — Quote inscritte nei mesi N. 3847 Capitale InamovibileIncassato nei due mesi L. 263,290,— Rimanenza da convenire al 31 dicembre 1899 » 78,376,90 Spese p.l'acq. diL.12,000di ren.L. 240,300,— Rim. in cas. e B. d'it. al 28 Feb. e Coup. da esig. alla Cas. D.e P.> 101,366,90 Soci N. Quote N. Totale L. 341.666,90 Totale a pareggio L. 341,686,90 SITUAZIONI 28 Febbraio 1899 28 Febbraio Ì9OO 133,130 Soci N 149,073 176,519 26253Capitale . L. 4,000,262,5 Quote N C 197.284 197.28 Capitale . . . . L. 5,730,107,28 Si cercano d' urgenza in tutti i Comuni delle Provincie di Bari, Foggia e lecce. Agenti aventi cauzione e ottime referenze. Dirigere domande al Cav. Ing. Riuso Edoardo "Vìa De Rossi 5. Stoffe estere fittissime per uomo e signora. Timbri e placche in ogni genere. Copia' lettere con rubrica speciale di 500 fogli con legatura in tela e pelle L. 3,50. Inchiostro ropiativo a secco col quale viene eliminato: la pressa, i cartoncini, la pennellessa, il cecipiente per Vacqua; Bottiglia media L. 3,50. Dirigersi in Via De Rossi 5. Stabilimento Fotografico ili prim' ordina di E!. Bambocci Corso V. E. 54 — BARI Premiato Torino Medaglia Bronzo. Firenze Esposizione Internazionale, Medaglia d'Argento. Nizza Diploma d' onore, Medaglia d' oro e eroo* di merito. Poitiers internazionale medaglia d'oro. Internazionale cartoline Venezia Medaglia Ora. Marsiglia Diploma d'onore Madaglia d'oro* Croce Insegne. ! Marsiglia Diploma d'Onore, Medaglia d' Oro. Gand Medaglia d' Oro. ; Si lavora il vero Platino Inglese. Unico in Italia nella lavorazione della meravigliosa carta Giapponese. Un ingrandimento al naturale L. 5* Sei Gabinetti » 3. ISTITUTO CONVITTO (INGABELLI Fondato nel 1859 PIÙ VOLTE PREMIATO BO LO ONA Approvato dalla R. Autorità Scolastica Direttore Cav. L. Ferrerie» Scuola elementare, tecnica, ginnasiale. Corso speciale di Com[mercio —R. Istituto Tecnico. — Cor[si accelerati pel Liceo. — Prepara {tori agli Istufiti Militari. 1 II Collegio è aperto tutto l'anno.— [Scuole autunnali per le riparazioni.— (Retta annua mite con riduzione per i [fratelli o per più di tre alunni proJ [venienti dallo stesso paese, Presiede Commissione Cittadina di' [vigilanza. j I Per programma e schiarimenti rif volgersi alla Direzione. I Via 8. Vitale IV. 56 Come ci vien riferito acquistando V ><xpK purgativa « Hunyadi Jànos » bisogna «Ter* la precauzione di esigere che su ogni etichetta •ia stampato il nome di « Anilrea» •nda «vitare dannosa imitazioni. TUCÌMSSI'UÀ Firenze • Via S. Reparata, 62 (Palazzo appositamente costruito nell'an" no 1891). Convitto ed alunni esterni Scuole Liceali, Ginnasiali, Tecniche e Commerciali, Scuole d'Agricoltura per I proprietari con poderi sperimentali, Preparazione atta Scuola di Scienze Sociali. Classi Elementari per pavimenti, muri, legno mattoni ecc. presso il Signor Nicola Delio in Giuseppe _ Bari Piazza Cavour N. 40. Signori Industriali volete macchinario gratto ? Impiantate motori inglesi a gas della più gran fabbrica del mondo con generatori di gas povero, che oltre a non occorrere più acqua vi rinfrancate il macchinario in breve tempo con la sola economia sulla spesa del combustibile. Gratis schiarimenti, cataloghi e preventivi di Motel a gas ed elettrici, Torni,Panatrici, Molini a cilindri, Macchine a vaj pore, e qualsiasi specie di macchine per la lavorazione del ferro e del legno. Rivolgersi ai signorklng.M. Barbone e C,Barl Via Cairoti 84. Giardino per l'Infanzia premiato dal Ministro della Pubbliea Istruzione Bollettino dell1 Istituto per gli atti Ufficiali 11 Dentista Clemente dovendo visitare 1' Esposizione di Parigi, e le Oliniche Odontoiatriche di Londra previene IH sua spettabile cliencela che il suo gabinetto resterà thiuso sino al 20 Settembre. nel primo centenario della sua morte NUMERO UNICO Edito dal Prem. Stab. Tipografico AVELLI NO & C. Prezzo lira UNA Stek Tip. Mercoledì 19 Settembre 1900
Conto corrente con 1» Posta Anno XiV pere N ITALIA . ALL'ESTERO Jk. t31> o o.** m e. *x t:o . Anno L. »O — Semestre L. IO — Trimestre L. 5 . Anno > 35 — Semestre » 2SO — Trimestre » «O Ili Abbonamenti si ricevono presso l'Amministrazione del giornale in Bari e presso tutti gli uffici postali del Regno — Pagamento anticipato. Uà numero, Gent. 5 Arretrato, Gent SO UFFICI DI DIREZIONE, AMMINISTRAZIONE e Stabilimento Tipografico — Vico Prefettura N. 1. Direttore Cassano Le ItfSERZIOtfì A PAGAMENTO si ricevono presso il PRIMO UFFICIO DI PUBBLICITÀ BARESE, corso riti. Bm, m e no, rappresentante per la pubblicità dell'Amministrazione del Corrùre etile Puglie Tari/fa: Prezzi o spazio di linee di 7 punti. IV. Pagina «om^suii 50 — III. Pagina L. 1,53 — Corpo del giornale primadellJ firma del gerente L. 2,00 — Avvisi funebri L. 1,50 — Comunicato, dopo la firma del gerente L. 2,00. — Pagamento Anticipato eia asaguiral presso il aaiidetto PRiUO UWICIDI P0H8UCITÀ BA.RSSK REGIA UNGARICA SOCIETÀ ANONIMA Di HAVI6AZIGHE MA«& ADRIA linea estiva Bari Marsiglia ARPAD > RAKOCZY 29 per Riposto, Reg99 <?«tt 1900 8>o Cai. Malta, Ca22Sett. ^""/tania, Messina,Pa» lermo, Napoli, Ge\nova, P. Maurizio, Nizza, Marsiglia. RAKOCZY ADRIA 20Sett. 1900 per Trieste eFiume. L C. DE FREITAS & C. per Rotterdalm, LUSITANIA verso 20 Sut/Amburgo e porti tembre 1900. .sud Brasile con PERGAMON 327 Ottob. ^trasbordo ad AmJburgo. Per «chiarimenti su noli ed altro rivolgersi all'agente Generale per le Puglie in Bari Signor TITO DI L AICARDI LE NOTIZIE DEL GIORNO Si annunzia che alla riapertura della Camera dei Comuni i deputati irlandesi da ranno battaglia llenssima al Ministero sulla questione del Transvaal. Però l'esito della lotta non da ombra di dubbio L'imminente fine di ogni resi stenza e la fuga di Krùger danno al MiDistero una forza anche maggiore di quella che aveva all'apertura delle ostilità. Al ministro Chamberlain sono stali offerti numerosi collegi elettorali; ma egli resterà fedele a Birmingham. * * Le dichiarazioni fatte dal sig. Pietro Carp, ministro dirigente del gabinetto ru meno, e comunicate per telegrafo a tutti i giornali, lascerebbero sperare che il conflitto rumenobulgaro possa essere evitato con reiativa facilità. Il sig. Carp ha categoricamente smentito i preparativi di guerra che si attribuiscono alla Rumenia; l'esercito è sempre sul piede di pace, sebbene, tal quale è, pienamente in grado di tutelare l'esistenza e la sicurezza del regno. Smentisce le notizie diffuse a S'.ifla in torno a maltramenti che sarebbero inflitli nelle prigioni rumene a sudditi