11 pubblico di visitare II nostro negozio per assentire i lavori in ricamo di ogni stile, merletti, arazzi,latori a giorno, a modino ecc. eseguiti con la macchina per cucire DOIESTHA BOBINA CENTRALI li stessa che viene mondialmente adoperata dalle famiglie nel lavori di biancheria, sartoria e slmili, Macchina per tutte le industrie di cucitura. MACCHINE SINGER PER CUCIRE I m.o<icirclecopyrtlli per !•• 9,8O settiintuiaH CHIEDASI IL CATALOGO ILLUSTRATO CHE SI DA GRATIS NEGOZII IN PROVINCIA DI BARI BARI Via Sparano da Bari N. 54. ALTAMUttA —Corso Federico 2. N. 65. ANDRIA — Piazza Vittorio Emanuele N. 46. BARLETTA — Corso Garibaldi N. 105. B1SCEGLIE Piaste Teatro N. 2. BITONTO — Piazjia Plebiscito N. 61. C'ORATO Piaaza Badile N. 21. GIOIA — Via Garibaldi Palazzo Leone. GRAVINA — Via Piano delle Some N. 23. MOLFETTA — Via Borgo N. 64. MONOPOLI Largo Plebiscito N. 9. TERLIZZ1 — Via Ruvo, palazzo De Viti. TRANI — Piazza Libertà. PAPA GIANNI Liquore tonico digestivo Dopo molteplici ed acearatissimfc «jsperienze si può assicurare di aver indovinato U miglior liquore da tavola. Diploma d' onore e medaglie d'oro ANTICA PLERA Liquore forte aromatico Anche per questo si ha avuto fortuna di aver ottenuto la perfetta imitazione della grande Chartrouse francese. Gran premio d' onore, Parigi 1900. SALVATORE Liquore di China ed altre sostanze toniche igieniche Garentiscesi, con tutta coscienza, contenere 50 grm. di vera china calisaia.—E' un amaro, fra tanti, il più gradito. Diploma d' onore e medaglie d' oro. Deposito presso LIQUORE APPULUS Con questo nome volli mostrare ali' Europa intera che in un cantone della Puglia si fabbricano dei liquori deliziosi e sublimi benaccetti da tutti i buongustai. Membro del Jnry — Esposizione FrancoItaliano — Parigi 1903, VITO CASSANO ESTRATTO DI PONCIO Liquore salutare per le sue proprietà toniche aperitivo, digestive e corroboranti. Principale pregio è la fragranza che ai sviluppa servendolo ben caldo. Destò entusiasmo a Londra nel 1903. _ Socio corrispondente della Società Nazionale dei ChimiciFarmacisti di Palermo. MARSALA CHINATO Questo marsala, ohe ritiro dalle primarie fattorie di Sicilia, viene da me accuratamente drogato con china ed altre sostante toniche e ricostituenti. Massime onorificenze dove con corse. PI POMATO BARI Via Abate Gimma 47. SCIROPPO PAGLIANO li miglior depurativo e rinfrescativo del sangue CURA PRIMAVERILE IIST Preparato seguendo integralmente e scrupolosamente le ricette dell' inventore, dalla VERA ED ORIGINARIA CASA FABBRICATRICE DELLO SCIROPPO del Prof. GIR0LAM0 PAGLIARO da lui fondata NEL 1838 IN FIRENZE ove non cessò mai esistere — continuata dai SUOÌ legittimi eredi e successori nel palazzo di loro residenza FIRENZE — Via Pandoltìni — FIRENZE Liquore del Romito Specialità della distilleria del RomitoA\OLTEN1 ENRICO & CRIPRBOI (Firenze)Vendesi nelle principaliDrogherie Liquorerie e Caffè T REQUISITI chimicoigienici I! SAPOL BERTELLI è un prodotto perfetto: le sostanze giaaae animali, generalmente impiegate e che facilmente si alterano, sono sostituite nel Sapol da finissimo olio d'oliva; la solubilità è completa; nessuna sostanza astringente o irritante entra in questo eccellente sapone. Il SAPOL BERTELLI contiene in perfetta combinazione le sostanze alcaline e grasse, in modo ehe non può irrancidire nò portare irritazioni alla pelle. È emolliente e dolcificante, e produce una schiuma vellutata, deliziosa. Il SAPOL BERTELLI contiene e conserva fino all'ultimo un profumo delicato, squisito, che lancia sulla pelle un IMPRE88I0HE comi? ili carezza PRflFOMU S0aV8, dfilScatiSSiniO | senso di gradevole freschezza e di dolce benessere. BflGHl'flllNEHflLrilRTlFinilLlEFFICflClSSIWI dal^dott* ' Questi bagni, imitanti le acque minerali naturali 'alcaline iCasamicciola, Ischia, Bagnoli, Castellammare. Torre Annunziata) carbonicheferrngmose (Chiatamone). carbonichesolfuree (Telese) e marini, rappresentano il massimo della efficacia, componendosi essi di tutti gli elomenti costitutivi delle acque minerali naturali, quali risultano da analisi chimica scrupolosissima eseguita appositamente dal Dott. Luigi Martino. Detti bagni sia per la loro costante ed esattissima composizione, sia per la mitezza dei prezzi sono preferibili a tutti gli altri consimili finora in commercio. Non confondere adunque i detti bagni preparati seienficamente e razionalmente dal Dottor Martino con altri di limitata efficacia. I» BC H} 25 55 I Bagni Canamicciola, Ischia, Bagnoli, Castellammare, Torre Annunziata ogni 20 L. 11,00 Bagni marini ogni 20 » 11,00 Bagni carbonferrug. (Chiatamone) ogni 20 L. 11,00 » solfurei carbonici (Telese) » » » 14,00 Termometro da bagno esatissimo » » » 0,90 Imballaggio e trasporto gratin. Dirigere commissioni e vaglia alla Ditta L. MARTINO & C. Via Roma 160. NAPOLI, Casa al1' ingrosso e dettaglio di prodotti Chimici e farmaceutici con la fabbricazione propria d' olio di mandorle e deposito di cinti fini e correnti, calze elastici panciere ed oggetti di gomma. MANI aristocraiicha II SAPOL BERTELLI rende e conserva le mani morbide, bianche, graziose, conferendo loro un tono di anstooratioa eleganza ohe attrae e innamora. ECONOMIA senza confronti II SAPOL BERTELLI, tenuto allo <*fo;«rl<\ dura il triplo in confronto di ogni altro sapone, \< ueinKi <> i a contare pochissimo, mentre è pur seirp,< il vu<>>ie più tino ed elegante che si conosca. Trovasi presso i principali Parrucchieri e Profumieri e nei primari Stabilimenti di bagni. L. 1.25 al pezzo, più cent. 20 se per posta; tre pezzi L. 3.65, franchi di porto, d»ll» proprietaria Società di prodotti ctaimicofarmaceutiooigieuici A. BERTELLI e O. " "ROMA H*VPOloI TORINO SEflO^ft 1*8' "'*'"'•» Commissioni per corrispondenza : MILANO, via Paolo FrUi, 26 NAPOLI piazza S. Perennando*505152 NAPOLI <&rvnwtrtw RUTOEfTF? MEDICHE Cot\£ IL MIGLIOR RIMEDIO ùl EEPETTo TBMENTE *1«JRO C PRONTO CotilRoi &O19JUM I CUPO bl OGNI HBTCIRB. ErtKRBHI». ABLfcl LolPRI MEVRBLGlÉl E RE<JMBTIO. CoAE *EBBTI., ! Vo NEGli BCCE**I B*MBTl£t.~ SoPPRIAE I &ot°RI Ctit <KCoAP(Krl(li1o II RcCol§ MEHSIU tfUE SìCHoRE EDEUÌR(ICa??E ILAICUPR RlrtEfclo COMTRo 19 FEEERE HEli'IHflOEffifl R(raE&ù°RI.TI*I.TIr"o, AfllflRIft ECC.| PLAFONI ORIGINAI} fel io TA\/otETT6 DA *>i trovano in t utte te farmacie h fU SOCIETÀ ITALIANA MEISTERLUCIUSSIÌRUNING "t\^ V.iMonfortel!>MILHHO Le inserzionisi ricevono esclusivamente presso l'Amministrazione del Giornale. L. Fontana COSTANTINOPOLI 88 — NAPOLI SEDIE DI VIENNA LIRE 4,SO EBANISTERIA DI LUSSO L. DAMMACCO VIA D'AQUINO N. 150 ~ TARANTO DEPOSITO Carte da parati del Fibreno, d' ogni genere. Prezzi eccezionali, Grosso e Dettaglio Per sola L. 4,50 anticipate apedisconsi franco di porto 42 pezze Tappezzerie in brillanti Colori e Disegni con bordura relativa, sufficiente per tappezzare vastissimo locale. Indicare il colore e per quale camera devesi usare. Facilitazione per le provincie di Bari, Fciggia e Lecce. Si accordano pure gli operai per la messa in opera, (non meno di cinque parato alle seguenti condizioni: Viaggio andata e ritorno, vitto e alloggio, più Cent. 30 per ogni pezza applicata.Per lavori ad interi fabbricati pre,z zi e pagamenti a convenirai. COLPE GIOVANILI ovvero Specchio delia gioventù. Nozioni e consigli indispensabili coloro che combattono Xv IMPOTIÌV2SA ed altre tristi conseguenze di eccelsi ed abusi sessuali. Trattato con incisioni che spedisce raccomandato e con segretezza l'autore Prof. E. Singer, Viale Venezia, 28 MILANO, contro 1' invio di L. 3'60* Lipore Tonico Purgativo LIPPOLIK da non confondersi coi sa/iti purganti Alla sua azione purgativa unisce quella tonica, ourativii. Migliora la digestione, aumenta l'appetito, (luarisce radicalmente Ja stitichezza anche cronica. Preserva dal mal di capo in9onnia,malumore, nauaea dei cibi «oc. Agisce blandamente, senza dolori ne irritazione. Di guato multo piacevole, gradito anche ai bambini. Il Liquore Tonico Purgativo l.lppolls è il purgante ideale, il vera rimedio elm non devemancain in nessuna famiglia, ben pensante. Note spiegalive sul/e specialità farmaceutiche, ed igieniche LÌPPOL1S. «f spediscono gratin, a richiesta. OVULI DI SICUR£Z7.A (Antifecondativi) Scatole da 12 ovuli. di visitare r accreditatisslma tm il BRttiiobìgliimsnto e tappezzeria Nicola Porcelli «»Vi<« f»w»M in Via €ostiinUn«poli UH a I'I7 c<! tintolo Via CASA F0HOJ.TA NEL 1875 Vastissimo assortimento in mobilia di qualunque stile Stoffe per mobili, stoPBM^Btì^spBEEhi arazzi e Lavorazione esclusiva su cuoio, a rilievo ! uso cinquecento. j Economia Solidità e Precisione ! 01« 'r A. IV ^T I3> >##########*##########' Lo CaHse finii a muro sistema Maglioli sono le migliori, lo più garantite e le più economicho. Esso piazzate a muro olirono una garenzia e solidità superiore alle ca^e forti di rilevante eosto. Si possono anche collocare in qualsiasi mobile. A richiesta si spedisce il catalogo. Premiata officina di costruzione in casse forti CIRO MAGLIOLI JUP014— Via Gratella a Uua Catalana N, 9 fl 38 Iji detta officina si fanno riparazioni di casse forti di qualunque sistema con garenzia e precisione, SOCIETÀ ITALIANA PER LE STRADE FIUTI MERIDIONALI Società auonlma sedente in Flreiue Capitate L, 260 milioni Interamente versato. Si notifica ai Sigg. Azionisti che, a paitire dal 1.