bulgari; si sono fatti alunni agresti, senza distinzione di nazionalità, in persona di individui convinti di assassinio, e il processo si fa regolarmente. Finalmente il governo rumeno è con quello bulgaro in tali relazioni da non temere una guerra regolare; quanti a incidenti isolati alle frontiere, essi sarebbero prontamente repressi con misure di polizia. Il governo del re Carlo è forse meno tranquillo di quello che voglia parere, ma in ogni modo è preparato a qualunque evento. PER BARI L'on. Sonnioo, col suo articolo di cui ieri ci siamo occupati, iovoca la tregua tra i partiti e i gruppi parlamentari come supremo rimedio a ricomporre gì' intenti e le aspiraziooi in un organismo che agevoli l'azione dello stato. E ieri noi abbia m detto che di questa invocazione bisogna tener conto, tanto più perché viene da uoo dei capigruppi parlamentari, a cui si è attribuita l'ostin. ziooe astiosa del dissidio. Senza attenuare, con apprezzamenti sul carattere dell'uomo, il valore dell'appello alia concordìa, noi lo riteniamo ispirato ad una necessità pratica dell' ora, in cui ogni dissidio rende più fatale la coDdizione del paese. * • Né questa invocazione deve essere limitata alla sfera del parlamento. Essa bisogna che si diffonda, che si aggiri in ogni città, in ogni comune, e specialmente dove l'ira dei partiti trascende iu rabbia di fazioni, dove i rancori acuiti rendono tormentoso il presente, fo sco l'avvenire E pur troppo tra queste città, tra questi comuni vi ó la nostra Bari, in cui la violenza delle passioni straripa, iu cui io forme dei linguaggio perdono ogni serenila in cui le antipatie personali si trasformano in persecuzioni, le persecuzioni in rappresaglie e le rappresaglie in propositi di vendetta. * » DD 14 anni il nostro Corriere ha assistito alle lotte elettorali della nostra città, a molte vi ha preso parte, ha manifestate le sue simpatie, mi non si è mai pentito di trovarsi tra i combattenti, perché le lotte non hanno m.i perduto quel senso di educazione e di calma, che senza il più severo biasimo non dee mai perdere una città civile. Si era avversari nei due campi, che si contendevano il potere; ma gli avvera.ri all'indomani della lotta, nella lotta istessa, non si smarrivano tra le calunnie e le maldicenze, non premeditavano la rovina di alcuno, non sconvolgevano il cuore delle masse per metterlo a profitto o di ambizioni o d' interessi. Si era avversari nella vita pubblica serbando le più cordiali relazioni private, ma non si era nemici sino alla demolizione la più efferata. Ora invece si è nemici e le fazioni si accapigliano, perdendo l'obbiettivo, che si va proclamando a frasi fatte, ma che nel loro intimo pospongono alla soddisfazione del puntiglio, del dispetto, del rancore. Non vogliamo ingenerare con le nostre parole sospetti di deferenzi per Tutta o per 1' altra parte, ma non possiamo più tacere innanzi a uno spettacolo che compromette la pubblica tranquillità. Ricordiamo, e la ricordiamo a titolo di onore, la prima Amministrazione Capruzzì, da cui la città nostra trasse vantaggi, che non sono dimenticati. li comm. C pruzzi raccoglieva allora molte simpatie: perché ? perché oltre e sopra ai desideri dei partiti l'obbiettivo era sempre la mela, perché al risp >tto delle persone non si ma acava mai, perché gli atti dell'Ammiuis razione rimanevano fuori l'orbita dei furori partigiani. E ciascuno seguendo le tradizioni delie nostre Amministrazioni, sentiva 1 > religione del dovere innanzi al pubblico interesse. Ora no — nell'ultimo periodo suo questa seconda Amministrazione Capruzzi si è ispirata ad una tieverità che si è ritenuta come una provocazione, ha compiuto degli atti che han creato dei martiri, e peggio, non ha avuti una parola di sdegno per funzionar! municipali che hanno pubblicamente oltraggiato il nostro rappresentante al parlamento, che pure è uno dei più autorevoli consiglieri comunali; o in una polemica d'indole estranea ad ogni ingerenza burocratica municipale ha permesso che un impiegato del comune fosse intervenuto, quasi che il Sindaco, cioè il più allo magistrato civico, avesse bisoguo dell'aiuto di una voce certo meno autorevole della <sua. Una serie di atti, di cui alcuni improntati non foss'altroad asprezza, han provocata la reazione della opposizione—ieazione violenta, non misurala, che hi ancora più rinfocolate le ire, le quali hanno sconfinato, specialmeufe nogli attacchi del'a slampa, da quei limiti che la polemica anche vivace permette. Da cosa nasci cosa; ed ora assistiamo ad un duello, che non ha j certo le sue attrattive, tra il Figaro, che o^ni giorno più rialza il livello della più cruda censura e il Cittadino, che, mentre infoca la tregua, prorompe nelle invettive contro" coloro, senza di cui li tregua rimane un' ipotesi. * • La stampa locale prende anch'essa la responsabilità di una situazione, per cui l'alto ufficio del Sindaco è messo in balia di commenti che si aggirano al di là degli uffici dei giornali tra gente poco tenera di ogni reverenza, o l'ufficio del depurato in balia della burb.nza di un graduato delle guardie municipali, che del suo operato ha risposto alla giustizia penalo, ma non alla disciplina municipale; come d'altra parie schiamazzi deplorevolissimi, che prendendo a pretesto una banda musicale, trascendono sotto la csa del Sindaco. * * Crediamo inopportuni i dettagli: potrebbero ancora destare nuovi sospetti e iiuove intemperanze. Quel che vogliamo constatare si è — né v'è cittadino di B ri che non lo riconosca — che Bari, la città civile, la cui cittadinanza è dedita al lavoro ed alla quiete, quella cittadinanza che non vive tra le fazioni e gli sgambetti del potere, sente la s'anchezza di queste lotte deleterie, sente l'ausia che i suoi maggiori uomini abbiano l'obbiettivo del pubblico interesse, ora in gran parte pretesto di popolarità. Vi sono questioni, per cui si dovrebbe aver 1' ansia delia soluzione: il lavoro agli operai; la triste prospettiva della chiusura delle fabbriche di bottameria se i rimedi non arrivano in tempo; la garentia del prezzo del pane, a cui l'Amministrazione municipile attende; e poi tante altre che tutti sentono, per cui tutti palpitano, ma che pur troppo, distraendosi il culto deilobbiettivo, sono rimandate al dimani di nuove vittorie o di nuove sconfitte. * E' l'oggi invece che incalza, l'oggi che bisogna pure s'ispiri a moralizzare !epolemiche e a renderle accette alla stampa educata; è l'oggi che incalza perché questo persistente e progressivo