° Luglio p.v., le sottoindicate l asse sono mearirate di pagare il semestre di interessi scadente il 30 Giugno 19u6, in 1J. l'J,50 nonché, a tonila della deliberazione dell'Assemblea Generale del 15 e ni., il dividendo per l'anno 1905 in L. 5,00. . Il pagamfuto sarà fatto, verf.o presentazione della Cedola l'I, mpettivame'jte m L. l<.50 complessive per le Azioni, e in L. 5 00 per le Cartelle di godimento. " Firenze presNO la Cassa dfeìla Società An< ona * » i(|_ •'•"'045'nn , Ranca d' Italia. Livorno » » ^ Napoli » id,' il solo VERO «* L LUSER'S 1 ENPFLASTER T*»ff< contro i GALLIINDURIMENTI Torino Venezia » > |£ » Cassa Generale il Signor Zaccaria Pisa la Banca di Parigi e dei Paeii Bassi » Soc. Generale di Credito Ind. e Coiara. » Società Anonima de Speyr & C. i Sigg. Bonna & C.ie la Bank tur Ilandel und Industrie •• al cambio clje » Rerliner Handels Gesellschaft , . ,. » Deutsche Bank verrà indicato il Signor Meyer Cohn più tardi la Frankfurter Pii. der Dentschen Bank l'I. e li. priy. Stab. Austriaco di Credito per Commeroio e Industria Londra » i Sigg. Baring Brothers & C. Lim. Si informano altresì i Signori Azionisti che la Cassa della Società in Firenze riceTt» gratuitamente in deposito libero le Anioni in ordine all'aria 15 deeli Statuti. Firenze li 18 Giugno 190ti. " 8 LA DTBEZIfjNE GENERALE Basil.H Ginevra Berlino Francofortn s M Vienna é )fUBll<< i à\ noi rotoli olir*' a! mareliio di ftibbrio» £STEIIIOflllEIIT£ («uil' AL^IHISTA • ™* rie Jtn h ravvolga') ppi iato alla finna M INTERIIÀIIEIITE (sull'awtuodn ni mr't l» mtam deumitni» (ripr«>dcrt«* qtii in fianco) della Ditta iV. MÀX^ONI Aì HlfiAHO, ROMA, UENOVA, nuio* oonceaaionarm per la vend". in Italia •»! Jwtto prodotto ftifutar» ùutil.tiaii rotolo privo di detta marna, nonahè tutti qunqh articoli ah» imitando ani aarattari #,#.«/ ditta confezionatura il *»ra LUSER'S TOU^ISTEH FFLASTEIt . *»» «">«»« "a •«« eh» a «/••e» uno r/onti<siaM «d a tùppfènéera la buona feda d»i oamumaturL Botoli» li. e» trance» per posta contro vagli» L. IIIHI VfflUfall MALI della Ditti HN KOHEKTS & c.° Fanwacia Britannica FIRFN1E, Vi» "Tornabuoni, 17. . Corso Umberto 1.», 417 418. M Unguento Assorbente. Aadersofr Guarisce ik positi osaei, distrazioni insoorahi glaixdulari, eoe. \'\*w> L. 2,00 il vasetto. VcwiMtwia Llnuldo Audersom Usato nei ligamenti e in tutti casi Ove è necessauo un vessante; non fa cadwe il p«lo — Prezzo L. 1.50 il Hacone. Heall AH: Eccellente per cicatrizzare le forte, piaghe ecc. — Prezzo L. 3,00 la bottiglia. Olio Bianco: Senza rivale per rinforzare i muscoli dopo fatiche eccessive, sferzi, contusioni, ecc, — Prezza L. 2,09 e 3,00 la bottiglia. Phvelc [Salisi Doli purgativi per purificare il sangue. — Prezrsc "" ' H.ttO la dozzina. Ctthsìoy/u yratis a richiesta.no, Prezzo L. 1,00 ciascuDomenica 24 Giugno 1906
CORRIERE DELLE PUGLIE ti a Nizza i concittadini dell'ex ministro Nasi, per concretare con Ini la linea eli condotta da tenore per costituirsi in carcere. L'abboccamento però non ha potuto aver luogo, perché il Nasi, avuta la conferma, ohe il pioossso non potrà iniziarsi prima di Novembre, si è recato a Calais e di li si e imbarcato per l'Tnghilterra. Tullio Murri al reclusorio TORINO 23. — Tullio Mnrri é partito stamane alle 6,15 per il reclusorio di Oneglia. L'ordine di partenza venne telegraficamente da Roma per evitare che il pubblico ne avesse avuto sentore e si lo.sse affollato alla stazione. E così quandi» Tullio Murri: scortato dai carabinieri, giunse alla stazione, non vi erano che due o tre giornalisti. Tullio seppe solo nel pomeriggio di ieri che stamane doveva partire. (per telegrafo e per lelefono al Corriere delle Puglie) ilnmn 23 II piscotfQ delle HepidiORill La nomina del r impiegati ROMA 2S. Bollettino del Ministero dell' Interno ii.i Cui nuovo ruolo organico l'l delnuovo g guardie di città, stabilito con l'allegato t' alla, leg^e ì'M dicembre 1901, gli agenti di P. S. nei comuni dello tre Puglie, saranno cosi dtrtU'ibuiti: hari: marescialli 3; brigadieri 4; sottobrigadieri 5: guardie scelte 15; guardie 84; agenti ausiliarii G; agenti seaentari 4; ' sottobrigadiere di mare 1; guardie scelte di mare 2; guardie di mare 6; totale agenti 130. Barletta: maresciallo 1: brigadiere 1; sottobrigadiere \; guardie scelte '2; guardie 15; totale agenti 20. Fouuia: maresciallo 1; brigadiere 1; sottobrigadiere 1: guardie scelte 5; guardie, 30; agenti ausiliari 2; agenti sedentarii 2; totale agenti 4*2. San Severo: brigadiere. 1; sottobrigadiere 1; guardia scelta 1; guardie 9; totale artriti 12. Cerignola: sottobrigadiere 1: guardia scelta 1; guardie 4; totale agenti <>. >e: maresciallo 1; brigadiere 1;Lecce: maresciallo ; brigadiere 1; sottobrigadiere 1; guardie scelte 3; guardie 18: agenti ausiliari 2; agenti sedentarii 2; totale agenti 28. Brindisi: maresciallo 1; brigadiere 1; f nardie scelte 2; guardie 11: sottobrigaiero di mare 1; guardia scelta di mare 1; gnardie di mare 7; totale agenti 24. Taranto: maresciallo 1; brigadiere 1; sottobrigadiere 1; guardie scelte 4; guardie 22; agenti ausiliarii 1; sottobrigadiere di mare 1; guardia scelta di mare 1; guardie di mare 6; totale agenti 38. TT MMwnmnco" Bari Via Napoli 9, 11, 13 Bari Docce a varia pressione, temperatura forma. Doccia Scozzese, o doccia alternata. Doccia Kneipp. Bagna lusso, o bagno a vapore. Bagno turco, o bagno ad aria calda. Bagni dolci a varia temperatura in vasclio a smalto porcellanato. Bagni profumati, amidati, solforosi comuni e solforosi inodori. Bagni iermominerali con sali preparati da distinti e coscienziosi chimici, imitani ai le acque delle più rinomate sorgent, à' Italia, coinè quelle di Casamiccio/aBaqnolì, Telese, Chiatamone, Castet/ammàre, Koncegno, Casirocaro, Salsomaggiore ecc. ' Elettroterapia Nello Stabilimento trovasi sempre un deposito di fitti questi sali, die si possono acquistare da chi volesse fare ibagui termominerali nel proprio domicilio. L' eleganza e la proprietà dei locali e degli uppauiwhi tutti rinnovati, 1' inappmitabilitù del servizio e dell'assistenza mudu'a, nulla lasciano desiderare di quanto si. trowi mi micliiiri e più rinomati stabilimenti ilei genere m Italia. LA DIKBZIONW. Stalo Oliile del 23 Giugno 1906 MATRIMONI Aioiul'i Temmaso di a. Iti, bracciante, con Tamma Maria .Nicola di a. Jtì. PisoJo Aliredo rii a. L tipografo, con Cuotijiho i'H^quil (il u. '£. NATI Del Coro Uuofiio di Piet.o — Quaranta Antonia di Stefano Fina Kleua di Ni i.la IVicieolo Nicola d'ignuzio Vaccini Nicwl.i .li Nicola — Pohseno Vittona di Ttmimaso Portoghese Giuseppe di Emannele Patrono Vito di Pasquale — Fraddosio Laura di Giuseppe — Barbone Hevalina di Giuseppe — Raiasrliieri Teresa di Nicola — Gigante Maria di Cosimo — Putignani Caterina di Michele Pellegrini Sante di Natale — Falcone Angela di Giambattista — Iusco Nicola di Gaetano — Vezzoso Isabella di (riiiswji|ie — Lainacchia ÌSaverio di Vito. MORTI • 'astrignani Gaetano di Salvatore cii m. ò, enterite — Albergo Vito fu Domenico di a. 'M, bronco alveolite — Guido Pietro fu Vito di a. (>, enterite — Scattarelli Michele fu Donato di a. 05, catarro intestuiale — Gagliardi Settimo di Antonio di m. 5, enterite — Guerra Serafina fu Giacomo di a. OS, vizio valvolare — Violinile Nicola fu Savur.o di anni 45, emorragia cerebrale — De Filippis Caterina di Paolo di m. 5, enterite follicolare — Bellitti Giuseppe di Giulio di m. 4, eclampsia — Massari Nicola di Marino di m. 1U, lonviiKioin) — Laguttolla Gaetano fu Tumiiiaso di a. 81, bionchite cronica — Benvenuto Lorenzo ili Giacomo di in. 8, tabe miserai™ — Montella Antonia di Gabriele di in. 10, enterite follicolare — Campanile ltuha ili Girolamo di g. *1 atroiia minutile. (M.) Anche oggi la commissiono parlamentare che esamina il progetto di lefge sul riscatto delle Meridionali ha tenuto lunghe sedute. A queste sono intervenuti invitati, oltre i ministri del Tesoro e dei LL. PP., il direttore generale delle ferrovie di stato comm. Bianchi, e nu<>\ .unente l'on. Tedesco. Per quanto si sa, i lavori deila commissione procedono rapidamente. Il comm. Bianchi avrobbe dimostrato all'evidenza i vantaggi finanziari e tecnici che deriverebbero allo Stato con la prossima soluzione del riscatto dello ferrovie Meridionali. L'on. "Tedesco ha rinunziaLo a .sua volta a ripresentare gli emendamenti proposti durante il ministero Sonnino, limitandosi solo a fare delle raccomandazioni per avere delle cautele finanziarie. Pare intanto che prevarrà il concetto di proporre alla Camera l'approvazione della convenzione del riscatto delle Meridionali, lasciando un varco ad una proposta di qualche falcidia .sul pr.e«zzo del riscatto. Questa proposta che saivbhi.» d'iniziativa parlamentare, verrebbe accettata dal Governo ed .ippiuvata dai due rami del Parlamento. A questa proposi^, che del resto non è di grave importanza, aderirà certamente la società delle Meridionali. Nella riunione del pomeriggio la commissione ha nominato il relatore nella persona dell'on. Vittorio Emanitele Orlanda. La relazione sarà presentata in tempo, in modo che la discussione del progetto del nscato s'inizierà alla, Camera, nella seduta di martedì, 3 luglio. Intanto al ministero dei LL. PP. ed alla Direzione Generale delle ferrovie dallo Stato, s'è tutto predisposto per la prossima assunzione delle lineo meridionali allo Stato. La commissione dei crediti comunali e provinciali La commissione reale per i crediti comunali e provinciali ha dato parere favorevole sull'impianto l'esercizio e la durata della illuminazione elettrica pubblica e privata pel comune di Cerignola. La commissione ha emesso anche dei provvedimenti relativi al comune di Bari. La riunione agli Offici Gli uflìci stamane sono riusciti numerosi, avendo il ministeio proposto i suoi candidati alle leggi sulla marina, presentate dal ministro Mirabello, od ni progetto per la in chi osta parlamentare sul Mezzogiorno e sulle isolo. Si supponeva che dovesse esserci battaglia, ma invece la discussione è proceduta calma e liscia. Gli uffici hanno esaminato i progetti sulla marina, ed hanno nominato l'unica oommissione composta ili K membri, per