scandalo alle masse, così buone e cosi laboriose, non ne scuota il senso morale, cosi come esso è pervertito nei faziosi; è l'oggi che incalza, perché cessi quest'orgia di declamazioni e d'ingiurie, che devasta reputazioni e prestigio e autorità. Ripràtiniamo il rispetto di tutti e non si faccia facile uso di una penna e di un po' d'inchiostro per avvelenare un ambiente, in cui si è abituati a rispettare e gli eletti della nazione e gli eletti della città; e ripristiniamo la fede nell'azione della Rappresentanza Municipale, arrestandosi questa sulla china di deliberazioni, di nomine, di esclusioni, che hanno una tinta troppo carica di ostilità partigiane. Si abbia la lealtà di invocare la tregua per ave e la tregua. Il Prefetto comm. Nanni Seta con visione provvida tende alla pacificazione: si adempia al dovere da quanti amano la città uostra di coadiuvarlo. E sovratutto questa cooperazione abbii lealtà uel fine: la pacificazione non sia una parola o una lustra per macchinare altri torti per gli avversari o per ballottarsi altre accuse. La pacificazione si senta come un dovere al cospetto delia città che guarda; e si senta come un interesse dalle classi dirigenti e specialmente da quelle che sono al potere: o esse avranno la responsabilità di giorni che possono essere dolorosi. •UOMINI E COSE Le cento trentadue bambole di Balmoral. Si tratta delle bambole che hauno allietato la fanciullezza della [Regina Vittoria d'Inghilterra! Non erano punto le belle dame dalla testa di porcellana o dì cera, come le piccole meraviglie che diamo attuai mente in mano ai nostri figli; esse non avevano degli occhi di smalto aprentisi e chiudentisi a volontà; non parlavano e perché rimanessero ritte bisognava fissarle su dei sostegni a punta. Brano semplici bambole olandesi, tagliate nel legno a colpi di falcetto, come ne possono possedere attualmente le bimbe del Transvaal!.. Le loro bocche, i loro nasi erano disegnati con una pennellata di rosso; altre pennellate di carminio ben ro tonde e ben vive figuravano sulle loro guancia i colori della salute. Un po' di stoppa bionda a guisa di capigliatura, delle braccia rigide, delle gambe rudimentali, ecco quelle dame! Ma Vittoria possedeva, con delle dìia d fata degli occhi di mosca. Si mise ad or narle al bene che fini per trovarle vezzose Le vesti essa stessa, ad una ad una, tagliando e cucendo le loro vesti, ricamando le loro cuffie, le loro camicie, i loro faz zolet i.. dei corredi interi. Mai soddisfatta, mai stanca, essa teneva il registro de' suoi lavori e stabiliva gravemente lo stato civile delle sue minusco le suddite, prima di presiedere un giorm al censimeuto dei suoi popoli. « * In una stanza fra le più remote e inti me del castello di Balmoral, in Scozia, s. trova ancora quasi at completo, tutto questo piccolo mondo delle bambole della Regina. Essa le ha preziosamente conservate quali esse furono un tempo abbellite dalle sue mani. Ve ne sono centotrenta due. La maggior parte di queste bambole sono nate fra il 1830 e il 1833. Esse rappresentano le ime, delle dame di corte con le loro flsonomie particolari e le loro toelette caratteristiche; le altre dei commedianti, dei cantanti, o delle ballerine comparse in quell'epoca sui teatri di Londra in spettacoli del repertorio infantile, Per abbigliare quelle principesse della città o della scena vi sono delle vesti e dei mantelli che hanno l'aria di esseri stati tagliati con la lente; dei grembial con tasche dove non entrerebbe un pisellc e dei nodi di nastro che la stessa Regin Mab non sarebbe capace di sciogliere. Quelle bambole hanno dei fazzoletti d due centimetri quadrati, orlati a giorno e ricamati con la loro cifra. Essi hanno dei gioielli per loro busto, per loro collo, per le loro dita... L'ingegnosa creatura che aveva ideate tutte quelle meraviglie si è vista interdire nel 1834 di continuare un tal giuoco che non era più della sua età. Essa stava per diventare regina: non aveva più il diritto di divertirsi. Allora * la principessa chiuse preziosa . mente i centotrentadue personaggi dei [ IUOÌ sogni gi vanili, ed essi giacciono, da , lessaataoinqne anir, immobil>, in fondo alle oro scatole, negli armadi. * « Fortunatamente delle persone che li hanio vedut1, ce li banno descritte. E'wi hanno ritrovato fra quelle bambole a Malibran, sotto la veste che la grande rtista portava per cantare la romanza del Salice; Rubini, nel suo giubbetto di velluto; la Pasta, in costume bianco e oro; Viaria Taglioni, in sottana di garza bianca; Musard, in costume di clown orpellato; e sorelle Ancillon, camuffate da silfidi. Essi hanno riconosciuto nella collezione personaggi del ballo di Kenilworlh, eseguilo nel 1829, e che aveva entusiasmato a bimba al punto ch'essa riprodusse fedelmente Leicester, Amy Robsart e la tessa regina Elisabetta tutti nel costume del loro tempo e nelle attitudini loro proprie, in mezzo a mobili minuscoli destinat; a ricordare i fasti dell'antica Corte. « Zerlme et Azor », la « Bellet et la Bete », la « Belle au bois domant »: tanti racconti che dovettero entusiasmarla, poiché ne copiò gli eroi. Ma Vittoria si era applicata inoltre a riprodurre le flsonomie e 1 costumi delle persone del suo entourage. Era la donna di governo con la stia a ria degna, il suo viso risplendente di sauté, la sua ricca cuffia tutta a pieghe, il IUO grembiale violetto. Essa tiene le chiari della lingeria e sembra sgridare la domestica. Accanto ad essa, ecco la casta fanciulla vestila di mussolina bianca, con un man,o di pizzi e un severo cappello di quacchera che incornicia il suo viso dagli ocelli abbassati. Suo padre, il duca dì Kent, voi lo trovate un po' più lun^i, quale la principessa Vittoria, che non lo aveva punto conosciuto, lo immaginò dai suoi ritratti: egli ha dei calzoni verdi, uo corpetto bleu una redingote noisette che gli sale fino alle orecchie. Disgraziatamente egli ha perduto il cappello. Particolare grazioso e comico a un tempo: il sentimento materno covava si bene n quella giovane anima che quasi tutte e sue bambole hanno dei figli, dei minuscoli bebé in fasce. La contessa di Rolliesay ne ha uno, e conte di Leicester pure, e cosi Musard la Taglioni, e perfino la regina Elisabetta che tuttavia si vuole morisse vergine... Piccola posta A tutti — .' arsifal è assente. Per finire L'ultima. Previdenza: Nel momento dì partire per un viaggio che durerà una sett mana, Puntolini chiama suo figlio e gli da una solenne quanto energica correzione sulle