tutti e 7 i progetti. Sono risultati eletti a commissari gii òn. Fiamberti, Giovali nel 11, Sol hn borgo, Dacomo, Carcano, Celasia, Guerntore, Camera, Guaracino, Fracassi, Costa Zenoglio, Rava, Pozzo Domenico, Del Balzo, Orlando, Tecchio, Fumtri e Ventiti, tutti candidati del Governo. Nella maggior parte degli Uffici non vi è stata discussione. Ni'^u altri uftici i commissari eletti hanno latto brevi dichiarazioni favorevoli ai pi >£* tt . Indi gli pfflci hanno <•• IBI i» »to ì 2 progetti di legger uno per nominare una commissione parlamentare <1 mchieitv \ Riaccertare le condizioni dei lavoratori 'Iella terra, nelle provincia meridionali e della Sicilia, specialmente uni loro miporti coi proprietari e j er i patti agrari. E l'altra per studiare le condizioni dtgli operai delle miniere nella Hurdesjua. Tutti gli uffici hanno abbinato i due progetti, nominando un unico commissario. Hanno fatto eccezione t>li unici I, 111 e Vili che hanno noniinum uno commissari diversi. Anche per questi due <i s^;ni d guidati dail'on. Cimati, il quale ha fatto conoscere al ministro le condizioni dell'ufficio di ispezione, e la encejsità di solleciti e radicali provvedimenti. Per lo studente italiano arrestato in Russia Come vi preannunziai ier sera, parecchi deputati dell'estrema sinistra hanno presentato cggi una interrogazione al ministro degli Esteri, per sapere, quali pratiche ha fatto e con qual'esito in difesa dello studente italiano Giuseppe Ga^si, arrestato per ragioni politiche a Pietioburgo. Per l'istituto internazionale a" Agricoltura Oggi si è adunata la commissione elet" ta dagli uffici, per esaminare la conven" zione per la creazione d'un istituto internazionale d'agricoltura, conclusa fra i vari ^tati i' T giugno 1905. Lo commissione si è costituita nominando a presidente e relatore i'on; Oh,imìiri, il quale ha presentato in line di seduta alla Camera la relazione. I militari in congedo dal Re II Re ha ricevuto oggi una numerosa rappresentanza degli intervenuti al congresso doi militari in congedo. Il Sovrano si è affabilmente trattenuto con la commissione. I ringraziamenti rumeni ali' Italia ;A. S.) Il" ministro di Kuroania espresse alla Consulta i ringraziamenti della Rumania per avere i reali assunto in Grecia la protezione dei sudditi e degli interessi rumeni. D9TEIHI UN S0LL1E9Q ie Pillole IHnl, danno .subito sollievo e guariscono La Signora Ornerà Visioli, penò lungo tempo prima d'avete un 'sollievo alle sue sofferenze. Disgraziatamente tutti i medicinali prescrittilo non migliorarono il suo stato di salute, non le diedero il suo stato di salute, non le diedero il desiderato sollievo. Ben consigliata, la Signosa Ornerà Visioli di cui diamo qui sotto il ritratto, ha preso le Pillole Pink. Ella non solo ne fu tosto sollevata, ma fu tosto guarita. Le Pillole Pink danno in fatti un subito sollievo al malata e lo guariscono rapidamente. Il Signor Visioli Giovanni, Contadino, a Gazzuolo per Noce Grossa (Mantovai, scrive: discussione non e stata animata. Ad essa, fra gli altri < partecipato gli on. Male: se, latta e Pascale. Nel suo ufficio l'on. C. posto che nella eommissic il direttore dell'ufficio de Gli on. Bissolati e Tm ficì hanno proposto la re getto sull'inchiesta, ma i sono state respinte. Gli uffici si sono oc* progetto di legge di iniz tare per la sistemazione, mento degli impiegati st'aordinari delle cancellerie giudiziarie, e fra la commissione sono stati eletti sii on. Malcangi ed Abruz ose. L'on. latta è slato eletto commissario dal progetto di logge per una tombola telegrafica a favore dell'ori'.v'i'ìu 'spedale di Livorno. Per ie feste di Ancona Stasera alle, oro 1,40 sono partiti .con treno speciale per Ancona il He e la Rei Soviani traiiii accoin •.".: iati dail'on. Ì )utati, hi 'i. A' „*< in ijnti ha ; reudo , /ore i. n< 1< r. : ..• uni u ;>'<,, V id il mie' inno i/ze« prov.rte i a/pro• iste riti ioraProgramma da eseguisi dall'H7. Regg. dalle 20,80 alle 22. Valzer — Pollacorda — Bonlerram. Atto ii. — La Forza del Destino — Verdi. Fantasia — Iris Mascagni. Poema sinfonico Scene pittoresche — Masaenet. Estrazione il lotto puibro® 23 Giugno 1900 77—20—67—19—82 37—12—41— 253 09 20—76—43—60 50 81—57 3HI 42—30—18—48—35 58—73—75 81 1* 62—7665—2079 25—51359061 Bari Firenze Milano Napoli Palermo Roma Torino Venezia quarto di 10 vani in via Gelentano N. 75, tutto messo a nuovo, con annesso giardino. Per trattative dirigersi dal proprietario in viaMelo JN.n. ieri aura p^i ti por Ani ini il • >'.loì t ti tario ai LL. il', on. l'.<.ii. Stamane allo 12 è piatito la rappresentanza del Roi.au>, ti *st.i&."u !.; rapp)n e tiiiza della Camera. Per S'arresto deli'oii. Ferri L' on. Lucclimi ha presentato la relazione, approvata stamane dalla commissione, per l'autorizzazione all'arresto dell'oli. Enrico Ferri. La relazione conclude chiedendo che la Camera deliberi che una volta accordata l'autorizzazione a procedere, ed una voi la che si è pronunziata sentenza di condanna, e questa è pacata ingiudicata, il Procuratore del Re può promuover l'esecuzione della sentenza senza bisogno di una nuova autorizzazione,. Nella relazione vi sono i seguenti due punti notevoli : I. che il Procuratore del ito doveva profittare delle dimissioni dell" on l'on per eseguire l'arresto. II. che la, commissione si è preoccupava solo del principio della questione, * che in quanto al caso in esame sarebbe ben lieta se si trovasse il modo di elimi narla, ricorrendo, ove occorresse, a qual che alta prerogativa. Gl'ispettori scolastici e il governo II ministro della P. I. ha ricevuto n; rappresentanza cle^l'.^'Cttoit •*<; .lisfici Dall* II cadavere dell'aeronauta Moretti ritrovato Milano 23. — 11 sottopref'etto di Larino, in provincia di Campobasso ha telegrafato al Prefetto di Milano, informandolo che sulla spiaggia presso il casello 430 della linea ferrovijria TermoliCampobasso, fu rinvenuto* un cadavere, vestito di abiti sportivi, senza scarpe e col viso irrk onosc bile. Dalle carte rinvenute addosso si ó identificato il cadavere per quello di Luigi Minoretti, uno dei naufraghi doll'aereostato Regina fileno,. Un altro assassino del Cuocolo arrestato Napoli 23. — Starnano poco dopo le C è stato arrestato il ricercato Ciro Maresca, il qnale da tutti i gravi indizi raccolti, è ritenuto per uno de^li assassini del Cnocolo. Il Maresca non si era mosso da Napoli, e si aggirava nei vicoli del quartiere Mercato, sfuggendo alla vigilanza degli agenti, che, conosceva benissimo. Giorni fa il Maresca s'incontrò con un amico di Torre Annunziata, al quale chiese che si l'osse recato dalla madre e preio della biancheria, che egli lo avrebbe atteso in un caffè presso piazza Dante. L'amico si prestò volentieri alla richiesta del Maresca, ma il colloquio e l'appuntamento fa udito da un vetturino, il quale ne informò un delegato di P. S. Stamane infatti all'alba numerosi agenti di polizia, comandati dal suddetto delegalo, si sono appostati presso il caffè. Poco prima dell'arrivo del treno da Torre Annunziata il Maresca si è avvicinato ad un lustrascarpe, domandandogli l'ora dell'arrivo del treno, però in men che non si dica, gli agenti lo hanno afferrato, ed il Maresca, senza pronunziare parola, si è fatto tradurre tranquillamente in Questura. Addosso gli è stato trovato un falso pa«:iporto, rilasciatogli dalle autorità di Sora Campania, con una data anteriore al delitto. Mentre il Maresca era condotto in Questura. Altri agenti sono rimasti presso il caffè p«jr attendere la persona che doveva poitare la biancheria. intatti ali) ft, X), un individuo che porti, a un inv 'Ito è entrato nel caffè, e subiti è stato arrestato, (•'individuo ha dichiarato che la biancheria si apparteneva ni Maresca, ed ha soggiunto che credeva questi ricercato Ha poliz'a per contiavven. ijno alla vigilanza. il nuovo arrestato è stato identificato )c Francesco d'Alesio. calzolaio. JN'ella perquisizione si son rinvenute ">0 lire in 10 biglietti da 5, due monete antiche ed un portamonete con cifie. Jl D'Alesio ha detto che le due no lieve antiche gli furono date dal Maresca (<er compensarlo di un lavoro fattogli. Il Maresca interrogato ha detto che nei tempo della latitanza egli è stato nel Brasile, ma domandato il nome del padrone, presso cui ha lavorato, ha detto di non ricordarlo. Pia soggiunto che era ritornato a NaK> i alla fine di giugno, ina di non ricordare '1 nome del piroscafo sul quale ha viaggiato. Esse.ndoglisi riscontrate delle ferite alla testa, il Maresca ha detto che gli fuiono procurate in una rKsa avuta a bordo con alcuni compagni, di cui però non ricorda i nomi. • Intanto oggi si è proceduto ail'arrristo in piazza Dante dui piote Pasquale Murmiira. il quale era possessoie dei titoli di rendita, rubati alla Banca Mate e. Si crede che il Murmura r>on sia osti aiioo al truce assassinio dei Cuocolo. Il terremoto in Calabria Regalo Calabria 23. ~ (A. >S.i Stamane alle H.oO e alle 10.12 vi furono SOM.6 di terremoto inavveitite dalla popolazione. SPKIAl'TA PEU* PITTA Q.AWT! Fornitrice della Casa di S. M. il Re d' Italia. CASA DI CURA CHIRURGICA E GINECOLOGICA annessa ali' Ospedale Civile di PUTIGNASO DIRETTA DAI DOTTORI Signora Ornerà Da 15 anni mia inoj anni era ammalata. Le . no state il solo rimedio Vintoli ;lio Ornerà di 4(1 Pillole Pink so::Uo potè ridarle eh inirgo tìelt' OttpedaL Vivile, e VISITA TUTTI I F>nMRDRiìI *"" afS!iistmte **/fa CIinicachirurgicaUMÌIIUHIIIJI) di Bologna e chirurgo aiuto nel R. Ospedale di Orosseto. riIORNI DALLE ORE 8 IN POI TARIFFA GIORNALIERA SALA COMUNE L 2,50 — C'AMERÀ PRIVATA L 4,00 tutto compreso meno 1' onorario ai sanitarii. la salute. Mia moglie in seguito a parto cadde inferma. Fra gli incomodi che l'affliggevano in modo speciale debbo segnalai'e le cattive digestioni, 1' oppressione, le nevralgici. Klla ti doleva continuamente di contrazioni allo stomaco, punture ai fianchi, veitk'im'. Avi v? ^i >. ure freddo ed era divenuta di unii det/olozza grandissima. Tutti i rimedi eh» el'..i prese prima di curarci con le Pillole Pink non le diedero alcun sollievo. La b itursi degli attestati pubblicati nei vu. li i opuscoli 1' indussero a prenderò le Pillole Pink. le quali 1' hanno perfettamente guarita. Nel nostro paese ognuno è sorpreso della guarigione di mia moglie ed io stesso considero questa guarigione, prodigiosa. » Domandate alle Pillole Pink un sollievo, esse nen disillude!anno. Se sieto ni deboliti dal lavoro, su sortite di una malattia* avete bisogno di affrettare la convalescenza, chiedete forze a tjinr'to potente rigeneratore del sangue, tonico dei norvi. Date le Pillole Pink ai tigli vostri se non hanno appetito o e si s tn tono stanchi e non potete ielerminarne la causa. Le Pillola Pink sono sovrane contro l'anemia, la clorosi, la nevrastenia, la debolezza generale, i mali di stomaco, emicranie, nevralgie, reumatismo. S#no in vendita in tutte le farmacie e al deposito A. Merenda, Via S. Girolamo 5, Milano, L. 3,50 la scatola, L. 18 le G scatole, franco. Un medico addetto alla casa risponde gratuitamente a tutte le domande di consulto. GIACOMO GIANNINI FU CLEMENTE in Bari Corso Vittorio Einanuele 132 Avverte il pubblico e la spettabile clientela di essere in grado di poter fornire suonate per piani melodici a quattro ottavi con cartone sceltissimo fabbricato espressamente, al prezzo di Cent. 40 al metro. Per chi desidera musica a piacere, non compresa nel catalogo, b pre gato mandarla serilta per pianoforte ohe sarà subito ridotta e spedita al prezzo eccezionale di Cent. 50 al meiro. Da Ditta è depositarla esclusiva delle collezioni musicali dell' Editore Gustavo Gori di Torino: II Pianoforte, il Mandolino, il Canzoniere Italiano, scelte composizioni al prezzo di Oent. 2U cadauna. _ __ CRISTALLERÌE, PORCELLANE E TERRAGLIE RICHARD GINOfil E DI ALTRE CASE ESTERE E NAZIONALI •** «*. VASTISSIMO ASSORTIMENTO Servisi da tavola, da caffi; da liquori, da toletta, da camera re. Candelabri, Orologi, So*)>cn«ioni e l.mni d'ogni risteiita. J'onatei'ie, Guantiere, Artico/i casalinghi in ferro smaltalo. SPECIALITÀ ARTICOLI PER HEGALI E PER LUCE ELETTRICA presso MICHELE CASSANO FU ONOFRIO • BARI SI RflCCOfrtflHDfl •*9 NOCERAUMBRA L( SORGENTE ANGELICA) ^' MINERALE DA TAVOLA) La BANCA COSfiM£«GÌALE ITALIANA SUCCURSALE DI BARI Via Sparano N. 62 eseguisce pagamenti e rilascia assegni senza alcuna spesa in tutte le Piazze ove ha filiali. a •#« 11* Parigi 23. — (A. S.i Alla Carnea la mozione di Constant è icsp'nta con voti 'JCO contro 2'25. il Senato contro i massacri russi Parigi 23. — i,A. S.) 11 Senato ha approvato un ordine del giorno stigmatizzante i massacri israeliti in Russia. RUSSIA Disordini agrarii e militari Pietroburgo 23. — (A. S.) Si segnalano disordini agrari a Tonernikow e nel governo di Kursck. I contadini di Kassan dimostrano minor fiducia nella Duma. Nell'isola Abo vi fu un parziale ammutinamento della guarnigione. Direttore Prop. MARTINO CASSANO ai Signori possidenti di non essere frettolosi nell'acquisto di una cassaforte e di visitare prima il grandioso deposito dell'antica premiata fabbrica BECHER l HILDESHEim presso il rappresentante per il Meridionale Signor Luca Pariavecchia • Bari Via Putignani 143145 (Palazzo Comm. Ite David) Costruzioni insuperabili camere di sicurezza easse un sol pozzo di acciaio sistema inodernOjCasse a muro. Garanzia provata contro il fuoco, l'infrazione e la perforazione, specialità segreti. Prezzi modicissimi. N.B.La CasaBecher e Hildesheim possiede migliaia di attestati a disposizione degli acquirenti. Gerente responsabile, LEONARDO MORISCO Ckl lnteid» procedersi aell'acqu» di Wvaajraall Jànoo per purgarsi, esiga il nome (li •axtehner «ull'etichett» doli» bottiglia, perché potri evitare l'equivoco con acque purgai.v*(otto titolo simile o composte artincietninQ*» f li ionrtHHoiUntìrjU sommici! mi »roprioìitei«i*. curata mediante l'applicazione del Cìnto, fisiologico Claven premiato con medaglia d'oro e brevettata dal li. Gorerno. In Bari all'Albergo del Itisorgimentoe si è aperto, papocln giorni, un gabinetto per l'applicazione di questo portentoso apparecchio ormai conosciuto in tutto il mondo e adottato dallo più spiccate autorità mediche. L'ernia la più voluminosa *arà contenuta colla massima facilità e senza serrare il povero ernioso nella solita morsa di ferro. Tralasciamo ogni rivelarne chiassosa ed inutile; invitiamo soltanto signori medici e tutti gl'i ntcre^sati ad assicurarsi coi propri occhi della verità dulie nostre asserzioni, L'inventore stesso eseguisco l'applicazione e riceve tutti i giorni dalle i> alle 12 e dalle 15 alle 17. Visite a domicilio. Specialità in ventriere, in cinti per giovanotti e per bambini. PSATO STABILIMENTO BALNEARE CHI9T0IH0HE fflilHZI Via Partenope [dirimpetto il Castello dell'Ooo) Via Chiatamone 50 — NAPOLI Antiche sorgenti luculliane ferruginose, bicarbonata alcaline—Grandi vasche nuotatori e sulle stesse fonti — Bagni ferrati, solfurei, medicati, dolci, di mare, di Oasamicciola (Gargitello) e fanghi della .Rita, direttamente importati e spediti por qualsiasi destinazione ^franco stazione Napoli. Bagno Russo — Bagno Torco (Ilammam) Idroterapia la più completa, dolce, di mare, ferruginosa, — Massaggio — Bagni elettrici. Bagni Minerali Sorgente LA POPOLANA, efficacissimi nei dolori artitrici. reumatici, muscolari; nelle nevralgie, sinoviti, contratture ecc. Prescritte da moltissime notabilità mediche che constatarono lusinghieri successi. Prezzi moderati. Richiedere Guide Tariffe, 8tabTTÌp."d6l "Cirriìro delle Puglie"" PROFESSIONISTI, IMPIEGATI, OPERAI, prima d'impegnarvi con altre compagnie! per un contratto d'assicurazione capitali contanti o rendito|vitalizie,|esarninate le tariffe della Compagnia Italiana ti" assicurazione le pili vantaggioso per mitezza di tratto, facilitazioni di pagamento. premi, liberalità di conp Per schiarimenti ed altro rivolgersi al Signor IN VTA PUTÌ'G'NANI 94. LAB0RAT0RI PER CORREDI DA SPOSA SARTORIA MODISTERIA BIANCHERIA (INFEZIONI Ricco e nuovo assortimento di stollè di seta — Specialità in stoffe fine di lana, ultimo gusto — Coperte di seta di merletti, piquet inglese, reps. — Colossale assortimento di cotoni da L. 0,80, 0,35, 0,30 ecc. — Telerie convenientissime in battista, lino e cotone — Tele famiglia in ogni altezza da L. 0,85, 0,40, 0,50, 0,60 — Servìzi da tavola in tela di fiandra extra, di lino, di cotone da L. 3 in sopra—Biancheria a spugna da bagni—Asciugamani grandi da L. 1,00. 1,25. —Lenzuola grandi L. 5,25 — Accappatoi L. 8. Per UomoGiacche in alpacas brillante, le vere inglesi di Ruben durata garantita da L. 5,25, 7.25, 8,25, 10. DittaiGIUSEPPE TABERNACOLO BARI STABILIMENTO DI ARTI GRAFICHE 1. BAMBOCCI CORSO VITTORIO EMANITELE, 54 — BARI l7»;roraii«Lt:o oou 13= Bkt€sd.£à$Elie> d» Oro Eseguisce eliehès in zingo, ratan, ottone, grafici, fotografia, fototipia, tricromia, lavori par uataloghi, opere scientifiche, hi.ri scolastici, e gior« nali a colori. Accetta qualsiasi lavoro di riproduzioni, come riproduzioni d'immagini sacre, interni di stabilimenti ecc, nelle tre provincia, mandando sul luogo a proprie spese provetto artista per i negativi. Inoltre inviando anche un semplioe abbozzo del lavoro che si desidera, verrà eseguito gratin il disdguo artistico per la riproduzione grafica. Si accor* dano pressai minimi e dilazione Bei pagamenti, Domenica 24 Giugno 1906
CORRIERE DELLE PUGLIE ANNO XX Domenica 24 Giugno 1906 Corso Vittorio Emanuele, 102 (Conto corrente con la posta) NUM. 173 ABBONAMENTO: IN ITALIA: Anno L. 16 — Semestre L. 8 — Trimestre L. 4 — ALL'ESTBRO: Anno L. 35 — Semestre L. 20 Trimestre L. IO. — GJi Abbonamenti si ricevono presso l'Amministrazione del Giornale in Bari e presso tutti gli Uffici postali del Regno — Pagamento anticipato — Un numero, Gent. <Ct — Arretrato, Ceni. IO. Le Inserzioni a pagamento si ricevono esclusivamente presso l'Amministrazione del giornale in Bari. — TARIFFA: Prezzi per linea o spazio di linea di 7 punti: IV pagina, L. 0.50 — III pagina, L. 1,50 — Corpo del giornale, prima della firma del gerente, L. 2,00 — Avvisi funebri, L. 1,50 — Comunicato, dopo la firma del gerente, L. 2,00 — Pagamento anticipato. I REGIA UNGARICA Società Anonima DI LINEE SETTIMANALI Bari Marsiglia Palenza Linea A Da Valenza, Marsiglia e scali Camera dei Deputati Gli articoli sui provvedimenti pel Mezzogiorno Battibecchi per la grazia a Linda Murri (per telegrafo al Corriere delle Puglie) «UT. KIRAUV 4 Ging.90G IAKOCZV IO > LEO. SANDOR 13 > lASSà 25 per Trieste e Pii me. Da Trieste e Fiume ANDRASSV fi Qiug.itOO HAT. KIRALY 13 > RAKOCZV 20 > LEU. SANDOR 27 > lermo,Napoli, Genova, P. Maurizio , Marsiglia , Barcellona e Valenza, ARPAD ZRINVI SZAPARY IZ. LASZLO Linea B Da Fiume e Trieste 8Giug. HOG IO » 17 24 per Catania, Malta, Reggio Cai., Messina, Napoli, Nizssa o Marsiglia fl. C. DE FREITflS 8 C. Da Rotterdam e Amburgo UUSITANlA2O/25Giug.9OG SVZANZ 28/30 > » \pur Rotterdam, Amburgo, Brema e stazioni interne sul Reno e sull'Elba(con traub. a Rotterdam od Am/burgo. Per eohiariraenti su noli ed altrrivolgersi in Bari all'agente (Jone per le Puglie, Signor TITO DI L. AICAIUU II eonflMo grecovmne.no — Una visita ili Teotolda « Henna — 1HmoHtrazloni italiane a Zara — Oli studenti contro le prororasiont croate — La, sistemazione ilelVaffare di NanChang. Nei circoli politici greci si segnala che si renderà conto della mancanza di fondamento delle asserzioni contenute del comunicato del Governo rnmeno intorno stila rottura delle relazioni fra la Grecia e la Rumania dando la prova della falsità delle affermazioni romene. Le sole che abbiano carattere preciso, eoncernono l'affare di Gravena e la violazione della legazione greca a Bukarest. La prima è affermata e la seconda smentita nel comunicato rumano. A Gravena non vi furono massacri ma un semplice scontro Ira una banda rumena che aveva alla sua testa il brigante Laoni ed un distaccamento turco da una parte ed una, banda greca comandata dal capo torip&nte Ververis dall'altra parte. La*ja»da rumena potò fuggire senza perdite. In quanto alla banda di Ververis essa ha nulla di comune colle bande greke macedoni. Qmesta versione è stata riconosciuta esaft»<ial ministro degli osteri russo dopo le in."