parti molli; il piccino grida. La mamma accorre. — Ma che cosa ha fatto ? — grida la sensibile genitrice. — Nulla — risponde il grand'uomo —ma siccome durante la mia assenza farà certo qualche mariuoleria, cosi lo castigo in anticipazione. ViceParsifal IL CONSIGLIO PRIVATO DEL RE? Roma 18. — (M.) Taluni hanno preso sul serio l'ipotesi della costituzione di un Consiglio privato a fianco al Re, e sull'ipotesi, che anche io telegrafai per debito di cronaca, vanno ancora inte^ndo i ragionamenti più strani. In linea di fatto, è un'ipotesi senza fondamento, tanto più che i consiglieri immediati del Re sono il suo aiutante di campo in primo, ed il ministro di casa reale, i consiglieri ufficiali sono i ministri, i consiglieri di fiducia sono i cavalieri dell'Annunziata e tutti i personaggi che il Re volesse consultare. In linea di diritto poi la questione presenterebbe delle serie difficoltà, perché, o questo consiglio si riduce ad un semplice ufficio d'informazioni al quale bastano pochi funzionarii intelligenti; ovvero va più in là e non sarebbe compatibile con quella monarchia liberale che il Re ha dichiarato di voler difendere con energia. C'inunqu", l'ipotesi è priva di fondamento. Le condizioni delle prefetture e «lei prefetti Roma 18 — (M ) A conforma dì quanto vi ho ieri telegrafato, rilevo &*WAgenzia italiana : 11 direttore generale dei servizi amministrathi, comm. Cavasola, badato mano allo studio preliminare sulle condizioni delle prefetture e dei prefetti. La situazione non sembra del tutto normale. Si hanno parecchie prefetture vacanti; e un numero quasi doppio di prefot ti o in aspettativa, ovvero a disposizione del Ministero, mentre i consiglieri delegati che non esercitano le loro funzioni eguagliano se non superano il numero delle prefetture vacanti. Questo insieme di cose esige una siste mazioue tanto per il servizio pubblico, quanto per le conseguenze finanziarie che ne derivano, e lo studio che si sta facendo servirà di btise al movimento di prefetti che sarà sottoposto al Consiglio dei ministri nel prossimo ottobre. FON. SONNINO E IL MINISTERO Roma 18. — (M.) L'articolo che l'on. Sonnino ha publicato sulla Nuova Antologia, e di cui avete già pubblicato un largo sunto, è variamente commentato fra i pochi parlamentari che trovansi in Roma. Gli amici stessi dell'on. Sonnino riconoscono, con un certo senso di serpresa, che egli mette molta acqua nel suo vino della politica a base di compressione, della quale fu il principale ispiratore durante il ministero Pelloux e specialmente nello sciagurato periodo parlamentare, che pre se nome dallo ostruzionismo. Gli amici dell'attuale Gabinetto constatano con soddisfazione come fossero destituite dì fondamento le ripetute asserzioni che l'on. Sonnino e i suoi amici si proponessero, alla riapertura del Parlamento, dì muovere in guerra contro il ministero Saracco. Questo infatti — a parte i vari pensieri di legislazione economica ed amministrativa — è il significato parlamentare pratico ed immediato dell'articolo dell'on. Sonnino. Egli ammonisce i suoi amici che, piuttosto che guerroggiarlo, intende dare il suo appoggio all'attuale Ministero, cooperando alla concordìa di tutti i costituzionali. i PELIEGRINÀGGI Roma 18. — (M.) Ecco l'elenco dei vari gruppi di pellegrini che hanno preannunziato la loro venuta al Comitato generale per la corrente settimana: diocesi di Livorno, arcidiocesi di Colonia, gruppo francese operaio; anche i terziarii del Belgio, dell'Ungheria, del Veneto e del Piemonte arriveranno in gran numero pel Congresso che verrà inaugurato nella chiesa dei Teatini di Sant'Andrea della Valle sabato prossimo. 11 Comitato generale di Roma per i pellegrinaggi ha fatto pervenire ai capi dei diversi gruppi riservate raccomandazioni perché tutti si astengano da alti che potessero dar luogo ad attriti colla cittadinanza romana o a misure di rigore per parte dell'autorità. In questo è prevalso il partito dei più temperati, contro gli altri che volevano evitare di dar consigli di prudenza, desiderando anzi che accadessero fatti su cui poi levare le solite querimonie. 11 pellegrinaggio tado atleso e che tanto ha tardato ad organizzarsi quello in glese, partirà nella prima quindicina di ottobre. E' però assai dubbio ancora che vi prenda parte alcuno dei membri più insigni del laicato cattolico Romano, che pur dimostrandosi devoto alla cattedra di San Pietro, non segue con alcuna simpatia le fasi della politica vaticana e non partecipa al feticismo che vuole sostituirsi nella chiesa al ragionevole ossequio. L'Italia e il conflitto bulgarorum Roma 18. — (M.) L'on. ViscontiVenosta, tornato, dopo la cura di San Pellegrino, in ottime condizioni di salute alla Consulta, vi ha trovato, oltreché quelli importantissimi riguardanti la questione cinese, dispacci di una certa gravita a proposito del conflitto bulgaro rnmeno. Come si sa, il Comitato macedone, costituito in massima parte da elementi rivoluzionarii bulgari, accusa la Rumenia di atteggiarsi a gendarme della Turchia, per impedire alla Macedonia di scuotere il gioco ottomano e conquistare la propria autonomia. Il Comitato imponendosi con ogni mezzo anche col terrore, trascina l'opinione pubblica ed ha tratto dalla sua la maggior parte dell'ufficialità bulgara, che spinge alla guerra contro la Rumenia. Il Principe, che pare non si senta la fòrza di dominare la situazione e teme d'es sere travolto, indugia il suo ritorno a Sofia, mentre la situazione va di giorno in giorno aggravandosi e gli eserciti della Bulgaria e della Rumenia si preparano alla guerra, che lo scoppio di un qualsia si incidente di confln s potrebbe, da un'ora all'altra, rendere inevitabile. Le due potenze maggiormente interessate al mantenimento della pace nella penisola balcanica, Austria e Russia, adopran i tutta la loro influenza per evitare il conflitto; ma sembra oramai non facile evitarlo. Per la qual cosa fervono trattative fra le maggiori potenze allo scopo di preparare In cose in mod"» che, non potendosi impedire la guerra bulgarorumena, essa debba rimanere assolutamente localizzata tra quei due soli Stati balcanici. L'Italia, anche in questa intrigata quistioue del vicino Oriente — che minaccia d'acutizzarsi contemporaneamente a quella cinese — cerca di fare opera di conciliazione fra le varie e spesso opposte tendenze degli Stati maggiormente interessatisere presso Sua Maestà interpreto della nostra simpatia ed assicurarla del nostro formo desiderio di continuare con