!»'94*6 consolari russe. Non si può dunque" parlare ai massacri In secolo luogo la violazione della legazione gr'^a a Bukarest è innegabile come pure la .dimostrazione antigreca che ebbe luogo lo s?tegso giorno in vista di tutti. • * Secondo la « Neue Wiener Tageblatt •, il presidente del Consiglio ellenico, Teotokis, passerà a Vienna alcuni giorni nella prossima settimane ed avrà un'intervista col ministro austroungarico detli affari esteri Goluchowsky. A causa el conflitto fra Grecia e la Rumania si cunette grande importanza a questa intervista. * * # ROMA 23. Tornata del 23 giugno Presidenza del presidente BIANCHEUI La seduta comincia alle 14. MURANDO legge il processo verbale della seduta di ieri che è approvato. Per l'Ospedale di Lecce MORANDO da lettura di una proposta di legge del deputato Vito Fazi| per una tombola in favore dell'erigendo ospedalo di Lecce. Interrogazioni II decreto di grazia alla Morri COLOSIMO risponde all'on. Leali che il procuratore generale della Corte di appello di Torii.o non ha indugiato un sol giorno nel dare esecuzione al decreto di grazia della Linda Murri. LEALI non comprende dove sia rimasto quel decreto del 15 maggio, data in cui gli consta fosse firmato fino al 22 in cui tu eseguito, se fu tenuto nascosto per ragioni politiche lo deplora. COLOSIMO rispondendo all'on. Gallina espone i numerosi provvedimenti presi dai vari guardasigilli per portare la magistratura di Milano in grado di funzionare, e lo assicura che sono in corso altri provvedimenti nel tribunale e nella Corte d'appello di quella città. I provvedimenti pel Mezzogiorno Si approvano gli articoli dal 4 bis al (i. IATTA all'art. 7 domanda che la gestione nelle Casse provinciali • di credito sia facoltativamente non obbligatoriamente affidata ai banchi di Napoli e Sicilia. COCCO ORTU risponde che si tratta di una questione provvisoria. Si approvano gli articoli sino al 7 bis. .IATTA si dichiara in massima favorevole gli articoli del disegno di legge relativi ai patti agrari, ma osserva che bisogna non dare ai medesimi articoli carattere generale, e tenere invece conto delle speciali consuetudini locali. CIMORELLI crede invece che le disposizioni della legge che si riferiscono ai contratti agrari, che gì' interessati non hanno chiesta e che sono così pericolose pei contadini e così vessatori pei proprietari, debbano essere rimandate a miglior tempo. GIOL1TTI risponde che la questione dei contratti agrari non può essere interamente risoluta con questa legge, ma non può accettare che siano stralciati e rimandati gli articoli del disegno di legge che vi si riferiscano. Per arrestare Ferri LUCCHINI prosenta la relazione sulla domanda, di autorizzazione ad eseguire la sentenza pronunciata il 10 febbraio l'.HH contro il deputato Enrico Ferri. Seguita il Mezzogiorno Si approvano gli art. 8, 9 e 10. JATTA all'art. 11, anche a nome degli on. Semmola, Petroni, e Pascale propone ili modificarlo in quanto si riferisce ai contratti di locazione e sublocazione di fondi rustici destinati principalmente ali; semina. COCCO ORTD dichiara che avendo fatto fare speciali indagini sui patti agrari del Mezzogiorno ha potuto convin i cerai che la molteplicità dei patti esistenti consigliava di non adottare nonne troppo uniforme. Quando si avranno i risultati dell' inchiesta si protranno applicare disposizioni più studiate e meglio adatti ai singoli bisogni. PASCALE propone un emendamento per il quale il fondo in ogni caso non sia della estensione superiore ad ettari tre di terreno. COCCO ORTU non può accettare 1" emendamento, perché contrario al concetto della legge. GIOLITFI prega l'on. Pascale di ritirare il suo emendamento propone che si aggiunga : ed in ogni caso della estensione complessiva non superiore ad ettari 3 di terreno e osserva che questo emendamento contraci irebbe a tutta la legge. PASCALE insiste nel ritenere che debba essere determinate la superficie del fondo coltivato, e mantiene il suo emendamento. L'emendamento Pascale non è approvato. Si approvano gli art. 11, 12 e 12 bis. MALCANGI propone un' aggiunta ìelativa alla procedura di esecuzione, ed alla fideiussione. GIOLITTI non può accettare l'aggiunta dell'on Malcangi, che renderebbe impossibile 1' impianto di istituti di credito agrario. Si approvano gli art. sino al 18. JATTA ali' art. 19 propone con altri deputati di esentare dalla tassa tutto il bestiame da lavoro, indispensabile per la coltivazione dei fondi propri, di quelli tenuti in fitto, ed i cavalli da sella di uso personale dei contadini. LUCIFERO ALFONSO chiede che sieno esenti anche i possessori di due capre, come era proposto dal governo. MASSIMINI trova eccessiva la proposte dell'on. Jatta ; accetta invece la proposta dell'on. Lucifero. Man mano si approvano gli Si comincia con una interrogazione molto movimentata sulla grazia concessa a Linda Murri. L'interrogazione è dell'on. Leali per sapere te e quale provvedimento è stato preso dal Governo contro il Procuratore generale della coste di Appello di Torino, il quale ha indugiato 10 giorni a far eseguire il decieto reale. Questa interrogazione ha però il vero scopo di sollevare rumori contro il ministero passato. L'on. Leali ringrazia il sottosegretario della risposta e prende atto della correttezza avuta dal Procuratore generale della Corte di Appello di Toriuo, benché gli consta che il decreto reale di giazia tu firmato il 13 o il 15. Voci: 11 15, il 15. Lenii: So pura intanto che il decreto fu tenuto sospeso per 7 giorni, tenendo arbitrariamente in carcere un individuo che doveva esser libero. Rumori all'estrema sinistra. Leali: Forse perché era in discussione il bilancio di grazia e giustizia, o forse perché si temeva un prossimo voto politico. Voci: ^All'estremai: Ma se voi eravate ministeriale. Leali: Sieur', ma se avessi saput* del decreto di grazia avrei votato contro. Voci all'estrema: Ma sa lei che quello è un decreto reale V Leali: Ed 6 per questo che io discuto, ma soggiungo che avrei diversamente. Se proteste ed i rumori all'estrema continuano, ma poi si tranquillizzano. Si riprende indi la discussione del progetto pei provvedimenti in favore del Mezzogiorno. E' interessante quella relativa ai patti agrari e quella relativa agli articoli. Si approvano gli emendamenti concordati fra il Governo e la Commissione. Gli altri emendamenti non hanno fortuna. La discussione e l'approvazione degli articoli di questo progetto si riprenderà nella seduta di martedì. Poi si discuteranno le risultanze della commissione d'inchiesta sulla marina. Domani, malgrado la domenica e la festa di S. Giovanni, si terrà seduta per l'approvazione di numerose leggine che si trovano iscritte all'ordine del giorno per lo sedute antimeridiane. Lunedì si terrà la solita seduta per io svolgimento dell'interpellanze. non lo votato Senato dei Regno articoli Mentre l'altra sera il concerto comu naie di Zara in occasione dell'onomastieo del podestà Ziliotto suonava ni piazza, venne improvvisata una grande di. za moatrazione di italianità. Furono suonati ripetutamonte gli inni patriottici tra un grande entusiasmo, In seguito alle proteste e alle grida fiatili dei croati, si operarono vari arresti. I gendarmi repressero infine la dimostrazione. , OH studenti italiani di Dalmazia protestarono con un vibratissimo ordine del giorno contro le nuove violenze croate e «socialiste. II miniatro di Francia ha firmato a Pelano il trattato che regola definitivamento Tuffare di NanOhang. h indennità è ridotta alla metà, e cioè a 'JUU.UX) taets. Quantunque questo trattato sia più conciliante, tuttavia in esso si riconosce che le stragi che causarono il suicidio del magistrato di NanChang non fsttnno affatto provocate. Il trattato vieta che siano rosi gli onori funebri al .ìik'ida. sino al 38. Sul lavori parlamentari GIOLITTJ chiede che martedì, subito dopo questa legge, cominci la discussione sulla inchiesta della marina. PRESIDENTE propone che domani ai tenga seduta straordinaria pei disegni di legge inscritti nell'ordine del giorno delle sedute antimeridianb e per altri urgenti Queste proposte sono approvatiti, SANTINI chiede che prima dulie vacanze si tenga comitato segreto per la questione dei locali, PRESIDENTE spera che rio sarà possibile. Interrogazioni ed Interpellanze LUCIFERO ne da lettura. Si leva la seduta alle oro 19,10. Domani seduta alle oro 14. Note alla seduta Per fa swin a Linda Murri ROMA 2'X — (M., L'dhirt i jjopolatis sima sin dall'inizio dell» seduta. Presidenza dei precidente CANONICO ROMA 23 La seduta comincia alle ore 15. Il senatore ARRIVRBENE legge il processo verbale della seduta precedente che è approvato. Per appello nominale si vota il prò getto di leggo sullo Calabrie. E comincia la discussione sul progetto per la soppressione del sequestro preventivo dei giornali. PIERANTON1 antico fautore della stampa è favorevole a questo disegno di legge. Premesso un brave cenno sulle vicende, della legislazione in materia di stampa, nota che in tutti i paesi la legge sulla stampa ha delle guarentigie atte a mantenere integri i diritti di tutti. Esamina gli art. 40, 41 e 12 dell'editto 2t> marzo 1848 e dimostra come la qualifica che si da al presente disegno di legge non ha alcun fondamento. 