essa a migliorare costantemente le relazi ni di amicizia e di buon vicinato, cosi felicemente stabilite fra ì due paesi. Voi compiacetevi pure di presentare a Sua Maestà ì voti che la Francia e il Governo della Repubblica fanno per la sua felicità e per la prosperità dell'Italia. ». Loubet nomina quindi Baldissera Gran Croce della Legione d'onore, e Marciani nt'flc.iale dello stesso ordine. La Missione italiana a Ramhotillet I discorsi di Baldissera e di Loubet Parigi 17. — Ccpzìer si è recato allo ore 17, in vettura di gaia alla daumont, a prendere Baldissera, Marciani e il generale Laurent, che rivestivano l'alta uniforme. Le vetture erano scortate dai corazzieri. Giunsero alla Gare Montparnasse alle diciassette e trenta. Un treno special* in cui salirono pure il conte Tornielli ed i membri dell'Ambasciata, li trasportò a Rambouillet. ove Loubet offri loro stasera un pranzo intimo. La missione arrivò alle 18,30 a Rambouillet. Alla stazione e al castello si sono resi gli onori militari alla missione. Loubet ricevette la missione circondato da Delcassé e dal personale d«lle sue Case civile e militare. Baldissera, presentando a Loubet una lettera del Re d'Italia, disse: « Sua Maoslà il Re, mio augusto Sovrano mi incaricava di rimettere all'Eccellenza Vostra IH lettera con cui annnnzia il suo avvenimento al trono. Sua Maestà, nell'affidarmi questa onorevole missione, mi ordinò di esprimere a Vostra Eccellenza ì sentimenti di alta stima dai quali é animato verso la vostra persona. , « Sua Maestà mi incaricò inoltre di confermarvi a viva voce tutta la sua simpatia e la sua amicizia inalterabile pella Francia ed assicurarvi che dal suo canto ha ferma intenzione di rendere sempre più cordiali le buone relazioni felicemente esistenti fra i due paesi. Questi sentimenti di re Vittorio Emanitele sono divisi da tutta la nazione italiana. » Loubet cosi rispose; « Generale! Mi compiaccio della scelta che re Vittorio Emanude fece della vostra persona per rimettermi la lettera cou cui Sua Maestà mi annuncia il suo avvenimento al trono. Vi prego porgerle i miei sinceri ringraziamenti. « Profondamente commosso pfi sentimenti che mi esprimesse a nome del vostro augusto Sovrano pella Francia e pel presidente della Repubblica, vi prego di esIL BRIGANTE SERVONO UCCISO (nostra corrispondenza) Cassano Murge 17. Giuseppe Capriati. Eccovi maggiori particolari sull'uocisione del famigerato Servodio che ha fatto parlare di sé anche troppo da qualche tempo. E' questi quel bandito che, dopo avere quasi vent'anni or sono, assassinato il sindaco di Cassano di quell'epoca signor Raffaele D'Ambrosio, scontata la pena, ara da due anni tornato dal carcere. Pare che, dopo essersi rivolto parecchie volte a coloro che, a quanto egli diceva, a suo tempo lo avevano spinto al delitto, per avere il premio promessogli, dietro il diniego di costoro si fosse deciso quattro mesi or sono ad ammazzare tal Ciocarone Tommaso, e subito dopo si rese latitante. Perseverando ancora nei tuoi disegni di vendetta, quasi uc mese fa uc eise un secondo individuo certo Petronl Antonio, il quale credesi fosse d'accordo con la locale autorità di pubblica sicurezza, per consegnarlo nelle sue mani. Questi fatti, insieme ad altre minaccio di morte contro altri individui, avevano generato tale orgasmo nella popola2Ìoae di Cassano da far impensierire seriamente chi s'avventurava per questi luoghi. Fu disposto un attivissimo servizio di perlustrazione, ma fino ad oggi tutto era riuscito vano. Faceva pena vedere i poveri carabinieri nscire dalla caserma in tutte le or? e percorrere la campagna per ritornare poi, dopo nn lavoro inumano,senza conchiudere nulla. Si leggeva sul volto degli abitanti, lo scherno ed il dileggio, quando i poveri vigili tornavano in caserma. Finaimenta ieri, mentre il popolo di Cassano, in piazza tumultuava per i fatti demaniali, ad un tratto, il brigadiere di questa stazione oi carabinieri che trovavasi in piazza per sedare il tumulto, fu avvisato da qualcuno che Servodio trovatasi in una località che gli fu indicata, lmmantinenti senza più badare al tumul lo i carabinieri >pa> rirono, e, versn le ore 13 e mezzo vedemmo giungere in paese sei arrestati fra i carabinieri e le guardie campestri. Ed ecco t'accaduto : l'individuo che avverti il brigadiere, gli disse che il bandito trovavasi in contrada Masole, in ona masseria detta Pantalone fra Cassano e Santeramo. Prima di partire il brigadiere telegrafò alle stazioni di Acquaviva, Gioia e Santeramo per i rinforzi, ma questi giunsero sul luogo a fatti compiuti. Per farsi un'idea del luogo dove il fatto è avvenuto, bisogna figurarsi on'awalamento fra due murge, con terreno macchioso e molto ripido. Ivi sorge la masseria la quale invero pare una trappola. Perché Servodio sempre cosi accorto ieri ci si facesse cogliere, va notata uua circostanza. Fra gli arrestati sul luogo vi è un Francesco Servodio, zio dell'ucciso, il quale la mattina, molto presto fu veduto in chiesa, a Cassano, per la messa. Vieto che in piazza v'era tumulto, questi s' affrettò a raggiungere il nipote per dirgli che stesse tranquillo per quel giorno, che la forza era in paese. Servodii» si convinse, ma per misura di precauzione aveva appiattati fra i cespugli due ragazzi in vedetta, ragazzi che j sono in arresto. Subilo i carabinieri s'tnapadronirono di essi e domandarono loro se Servodio fosse nella masseria. Fprse i ragazzi dovettero esitare o confessare, i certo che i carabinieri si fecero avanti e circondarono la masseria. Servodio che stava sempre in guardia, usci dalla porta principale della casa e guardò nella campagna. Li vide i carabinieri e M dette indietro; tornò nella casa e, toltosi le scarpe e la giacca cercò di fuggire per la corte. Anche 11 vide un carabiniere che fu poi quello che l'accise, e un certo Migliacci di Bari, ex carabiniere ed ora guardia campestre a Cassano. Erasi avvicinato ad un guadello nella parete, ma contrariato alla vista del carabiniere riscavalcò il muro e tornò nella corte. 11 bravissimo csrabmiere Pellegrini Salvatore domandò a Migliacci: E' quello Servodio? Si, rispose Migliacci ed allora il primo fu lesto a prendere il posto occupato prima dal bandita Ci fu un'alternativa di alcuni minuti fra il carabiniere che gli intimava la resa e Servodio che cercava un punto per scappare. Alla fine quest'ultimo che erasi accoccolato si levò un poco e guardò per un'altra via di scampo. Ma anche li vide carabinieri; allora fece fuoco in quella direzione. A questo rispose Pellegrini che lo colpi alla tempia e lo fece stramazzare. Allora gli furono tutti addosso e lo finirono. Ho visto il cadavere che è crivellato di colpi; sul solo braccio destro ce ne sarà una dozzina. Non vi dice poi della schiena. 11 cervello ne schizzò fuori per la ferita alla tempia. L'impressione in paese è enorme. Stamane alle otto si è recato su) posto il pretore da Acquaviva per le consiatazìoni di fatto. Alle dodici poi hanno portato il cadavere al cimitero passando per il paese. Seguiva il traino una folla enorme. Oggi alle quattro ci sarà l'autopsia alla quale ho ottenuto di assistere, perciò ve ne informerò subito dopo. Della questione demaniale vi informerò in seguilo. «ELIE TUE PllSllE (Lettere, Cartoline e telegrammi) t ALIA PROVINCIA DI BARI Cassano JS. — Arrivo di tmp<a. — Temendosi disordini per questioni demaniali sono arrivati cento soldati a tutela dell'ordine. Mercoledì 19 Settembre 1900