1 senatori PARPAGLIA e LUCCHINI daranno anch'essi voto favorevole. Parlano dopo il relatore ROUX e il ministro GALLO; dopo di che il progetto è approvato. Si approvano così anche altri procretti di legge. La seduta termina alle 17. Lunedì seduta allo 15. fl proposito di scioperi l'agitazione di mialioraJ ni o scioperi di altre città abbiamo sempre rilevato che la nostra nulla ad esse ha da invidiare e per la forma e perché le dimando degli operai nulla hanno avuto di eccessivo o di tentativi di sovrapposizione, tanto che novantanove su cento si sono avuti concordati e componimenti, che possono bene equipararsi a contratti di lavoro. Questi precedenti sono tali da rassicurare contro ogni apprensione per le agitazioni delle diverse classi, di cui nella nostra nota di cronaca di ieri. Dalle abitazioni agli soioperi in verità il passo non ci sembra breve e, specialmente poi, quando condizioni speciali escludono la convenienza di tempo e di modo. Sanno tutti che lo sciopero è sempre un danno e nella vita collettiva hanno tittti interesse ohe questo non vi sia. Ormai pochi non sanno che lo sciopero, sia pure parziale, costituisce una misura estrema, che può essere soltanto decisa quando la rimunerazione del lavoro e il peso dell'orario sieno tali da imporre una immediata revindioazione. Né bisogna omettere, d'altra parte, la considerazione che alcuni miglioramenti non possono essere improvvisati porcile in rapporto cibila economia più o meno adatta alle proporzioni del lavoro. Le agitazioni quindi che in que ari giorni si avvertono bisogna ohe sieno tenute a calcolo, ma bisogna pure che abbiuno la maggiore moderazione, a cui le nostre classi operaie si sono sempre ispirate nelle loro dimande. E bisogna che queste agitazioni abbiano la considerazione di coloro, a cui le dimande sono rivolte, perché con facile, e diremo anzi, cordiali trattative, si raggiungano componimenti ed accordi. E' cosi che si compie quella evoluzione pacifica, a citi, senza sottintesi e senza rancori, tutti hanno dovere di cooperare ed è così che i componimenti e gli accordi perdono l'impronta di sconfìtte per gli uni, di vittorie per gli altri. Dagli scioperi siamo lontani: le agitazioni non si accentuano: non è azzardata quindi la nostra fiducia in una soluzione, che non porti alcun turbamento nelle nostre correnti cittadine e che tutti, eliminando ogni impulsività di dimanda o di diniego, si rendano ragione sovratntto della opportunità nei tempo e nel modo. Le feste di Ancona t preparativi ANCONA 2.1. — IA.S. Il tempo è bello: la città è animatìssima per le persone giunte dalle Marche, dalle Romagne e dalle Puglie. _ II municipio e varii sodalizii hanno pubblicato manifesti annuncianti l'arrivo ai Sovrani e auguranti loro il benvenuto. Moltissimi yindaci e rappresentanze di tutti i contigli provinciali delle Marche sono giunti per partecipare al ìicevimento dei Sovrani. La staziono e numerosi balconi sono artisticamente addobbati. Là morte di Almodovar Madrid 23. A. esteri Almodovar 14,50 di ieri. S. i II ministro degli lei Rio è morto alle Ieri in una nostra nota di cronaca abbiamo rilevata alcune classi in cerca di mento. Si sa che noi abbiamo sempre seguito con simpatia queste agita zioni, quando hanno avuta origine in cause giustificate. Ma non basta che quebtc cause sieno giustificate. L' esperienza ha dimostrato che una prima condizione dello sciopero, per raggiungere il suo scopo, è quella della opportunità. Le nostre classi operaie hanno non una volta intraveduta questa opportunità ed è perciò che hanno potuto spesso conquistare quel miglioramento, a cui aspiravano. Né va omesso che tra i mezzi, di cui le nostre classi operaie si sono avvalliti, i più lodevoli sono stati quelli ispirati alla massima calma, alla massima serietà. Non ricordiamo che uno sciopero parziale, o anche generale, abbia destate preoccupazioni nella cittadinanza. Ricordiamo invece che questa ha seguito con simpatia le richieste delle classi operaie appunto perché non eccessive e perché regolate inun movimpnto che nulla ha avuto di disordinato o di esorbitante. E ricordiamo altresì come la Camera di laYPro abbia sempre vigilato a che funesto movimento si fosse limitato nei limiti della legalità» e non fom& stato di molestia alla vita cittadina ed alla esplicazione di questa, Abbiamo con legittima soddisfazione tenuto conto di questa forma civile, a cui le nostre classi operaie non hanno mai mancato e diciamo, Hn?i, che nel confronto di ngitazioII duca di Almodovar min ire a pochi giorni dalla chiusura dalla conferenza di Algesiras, di cui tu presidente e che deve al suo tatto ed ulLi sin .ihilit.'. diplo nautica la linaio concordi.» ti a dissensi che parevano irreconciliabili. Ond'è che la sua iigura, noli' ultimo periodo della sua vita, usui gè va a uotoiietà mondiale. La sua morte è .sentita urne un vuoto dalla diplomazia internazionali1. stampa, alla commissione incaricata di occuparsi degli atti illegali di amministrazione. Numerosi oratori partecipano «Ila discussione. La seduta è tolta alle ore 19,50. Le feste per l'incoronazione di Re Haakon Throndjem 23. — (A. S.) Iersera a Corte vi fu un banchetto a cui intervennero i Sovrani, i principi, gl'inviati esteri e gli alti dignitari. Il Presidente del Consiglio brindò ai Sovrani. Il Re rispose dicendo: In questo giorno, così solenne per noi, spero che il sacro compito di oggi sia per la nostra patria sorgente di felicità. Dio protegga la patria. Duina La discussione sulle dichiarazioni dei ministri Pletroburgo 23. — (A. S.j Alla Duma la seduta_è aperta a mezzodì. Continua la discussione sulle dichiarazioni dei ministri. Il deputato Ramisioli socialista del Crucaso. dice che il governo commette sempre la mostruosità e il ministero dell'Interno assorbe tutto in Russia anche le chiese e le scuole. Afferma che l'attitudine della Duma. per quanto ostilo ai ministri, non esprime ancora tutto il suo pensiero molto più ostile ancora. Alftdyne, in nome del gruppo del lavoro, si meravigliò dell'apparizione improvvisa dei ministri alla Duma, e le spiega col combiamento avvenuto in Europa dopo il 14, il giorno del massacro di Byelostock. Rileva cho il Times, molto benevolo per la Rtusia, pubblicava dopo i fatti di Byelostok, un articolo severissimo contro il governo russo. L'oratore dice che i disordini militari e i ribassi dei fondi russi alle bor*e estere, sono la causa dell' attitudine umile dei ministri. 11 professore Kovalewski dimostra che l'assenza di un potere unico in Russia e la causa vera, dei disordini. Si duole che il ministro dell' Interno non ha risposto ad una sua lettera sul caso di un prigioniero, mentre avrebbe dovuto rispondere almeno pur cortesìa. A grande maggioranza s} anuro% a l'ordine dol giorno piupoato da ChtduoUiii, in nomo del partito costituzionale democratico, esprimente sfiducia ne! ministero e chiedente il suo ritiro e la formazione di un ministero responsabile dinanzi alla Duina. Si approva la proposta di rinviare la relazione sul procedimento giudiziario contri i il deputato Onlianow |>ei delitto di ONOFRIO PQRCELLI A." ricorso di questi y tur ni il trigesimo delta morte del compianto prof, (Jaofrio Porcel/i, e non possiamo meglio onorare la memoria dì lui che pubblicando il seguente articolo che ci manda ila Catania il nostri} prof, Enrico Nautici, Vi sono degli nomini, che passano silenziosi nella vita, senza levare alcun rumore, né intorno alla loro persona, uè intorno all'opera loro: talché la gente che non li avvicina non se ne accorge, e non li conosce e non li apprezza. Ma quando essi scompaiono, si ha l'impressione di un vuoto immenso. quasi irrimediabile, e allora la gente meravigliata si accorge che quel silenzio era pieno di pensiero e di fede: che quell'opera tranquilla era assidua e feconda: ohe la persona modesta e serena aveva segnato nella vita un'orma incancella i bile. ! Tale fu Onofrio Porcelli — il Preside dell'Istituto tecnico di Bari — l'uomo che passò silenzioso e modesto, e, quando scomparve ebbe tutta una folla piangente intorno al suo feretro: l'uomo che dedicò all'Istituto tutta la sua vita, portandolo a tal grado da esser citato a modello: e tuttavia scese nella tomba, oggi fa un mese, con un solo rammarico in cuore: di non avi r, secondo lui, compiuto tutto il suo dovere — ed era invece il suo ideale — (aggiungere ciò che è nelle umane cose impossibile: la perfezione assoluta. # * Oggi — ne son certo — i miei colle^hie gli alunni di Bari, copriranno di dori la fossa recente. Io, sbalzato lontano, proprio quand'Egli era strappato alla vita, vorrei, come tenue omaggio di gratitudine e di affetto alla sua memoria, rievocare qui la sua immagine buona e serena, ricomporre la sua figura mite ed onesta: vorrei far conoscere il valore dell'uomo perduto, e spiegare il lascino, che Egli, dall'aspetto così rigido e seveio,_ seppe esercitare sulle anime giovanili, pronte, di solito a vibrar più volentieri per un grido di ribellione che non per un monito di dovere... Ma troppo il cuore si stringe nell'affollarsi tumultuoso dei ricordi, che abbracciano diciotto anni di vita comune, e mal si potrebbe, nel breve giro d'un articolo di giornale, sceglier l'immagine d'un momento fra un perenne fiotto di memorie: e perciò io costringo il mio pensiero a non tracciar che un modesto piotilo dell'educatore, dello studioso, dell'uomo