CORRIERE DELLE PUGLIE depurativo e rinfrescante del sangue Chi soffre di mali di stomaco, dell' intestino, del fegato, della vesc'ca, della pelle; di gastricismo, stitichezza, emerroidi ecc. non dovrebbe fora a meno di iatraprendere subito la cura di questo meraviglioso depurativo giudicato da Medici iusigui di effetto rapido e sicuro e di sapore gradevole. Liquido L. 1,40 la bottiglia — I» pillole L. 1,50 la scatola per posta aggiungere centesimi 20. Importante opuscolo illustrativo viene spedito gratis a chiunque nefaccia richiesta AL DEPOSITO GENERALE PAGLIARI & G. Firenze Via Pandolfini ^ E' la sola Polvere da usarsi in tutti gli edemi, scaldamenti di pelle, rossori della prima età prodotti dall'azione del1 nrina, nelV eczema, nell' erpete e nelle parti genitali quando o per Obesità o lungo cammino s' infiammano reeadon molestie, e per l'abbondante sudore specialmente ai piedi. Scatola da gr. 250 L. 1,20; da 500 L. 2, Bust» O o. m. pione O|&O Vendita presso l'autoee Farmacia Cav. Uff. D'EMILIO ALFONSO, 5 Via Imbrumi con laboratorio Chimico Industriale {fntend. Finanze) Napoli, Deposito Generale PAGÀNSNI VILLANI & C, BARI Milano, Napoli ed A. Manzoni, Milano, .Koma — Depositi G. B. Ltppolis, B. Morelli, G. Loconsole Bari — Levi Ljon Tuuis — Leone Oatanzaro — Bertolani e Farmacia S. Germano Modena Zarri — Veratti Bologna — Monteleone Tarante — Vanii Stradeìla Cav. Rognoni Torino — Scrudato Catania — Pasca L. eoe —Dato Palermo — Petriccione Lezoehe Marra Lupo d'Emilio Torta 8. Gennaro Tortora Imbert, Lanciotti Napoli — Deposito Generale. Per le Americhe G. De Nicola — Alessandro d'Egitto e Cairo Gennaro Marchetti e C.e Bouibay Danovara e C.ie. Gli esperimenti finora eseguiti siili' Emetoslo dei Piof. Reale per allontanare la musca oleariadall' olivo sono perfettamente riusciti. Consigliamo quindi tatti i proprietari d' oliveti ad usare 1' Emetotio con sicurezza di buono esito. Basta fare un'applicazione in Agosto o Settembre, perché 1' Emetosio è molto aderente alle foglie e le mosche non avvicineranno più P olivo. Opuscolo gratis a tutti. Abbiamo interesse a che gli esperimenti siano fatti sulla pii vasta scala possibile, quindi anche per le importanti modifiche dell' Emetoslo, il prezzo per quest'annata è ridotto a lire novanta il quintale, mercé franca in tutte le stazioni del Regno per almeno Kg. 60—Pacco postale Kg. 3 L. 8,60; di Kg 6 Lire 6,60 in tutto il Regno. Valuta anticipata ali' unica fabbrica Lombardi e Contardi— Kapoli — Via Boma 28 p. p. Si è finalmente risoluto l'antico problema di arrestare la caduta dei capelli e promuoverne lo sviluppo. — La Rldnlna Lombardi e Contardi raggiunge perfettamente lo scopo.— ATTESTATI: MoroKO (Cuneo) 4.4. 900. Favorite inviarmi un altro fl. di Ricinina essendomene trovata soddisfatta. Con stima vi rivenseo, Caterina Dogliani. Ravenna 22.4.800. Vorrei che anche questa volta m'inviassero un fl. della loro rinomata Ricinina un vero rimedio « efficace pwr ì capelli, » — Con stima e rispetto Giulia Eivalta — Sobborgo Saffi n. 8. — Oramai tutta l'aristocrazia usa la Rielnina Lombardi e Contardi. Si prepara gratis come tintnra a gradazione,— Costa L. 5 il fl. e per posta L. 6,75 in Italia—Quattio ftaecons Pr. 20— cura completa in tutto il Mondo, valuta autioipata ali' unica fabbrica Lombaidi e Contardi — Napoli — Via Roma 28 p. p. Con 1' Ubo della 8mitaolna Lombardi e Contardi unita al ioduro di potassio l'stnEQala'o di sifilide vede ecompatire tutte le sue tuacifestaziooi, riacquieta ta salate perfetta come se mai avesse sofferta la terribile malattia. Gli osanna e le benedizioni dei guariti proclamano que&ta onra come la migliore e la più tacile di quanto la scienza abbia suggerito inora. Scompaiifecouo • nbito 1 doloretti vsganti, le macchie per In pelle, gì' ingorghi glandolari e tutte le altre rnarif»ptBzioii. E' l'unica cura che può farsi in tutte le stagioni a Tangs, nell'Africa fedeltà si è praticata con successo e senza inconvenienti in Luglio ed Agosto. La cura compieta costa L. 21 in Italia e si bpedisce in tutto il Mondo per franchi 26 anticipate all'onic» fabbrica Lombardi P Contatdi, Napoli Via Rome, 28 L'efficacia meravigliosa dell'Analettico Senesi VERO preparato solamente dall'unica fabbrica Lombardi e Contardi, é un fatto assodato per la cura rad.cale di tutte le malatt e dello stomaco ed intestini. L'ammalato ottiene beneficio imi mediato ed in quaranta giorni di cura si trova pertt ttamente guarito. Bisogna evitare le fal«ihcadoni, la vera ed unica ricetta è in possesso dell'unica fabbrica Lomhardi e Contardi. La cui» completa per la forma atonica con stitichezza costa L. 36; per la tonta putrida, (con diarrea) costa L. 24; per la toima acida, costa L. 18; in tutto il mondo. Flaccon di saggio L 7 anticipate ali' unica fabbrica Lombardi e Contardi, Napoli Vìa Roma 28 p. p.Memoria gratis, chiedendola con cartolina doppia. Da quaranta nnni tutti i medici e tutti gli ammalati riconoscono nella Ltehenlna Lombardi vera I' Unico rimedio conti o la tosse ostinata, catarro, bionchite, influenza, bronco' alvei lita e quaLsiusi allattiti dei bionchi e dei polmoni. E' necessario però ricordare che molti immorali farmacisti e dioghieri falsificano, questo eccellente prodotto, o stupidamente lo imitano col loro nome. Raccomandiamo non farsi ingbimare, né suggerire altre prepai azioni, ma pretendere invece esclusivamente la Lichenina lombardi vera rimedio per eccellenza contro la tosse ostinata (Cardarelli). Costa L. 2 in tutte le buone farmacie e si spedisce per L. 2,50 in anticipata ali' unica Fabbrica Lombardi o Contardi, Napoli,tutto il Mondo. Valuta Via Roma 28 p. p. Fra tutte le cure contro la tisi o tube colosi polmonare l'ammalato scelga quella più dirotta ed efficace e che ha dato il più gran numero di guarigioni definitive e stabili. Le inaluioni di «sspnza di menta piperita con 1' uso della Llche i nbw *l oreototo ed essenza di menta costituiscono la cara migliore contro il terribile male. Scompariscono i bacilli dal' V «spettorato, cessa la tosse e la febbre con aumento del JMW> d»l corpo, NumeiObi^eirre guarigioni in Italia ed alP «stero. Memoria gratis chiudendola con cartolina doppi». La Liohenina al creosoto ed essenza di meDta costa L, 3; p«r posta L, 3,60 in tutto il Mondo. Valuta anticipata ali" unica fabbrica Lombardi e Contar i Napoli Via Roma 28 p.p ticipati «11' unica Tutti sono finalmente convinti che per prevenire e curare la blenorragia, goccetta, restringimento 1'unioo rimedio vero scientifico é dato dalla Iniezione antisettica, di effetto meraviglioso e miracoloso. Dopo poche applicazioni cessa ogni irritazione e la più ostinata secielione, distruggendosi anche il restringimelo. Attestati splendidi. E' il vero trionfo della scienza anti8 ttica sull' empirismo volgare praticato fin' oggi dai ciarlatani ed impostori. Ogni rlaccon con dettagliata istruzione < osta L. 2,50, per posta L. 3,25. Quattro flaccons L. 10 in tufo il Resco; per l'estero meno la Russia franchi 12 anfabbrica Lombardi e Contardi, Napoli Via Roma 28 p. p. Stanchezza' facile irritabilità, attacchi di spleen, cambia mento di opir.ione per ogni piccola causa, senso di angosci*, iucuro, timoii di probabili mah, agorafabia, illusioni, debdfzza di mi morie, tendenza, al suicidio, frequenti battiti ni cuoie, ariefeù n< 1 polio, rtpido ariossimento e impallini mento del volto o sfinimenti, dolori di testa, dolori alla t'osi bttta del cuoie, costipazione, abbondanti btidori ecc. ecc. tono i sintomi più o meno frequenti della ueur stenia. La cura p ù efrtcace e radicale è fornita dal Rigenoratore « Granuli di Stricnina precisi Lombardi e Contarar Si ìioignuiKZhno tutte le funzioni, si liacquista la trancon le forze ed in piacere di godete la rifa. La cura comcosta L. 18 in Italia e si spedisce il tut'o '1 Mondo per franchi 20 antic. all'unica Lombardi « Con*ardi Napoli Viti Roma 28 p.p. L» cura è util's.iina anche in està qmlli'à ed il b»r essere, pleta fnbb1" Migliai» di ammalati di diabete sono stati guanti radicalmente in tutto il Mondo con la cura Contardi. Si permette il cibo ìnHto, ottenendosi la scomparsa dolio zucchero dalle uriue e la ilpresa delle forze. Dopo gì' infiniti attestati pubblicati, d^po il giudizio severo di distinti medici, deve ritt • nersi che solo la cura Contardi guaH«fe il diabete. Si pratica in modo tacitissimo ubando le Pillole litlnate Vigler ed il Rigeneratore Lombardi e Contardi. Non vi e cura migliore, né bisogna farsi illudere dalla rkclatne fatta a scopo di lucio. La cura completudi un me e ___ costa L. 12 in Italia e si spedisce in tutto il Mondo per franchi 15 anticipati «D'unica fabbri, a Lombardi e Coutardi Napoli, Via Roma 28 pp, _^ . P P . _ N.B. La Ditte Lombardi e Contardi non spedisce contro assegno Per l'estero bisogna che il richiedente attinga notizia alla posta locale. Si prega non affidare mai denari in lettere semplici essendo ciò causa di dispersione; la Ditta non nt risponde. Depositarii nella Repubblica Argentina: L. Fischetti y C. Calle Esmeralda 668 BuenosAires. BUS Hi Distraggono le zanzare e preservano dalla malaria. SPECIALITÀ del premiato Laboratorio Zampironi, in Mestre 11* VENDITA presso tutte le farmacie, drogherie e profumerie la marca di fabbrica impressa mlfidibus e sulle scatole la firma dell' inventore Dott. GI0. BATTA ZAMPIRONI. SEM'NE AUTUNNALI. FRUMENTO FUCENSE Originario delle tenute del Fucino di proprietà del Principe Torlonia. Ha vegetazione robustissima resistente i per 100 Chili Frumento Noè L. 35 Frumento di Cotogna selezionato » 35 Frumento rosso Varesotto . • » 35 Frumento Turgido ibrido » 50 Frumento precocissimo Giapponese. Il più precoce dei grani Matura 15 giorni prima degli altri » 40 qualsias intemperie e non va soggetto alla ruggine e nebbie, paglia alta 2 metri, produzione superiore a tutte le varietà fin qni coltivate, raccomandato dai Sindacati Agricoli, Comizi Frumento Rieti originario . • » 43 e Consorzi Agrari. Frumento di Rleti, prima riprodu100 Chili L. 37 | 10 Chili L. 4 JT6j!ZZ<m • • • ' * ?S Sacco nuovo Lire UNA'Sacchel. nuovo Cent. 30 ^» noistrana . .... » du „ „, , /..•« m iDrzo nero (JSooita.) .... » *i> Un Ch.lo Centesimi 45 Avena ^a invernenga ... » 33 Mercé posta in Sfazione Milano. I Avena bianca Lincoln, riprodotta » 35Trifoglio incarnato ..... » Veccia Vellutata » 95 50 p Uu pacco postale di 5 Chilogr. L. 3,50 Un pacco postalo di 3 Chilogr. L. 2,25 . 11 Fueense ha dato prova non dubbia di resistenza alle intemperie, alle neh bie e scirocchi. CORALLO FRANCESCO di Torchiarolo. Ebbe costantement» splendida vegetazione nonostante le più capricciose e disasr.rose vicende atm >sferiche. LUIGI TRINCHESE dì Martano. ... Resislentissimo alla nebbia, alla ruggine ed al venti). ÌÌPICOCO tìeom. O. di Mesagne ... 11 Fucense 1* ho trovalo veramente ottimo. FILIPPO NINNI di Gioia del Colle. ... E' stato resistente a tutte le avversità atmosferiche e specialmente alla ruggine. GIRARDI Geometra FILIPPO di Gioia del Colle. LK RUBINI di Ruvo di Puglia di Ascoh Satriano Si rende più produttivo delle altre specie. Resiste molto bene alla ruggine. FRATFI 1 I INfiFfiNffl I MILANO Esclusivi Vegeta benissimo anche nei terreni più aridi, re^wien/a superlativa alle o ruggine. GIUSEPPE PACI di incaricatrper" la vendila del FRUMENTO FUCENSE ORIGINARIO? CAMPIONI GRATIS A RICH1KSTA nebbie Troia. RICOSTITUENTE, Questo preparato riesce il più utile, come risulta da numerosi esperimenti praticati da distinti cimici, nella neu1 rastenia e in tutte le affezioni dipendenti da esaurimento nervoso: accompagnato ali' igiene, è 1' unico rimedio atto a debellare la nojoia sintomatologia neuropatica. Ogni bottiglia si vende in Mipoli lire TRE Contro vaglia postale e cartolinavaglia di lire sette se ne spediscono in provincia 2 bottiglie per pacco postale Unico deposito nella Farmacia Inglese di KERNOT Farmacista di S. M, il Re d'ItaliaStrada S.i arloN. 