che, sovra tutto, fu buono. • • • Come educatore, tigli ben avrebbe potuto vantarsi di educar, coll'esempio. Mai s'impegnò d'arzigogolare sul significato della parola «• dovere » e d'attenuar del suo compito la parte meno facile o meno grata. Il cornili. Nisio. che ben lo conosceva, giustamente, nel suo telegramma lo chiamò « vittima del dovere ». E noi ben sappiamo che Egli ora il primo a recarsi ogni mattina all'Istituto, l'ultimo ad andarsene; noi ben sappiamo che l'implacabile malattia che l'ha ucciso non sarebbe stata così crudele, se Egli avesse pensato a risparmiarsi pensieri e fatiche... Ma ìaii furono i ribelli che, rotto così nobile esempio, non si lasciarono ricondurre sulla diritta via. La percentuale delle assenze nell'Istituto tecnico di Bari, tocca il più Lasso limite fra gl'Istituti d'Italia. E il profitto degli alunni è tale, che un distinto proiessore d'Università mi dichiarava un giorno di esser lieto, quando uno studente gli dicea di provenire dall'Istituto di Bari... Come cultore di matematiche, e spei iulmente di quella parte della scienza, elio considera i fondamenti, Onofrio PoriA\\ era all'avanguardia. Alunno ed amico di Trudi e Battaglini, égli aveva assistito e preso parte a quel rinnovamento matematico italiano, che, iniziatosi sulla metà del secolo scoreo, è poi continuato sempre crescendo d'intensità, tanto da assicurare ali' Italia moderna un degno ed onorevole posto nel campo scientifico. Mancava allora l'Italia di buoni libri didattici: e mentre il Battaglini tradnceva dall'inglese il calcolo differenziale e integrale del Todhenter, Onofrio Porcelli rendeva in italiano l'Algebra del medesimo autore, completandola con una opportuna appendice. Tuttavia poche sono le sue pubblicazioni, perché anche in questo lo vinse la modestia e 1' incontestabilità dell' opera sua. In tempi, in cui ognuno cerca di stampar carta per vanità o per interesse, egli non intendeva di pubblicare se non qualche, lavoro di cui riconoscesse l'indiscutibile utilità. Invece studiava molto. Egli aveva seguito a passo a passo tutto 1' intimità del suo pensiero, da chi sa quale gentilezza d'animo albergasse sotto quella fronte pensosa, quante miserie fosser da Lui silenziosamente lenite, quante offese perdonate, quanto male pagato con bene, e con quale prontezza generosa, Egli, cosi severo con sé, incoraggiasse negli altri, specialmente nei giovani, ogni tentativo di avanzamento e di progresso, * L' ho detto.... Egli sopratutto fu buono nel senso più nobile ed elevato della parola. Né poteva altrimenti avvenire che tanto rimpianto si svegliasse intorno a lui, così modesto. Pur troppo oggi non è il tempo dei modesti ! Ma la Bontà sparge ancora, per fortuna nostra, tanta luce d' intorno, che se noi, affaccendati o noncuranti, mostriamo di non accorsecene mentre per essa un'anima risplende, proviamo un senso d' angoscia, quando quest'anima scompare ; e sentiamo il bisogno di ricordare e di rimpiangere... E. NANXKI. il progredir della scienza di questi ultimi trent'anni. Studiava molto e studiava bene. Quando esaminava un libio, questo non gli usciva dalle mani, prima ch'Egli avesse per così dire, sviscerata 1' anima dello scrittore. E perc'ò Se sue critiche, sottili ed acute, eran sempre esatte. E se talvolta le comunicava privatamente rifuggendo per gentilezza d' animo, da stampar la sue osservazioni) a qualche autore, anche illustre ; era necessariamente riconosciuta la chiarezza delle sue vedute, l'esatta logica de' suoi rajrionamenti, Conio uomo.... Che si può dire di un uomo, che divise l'anima sua in tre assetti : Scuola, studio, famiglia, e li riunì in un solo ideale, il Dovere? Una sciocca leggenda fece di lui una personilìcazioue dol Regolamento (forse perché quando di Regolamenti se ne facevano pochi ma buoni, Egli fu chiamato a coi" pilarne uno). Ma la scioccr, ',,»A.^i..ti èj statata da ehj \o ..anobbe |,> . ).. <.f.i... L'aumento del dazio in Turchia Vienna 23. — ^A. S. i La ('orrvspthideuz llureau ha da Costantinopoli che la porta dette una risposta parzialmente adesiva alla nota degli ambasciatori circa l'aumento del SO OjO sul dazio. NELLE TRE PUGLIE (Lettere, cartoline e telegrammi DALLA PROVINCIA 1)1 BARI MONOPOLI '22. — Cronaca consigliare — Festa in convitto Varia Ugo Nel l'ultima seduta consigliare furono uppro vate le modifiche all'organico di segreteria comunale, migliorandosi le condizioni degl'impiegati, in vista del rincaro dei viveri e delle pigioni. Plaudiamo a questo provvedimento e ci auguriamp che anche per gl'impiegati della Congregazione di Carità si usi h> stesso trattamento, perche anche per essi. vi è il rincaro dei viveri. Fu anche deliberato un altro posto al municipio da concedersi per concorso. Nell'istessa seduta venivano presi sera provvedimenti per la circolazione delle biciclette. — Una festa geniale ha avuto luogo ieri al Convitto « Q. Polignani • in ucorrenza della chiusura dell'anno scolastico. Preceduto da un banchetto, a cui presero parte oltre il Rettore sig. Aio e vice sig. Meo, il medieo del Convitto sig. G. Barnaba il direttore didattico sig. Albanese, il maestro di musica sig. Dal Giudice, il prof. Munuo, il sig. Eramo ed il vostro corrispondente, e durante il quale regnò la massima cordialità e buon umore,ebbe luogo un concerto musicale diretto dal prof. del Giudice ed eseguito dai convittori sigg: Sabatelli, Porcelli, Bianchi, Di Mauro, Pellicciari, Pugliese Vacca, Eramo, Guarnieri Pezzola ed, altri iti cui mi sfugge il nome, con la coadiuvazione del dott. Giancaspro Gaetano a Munno prof. Gregorio, chitarrista esimio. presenti un gentil nucleo di signore e signorine e molti invitati. Il programma attraente e variato fu svolto tra un silenzio religioso, coronato. ad ogni pezzo, da vivi applausi. Vi fu della musica di Verdi, Beethoven, Donizetti. Gli allori della serata li raccolse il vostro del Giudice che trasse dal suo violino effetti magici specialmente in alcuni pezzi di sua composizione, trascinando gli spettatori ad un delirio di applausi. Furono serviti a profusione spumoni P liquori. — Siamo dolenti che il vostro concittadino prof. di musica sig. Del Giudice, pur rinunziando alla stagione estiva di qui, parta tra giorni per picnder parte ai concerti estivi del Kedhè d' Egitto a Monte Siban. Auguri di prossimo ritorno. — Penna Adelmo mentre jH'dalara con una bicicletta in via Purgatorio investiva una bambina facendola stramazzale a terra. Accorsero alcuni parenti della malcapitata ragazza e ne diedero di santa ragione al ciclista... ed alla bicicletta. Il Penna fu costretto t.iv nturare I! cranio con dodici punti e in .tvr.'t por un pezzo. i ) ALTAMFKA 22. Per le guardie cumpestri II nuovo delegato di V. S. La ' Gran Via < .FeilHi* Constatiamo con vero eompiacimt»nto, il funzionanientu del coipo delle guardie campestri, nuovamente riorganizzato. Meritano perciò vive lodi l'egregio ispettore, capitano Cornacchia, nonché il diligente e T,oleite comandante hignor Michele Minima. Ieri .ersi è giunto fra noi il IJ\K>VU delegato signor Miscio.sci Giuseppe, io «ostitnzione del signor Cario Savìno Erano a riceverlo alla stazione gl'impiegati dell'ufficio di P, S. e l'altro delegato signor Scelza che tìnoi.i In uno egregiamente l'ufficio. All'egregio nuovo delegato, che {.• preceduto da tama di, ottimo funzionario. il nostro saluto. — Ieri nella beccheria Qumtano, avvenne una comicissima scenetta degna della Gran Via. Non diamo i particolari per non attirarci i fulmini più <i meno innocui dell'ufficio di P. S. Il fatto é stato appreso < on p,en,t)rfi!t ilarità per quanto gì mteiossuti ci tingano a «mentirlo. GIOIA DEL COLLE S.i, Per II uin nasio — Lunedì 25 si procederà «.Ha nomina dei professori di questo ginnnhm comunale LjQ.wpio, nomina che non si ter** il 18, perché nel Consiglio c'ora chi vti. h i f bdit, p gleva che si fosse bandito un nuovo OOBcorso. Sembra ai più che non sarebbe o\«pnrtuno di bandire quest'anno il ninno <OÌIcorso, sia perché si attende da ni. giorno all'altro la sistemazione detinitÌTa dol ginnasio, sia perché il personale insegnante, che presentemeutb si trova in carica, venne nominato in M »U '< ;« concorso. Sarebbe perciò necessario che almeno per quest'anno non si apportassero •modifiche di sorta nelle nomine dev'insegnanti e nel funzionamento dì Sussidio a Locop..toiuiu Maselli ci telefona da ìioma. :' Con recente decreto t stato ?•., un sussidio al c<tf»nri<5 di I. *<,< per migl'o?&iA&nto di opeie ,(, vi