14 Napoli, palazzo proprie. Agente d'Assicurazioni Vita in tutti ì Comuni delle Puglie ove la Compagnia Nazionale Asslcuratnce non è ancora rappresentata. Scrivere indicando referenze alla Direzione Generale in Roma Corso 315 oppure ali' Ispettore per le Puglie Sig. F'etrosillo Giovanni Via Principe Amedeo 21 Tarante Dott. Francesco Lamanna Specialista delle malattie dei bambini Via Quintino Sella 79 Consultazioni tutti i giorni dalle ore il alle 13 Istituto Convitto BARBER1SAnnoXXX11 Palazzina propr. via Cifrario, 22, Torino Diretto dal suo fondatore prof. cav. I». Barberi».— Accurata educazione civile e religiosa. — Chiedere programma. NAVIGAZIONE GENERALE ITALIANA Società riunite: FLORIO E RUBATTINO Capitale Statutario L. 60,000,000 — Emesso e versato L. 33,000,000 Direzione Generale: ROMA — Sedi: GENOVA, SERVIZI TR A N8OCEAN Per Barcellona, Montevideo e Buenos ^rfyre«/partenze da Genova ili .e il lBd'ogni mese. rer NewYork: partenize da Genova e Napeli ogni mese. Per Mio Janeiro e Santos: partenze da Genova e Napoli ogni mese. s ER VÌZI DEL Per Mussano: da Genova ogni quattro Sabato alle ore 21; da Napoli ogni quattro Mercoledì PALERMO, ci NAPOLI, VENEZIA Per Atfen e Bombai/, coincidenza per Singapcre e Hcng.Kong: da Genova ali 8 d'ogni muse alle 7; da Napoli al 19 d'ogni mese alle 24. da Messina al 20 d' ogni mese alle 1". IAR ROSSO alle ore!7;da Messina ogni quattro Giovedì alle 13. Per Assab: da Aden ogni Mercoledì alle 17. SERVIZI MEDITERRANEI ÌKTEPh A21CMAL! Per Alessundria d'Egitto: da Venezia il 3 e 18 d'ogni mese alle 8; da Bari 3 e 19 d'ogni mera alle ì4; da Brindisi t a'.O d'ogni mese alle 12 {coincidenza a PoHoSaid per Ade», Bcmfcay e Kassaua aiiemahvametite)) da Genova ogni Sabato die 21; fla Napoli ogni Mercoledì alle 17; da Messina ogni Giovedì xile 13 (Ogm 4 settimane ti Jjo da Alessandria prosegue per Jaffa, Beyrcutg, Tripoli (Sorta) Nersma e Larnaca {Viaggia etrctlare). Per Malia e lripoli: da Genova ogni Mereoledì alle 20; da Napoli ogni Venerdì alle 17. {toìmidenza a Malta ugni due settimane per Mistra à, Bengasi e Canea). Per Costatitmopoli e Odessa: da Venezia ogni Ssbato alle 16; da lari ogni Luiudi alle 24: da Brindisi ogni Martedì alle 23,30; da Genova ogni Marttdi alle 21; da Napoli ogni Venerdì alle £C; da Palermo ogni Domenica aile 19; da Messina ogni Lumdì a mezzanotte. Per Cor/ù e Patrasso: da Brindisi ogni Domenica alle 23,30. Pei lunisi: da Cenova ogni Venerdì alle 21; da Livorno ogni Sabato alle 19; da Napoli ogni Giovedì alle .0; da Palermo ogni Veneidì aile 13. Comunicazioni rapidissime giornalai e fio. il Ccntircnte, la Sicilia, la. Sardegna, le Isole dell1 Arcipelago Toscano, ecc. ecc. Itr ulteriori inloimagioni «d acquisto dei biglietti moJg«rfcj ai feigf. tOOK. & SOK,alle Agenzie della tempagma dei Vv caricate della vendita dei nostri biglietti. luite ie .Agtcssie dHi gtns,' Lit., e a tutte le Sccisia case in. Il tanto rinomato e conosciuto Ritrovato per distruggere GLI SCARAFAGGI Si vende presso la Real Farmacia CAV. B. MORELLI (a Ceni. 25) Bari — 1315 Via Cairoti Ridona ai capelli il loro primitivo colore, senza danno per 1 medesimi o alla cute. Rinforza i bulbi dei capelli e non macchia la pelle. Libera dalla forfora, e da un lucido ai capelli. Badare alle : nutazioni. Si trova in tutte le Farmacie. Prezzo Lire 3,50 la bottiglia. H.ROBERTS&C. Farmacia della Legazione Britannica 17, Via Tornabuom, FIRENZE e 36 37, Piazza S. Lorenzo in Lucina, ROMA 11 nuovo Ristoratore da Capelli preparato da B.RobertseC. è un vino ricostituente, ricco di eletne ti attivi, inalterabile e costante nella sua composi/ione. L'ACÌROPAIYO DONATO racchiude in sé tutti i principii essenzialmente ricostituenti utilissimo nelle digestioni cattive causate da fenomeni nervosi, isterici e nevrasteiici, nella difficili digestioni di gravidanza e nelle convalescenze di malattie, riesce utilissimo come preservativo contro le FEBBBI MALARICHE. Basta un bicchierino prima d' ogni pasto, essi eccita l'appetito e facilita la digestione. Pel suo gr ito sapore viene preso assai volontieri anche dai bambini, ai quali va dato in minor quantità. Costo della Bottiglia L. 145O. Chi spedisce cartolina vaglia di L. ' , — riceve una bottiglii franco di porto per lutto il Regno. Casa di spedizione: DONATO GABRIELE MILANOVia San Marco, 26MILANO L LOS£E'S T0DRISIE3PFLASIER Tll MEDIO rONTUO I CALLI IMDURIllErJ TI * a p«H«, dalla pianta dai piadi, delia calcagna a contre 1 p*rrl> — KfteM*laruUIa, ••ifNM M «ni rotola a M agni i>tnixi«M la marca H«i i> fUaca. — Gu m fa«fi f—»i taatèBiMa gaiku» Wiea** » idas» il Cajaaam 1S0 I In BARI presso F. Monteleone, "Vincenzo Morelli, Cav Morelli Benedetto, Lippolis PREMIATA SCIJOM DI COMMERCIO CRISTOFORO COLOMBO Corso Nazionale in 2 anni — Corso Internazionale completo in 4 anni; il 1. «rd il 2. in Italia, il 3. in .Francia, il 4. in Germania, con muta di programmi e di dilezione. Unica senoln che dia nu istruzione commerciale moderna e completa ed assicuri ai giovani la conoscen za perfetta delle lingue straniere. Chiedere programma alla Direzione Generale, Torino Corso Vitt. Em. 22. Il Miracolo del giorno È arrivata in Bologna la celebre chiaroveggente BENILDE ATTI la più perfetta divinatrice del Secolo Essa scende collo sguardo nel cuore umano, e scruta. Non v' é segreto che sia conteso alla sua chiaroveggenza miracolosa. Nel 6no Gabinetto, ipnotizzata da valente n sgnelizzatore, da consulti d'indole riservata 8nche j(r lettera «crrt: £cgitti «nouti, Matrin.oni, Erodila. Tesori nascosii, Oggetti smariiti, Furti mif>Uriosi, Sconferme di persone, Lettere anonime, Curiosità in genere etc. etc. Chi desidera avere consulti dovrà Bpedficjre tutto l'affare che desidera conofcere, e nella risposta che voirà spedita colla metsima frolltcitudine e segretezza, tenza alcun segeo che ne indichi la provenienza, ricever* il consulto e buoni consigli. , Prezzo per ogni consulto L. 5. Indirizzare lettera raccomandata o cartolina vaglia al Sìg. Ettore Guazzi, Via S. Felice N, 87, Bologna. Il Din More del Gabinetto V.TTORl CAPSULE SANTAL SALOLEEMERY II più potente antibltucnagico finora conosciuto, guarirle ne sicura in pochi giorni. Guardarsi bene dalle molte artificiose jcatasioni. DEPOSITO GENERALE m. fcECFS * *', V* KEZIA Vendita in * > tte le Farmacìe. Mercoledì 19 Settembre 1900
.

Devi aggiornare Flash Player
Per sfogliare Virtual Newspaper hai bisogno di Adobe Flash Player versione 8 o successive.
Clicca sotto per scaricare la versione aggiornata:
Get Flash

Help

Pagine

multimedia

Password dimenticata? Clicca qui

[ ]