CORRIERE DELLE PUGLIE Conierò Igrano e Commerciale Mercato di Bari {Prezzi correnti): VINI: Da taglio superiori (Ett.) 30[32,00; fini 24f27,O0r correnti 17(22,00, bianchi 15 a «.00; Mosti fini —i—,—; coir. — T— ,—. UVE DA PIGIARE: Fine —v—,—; corr. OLI'D'OLIVA: Extra 100jl05,—; sopraffini e fini i^Bj—j mezzi fini e mangiabili 8*\90,—; comuni 7o[77,O/; GBANI e LEGUMI: Duri fini 2<»,5O|27,O0; Id. correnti 25,50[2<ì teneri ii,."iO(21,óO; granone M;17,0O; orzo l'i(—,—; avena 22,50;'i:S; ffcginoli 2*j|27,00; fave foraggio lfi,60[l. ; ceci macina —T—,'—; id. cottura —!—.—. MANDOBLE: 1. Bari gen. , AHI."."; Btlove —,—[— : future —,—i—,—. CAKBtJBT ,1, ; massa ,a 2100. FICHI SKCUHi: Massa no.tr. —,1 ,— SBMBNTl! Anici 7O,00i75,0O; finoeohio —100,00 lino —,—; senape fióre fiOjfìò; id. Biftssa 54156. COLONIALI eoe. Zucchero 12 l—8,—,— petroli 21,50i22,00. IL CAMBIO PER LE DOSANE Roma A'i. <A.5.'> II prezzo del cambio pel certificato di pagamento dazi doganali è fissato per Lunedì a L. 100,CO Roma '25", •A.S.) Il prezzo che applicheranno le dogane nella settimana dal 26 al 80 Giuggno per i dazi non superiori a L. 100, pagabili in biglietti, è fissato in L, 100.00, BORSB (Quotazioni di itri) II prezzo del cambio il quale risulta dalla madia dei sindacati delle Borse Italiane è oggi in L. 99,n7. B.ital. i BOjOfm. l^OO • iUflOiOfm » 8 Orò Banca d'Italia Cred. Italiano Sanca Conim, Nav. gen.ltal. Raffinerie Ferr, Merid. » Mediter, GAMBI chèque Francia Londra Ghmnania Svizzera Parigi chius. Frwi.30[0am. . 8 0j0 per. Italiana 6 0(0 Cam. Londra » Italia Rend. Torca Banca Parigi Ungherese Spaglinola Banca Ottoni. Argento fino Credito Fond. Busso 1901 Roma 105.25 105 BOI 101, —| 491, 25.1.'. 122,70 105.10 251.65 H,:te i)H, ih 15 7tt t»7b, 11 • .50 Milano 105,30 105,6? 101, V,b Genova 105,42 104,— filN,981,—|9 5W IH. fi! Londra Inglese 2 Italiana Spagnuoia Turca anif Egiziana Giappone»* 8|4 8 W 50 4HK,— Firenze 105,42 »;2 13, Hi 828.— 26,i;ìi 25,34} 25,13 122.70 \ys2jr,mì,(ii Vienna Cred. Austr. B. Ang. Ans. B A U, Aus. Ung. Napol. d'oro Oam.a, Parigi » I J jiitua Lire italiane Ren.aos. arg, • carta Rcnd. lì'i^h. B. Pm*u aurt. 88, »:> 104,15 ÌMJ.'Jó C. (J. 19,14 Agenzia dei Banco di Napoli iu Moifetta La .Direzione Generale del Banco di Napoli ha comunicato alla Presidenza della nostra Camera di Commercio che dal giorno '1 del prossimo luglio comincerà a funzionare nella città di Molfetta quell'Agenzia del Banco, di cui la stessa Camera aveva caldeggiata l'istituzione. La detta Agenzia e autorizzata ad esercitare le operazioni stahilite dai Regolamenti in vigore del Banco di Napoli: accettazione di domande di sconti di effetti cambiarii, sconti di buoni del Tesoro o di cedole di titoli incasso di effetti cambiaiii. Missione e pagamento di fedi di ciedito, vaglia cambiarii, polisrcini; pagamento di assegni di Rappresentanti e Conispondenti del Banco, nonché anticipazioni »u fondi pubblici — Cassa di Risparmio — Cassa Nazionale inlbrtunii — Cassa Nazionale di Previdenza per la invalidità e vecchiaia degli operai Pognorazione di oggetti preziosi — Conti correnti fruttiferi — Compra o vendita di titoli. Con ciò vennero completamente esauditi i voti della città di Molfetta e della nostra Camera di Commercio, e resta ^olo da augurare che l'Agenzia riesca di vantaggio non solo alle classi commerciali e industriali di Molfetta, ma anche a tutta la provincia. Pei' gli esumi alia Scuola Superiore «li Commercio II consiglio direttivo dì detta scuola h<t app.ovat'i l'abolizione degli esami Mjritti di matematica e di ragioneria e quelli scritti e orali di banco. Va da se che gli studenti hanno appreso con compiacimento la notizia e ringraziano a mezzo nostro il Direttore cav. Massa e il consiglio direttivo dell'interessamento mostrato per la loro causa. Per una scuoia d'Elettrotecnica Riceviamo: Egregio Cronista, Mi è permesso chiedere come mai, Bari, che giustamente si vanta di t ssere una delle principali città italiane, non possiede comò le *ue sorelle in importanza sociale, ima .Scuola pratica di Lletivotecnica':1 A sue pare che un solo insegnamento sia necessario, specie dopo che l.i nostra fitta ha cominciato molto bene a trarre profitto dalle applicazioni dell'elettricità ! E' vero che il Comune mantiene un losidetto Corso di Elettrotecnica presso iì R. Istituto Tijc'i.co, ma da informazioni Ineccepibili assunte, pare che esso non risponda allo .scopo, perché diurno, pochissimo frequentato, e mancante di '" '•' o'AC'bè iti vece di essere un Berlino su Londra Parigi Italia il. Auat. Read. Hai. p » fu;i04,75|Rwui. Tarcd 92,75' di ii'iiviu Media ufficiali1 dei cninhìi Cambio a vista su Francia Fr ÌW,BK » » Londra > 25 <•""•> » » » Germania» l~2~i.1t » » » Svizzera » K>,'.'4 • » » Belgio » 99,1)5 81,40 I Il Gav, Doti, Salvatori Medico visitatore ili controllo nominato dal Ministro dell' interno da consultazioni private per malattie delia pello e celtiche dalle ore 7 ali' 1 pom. in Via Pie eiuni 97 p. 2. Gabinetto di Oonsulta/ioni privato diretto dal Dolt, Arturo Nepl già Assistente nell» Cllnica Dermosifilopatico della E. Univer «ita di Siena. Tutti i giorni dalle or* 9 alle 12 — Via lombardi N. 5 p. 1. Ctjf'loi dal 10 Agosto prossimo, un apll'luòl parlamento di 8 vani, al Corso A ittorio Emanitele, lato mezzogiorno. 186, Dirigersi dal proprietario, nello stesso stabile. SCRAIO Premo Vivo EqitPitzc — Apertura 3 luglio Elegante • iu(iinit') Stabilimcato Balnfiin , in pus.^.oni, incantevole sul golfo. Bagni soltorosìarsenicali caldi e freddi. .Efficacissimi, corno da attesta.! nnmeiosi d' insigni clìnici d' Italia e dell' estero: nelle malattie dei ricambio, nonché in special modo, nelle malattie di pelle e deìlf utero. Stabilimento IRC A bagni micro marini Annesso IBIllI di ìriassima e speciale tmport 'Ti7,> •superiori a qualsiasi baffna mai lo straordinario volume di acqua «ini in.,» riversantesi dalla sorgente al mare. — Apertura 15 Giugno. Il servizio rap;'1c> '««ppantabile ed economico della ?/etìricci Sorrentitm, con fwiu... x. • mie Scraio, ne rende facile il coiii'orso: a soli 5 Minuti d» Vico e a 10 da Castellammare, [con partenze ogni mezz' ora e in coincidenza con tutti ì treni ài Napoli. CRONACA Ufficio tt* direzione ed amministrar zione Corso Viti. Eman, X. 102. TMLBPONO N. 165 CALENDARIO QIUUNO (30) — Domenica 24 — Nativ.tdi 8. G. B. L«ya il sole alle ore 4,28 e tramonta i'i , , .. il giorno "Jy. Bollettino Metipiologìco Quotidiano dell''Osservatore di Bari Alteua sul livello del mare n. 28,2 Giorno 23 Giugno 1906, ore Prensione barometrica a 0. mill. 7ti0,<>4 Temperatura gradi centigradi Uxuialtè. relativa 0l0 Tensione pel vapore mm, 13,45 ( Direzione W ' ( 'Veiocità ali' ora Km. . in decimi di cielo coperto Stato del mure tranq. Nelle 24 ore precedenti: ( Massima gra<" * ( Minima • ( caduta mm. 0,0 ( evaporata » 2,20 Totale dell'acqua caduta dal 1. Settembre 1906 mm, &24,6 j" svolgimento della parte che trovasi in tutti ì trat>, non e (uu '1 elettricità titi di Fisica. E" necessaria quindi l'istituzione di mi .ero corso pratico ««"ral«'li Elettrotecnica .1 uno speeialmertt" «le 11 operai, corso ne non può CÌ?^Ì svolto che da un in..egnore versato nelle discipline elettri. lie; e per far ti onte alle spes'e non si vi ebbe che a sopprimere l'attuale imi'in corso diurno, e utilizzare, ad espmìo. locali e materiali della Scuola d'ar• e mestieri. '• >t"t/n<isf>i. ÌVr le umiiiLsìoiii n.Iia scuola e deiraccudeiuia militare Per ordini del Ministero tifila (riterrà 1 manitesto riguardante lo ammissioni :>ella s'nola militare e nel!' accademia militare, sono apportate le seguenti inoiiflcazioni: Al concorso saranno ammessi i gio 'ani ,>rovvitìti di licenza di liceo o d'istitnto '.ucnico isezione fisicomatematica o agriaensura o commercio ragioneria'. 1 giovani che non abbiano conseguita .A licenza nella sessione d'esami del luglio p. v. ma abbiano la possibilità di 1 onseguirla nella sessione autunnale, poranno prendere parte al concorso, con iserva di produrre il detto titolo appena 0 abbiano ••onsegnìto, ed in caso non • liù tardi del giorno della presentazione .ii predetti istituti, la duale avrà princi,ilo il :> novembre p. v. Essi non avran10, pere dh.ttu <u far paite, quahinijL a la il risultato dei loro esami di concorso, • iella graduatoria degli altri candidati, i;'ià in possesso della licenza liceale o (l'istituto tecnico, ma dovranno essere nscritti in apposita graduatoria, per es,ere chiamati all'ammissione, se idonei, •;oltanto nel caso che il numero degli donei della prima graduatoria, risulti 'nsuflìciente per coprire tatti i posti disponibili. I giovani stessi dovranno unire alla domanda di ammissione al concorso un certificato del preside del liceo 0 dell'itituto tecnico, governativo o pareggiato, 'a cui risulti per quali cause non hanno ancora conseguita la licenza. II numero degli allievi da ammettersi ai ciascuno dei due istituti sarà di 300 iter la sua scuola militare dei quali '25."i j.er l'arma di fanteria e 45 per l'arma di «•avalleria: 70 per l'accademia militare. Per gli esami di scrivani di Prefettura La nostra Camera federale degl'impiegati civili ha trasmesso il seguente teledramma alla Confederazione Nazionale • legl'Impiegati a Milano. « Camera tederale Bari avuto sentore •isclusione prossimi esami alunni terza ;ategoria prefetture degli scrivani con iltre 40 anni d'età sollecita codesta Conederazione scongiurare palese ingiustizia d ottenere limite età 5& anni. Si augura trattisi semplice diceria e che dolorosa condizione ' benemerita classe scrivani venga finalmente presa benevolo esame Amministrazione ». Concerto Di Leone Martedì, 26, alle ore 21, nella'sala del Teatro Petruzzelli, il prot. Stefano Di Leone darà un concerto. Il valente Maestro sarà coadiuvato gen« 1 ilmente dal gruppo mandolinistico composto dalle signorine O. BerrettaLamanla, K. Bianchi, 1. A « R. drillo, A. e <\ de Ceglie, R. Di Leone, L. Fischetti, S. e 1. Gelidi. A. Tallimmo, A. Pannocchia, R. Tursini e D. Valerio; e dai Signori: F. Ciccarelli, B. Cipparoli, L. (Jirillo, P. e G. Rag. ds Anna, S. Di Leone, N. Fortunato, dott. V. Guarnieri, <j. Lamberti e F. Milane. Pure gentilmente si presteranno le Signorine Enrichetta Mangiarotti, Nina i'arodi, il maestro N. Costa e i signori dott. T. Antico, il Conto Acquaviva I)'Aiagona, D. Amenduni, nonché i professori Bizzarro, C. Giuliani, M. Mazzara, 11. Portoghese e G. Romanazzi. Per un diploma II 18 corrente in questa Scuola Universitaria ha ottenuto il diploma di levatrice, meritando la segnalazione, la signora Raffaela Francese. Lo splendido esame fatto dalla signora Francese si deve alla mente sua svegliata ed intelligente ed all'abilità e dottrina del prof. Campione ohe con zelo ed affetto dirige la Scuola. Le vadano siliceii gli auguri dei suoi amici, per una splendida camera, che in Bari, ov'olla ha stabilito il suo domicilio in via Palazzo di Città N, 22, non le sarà difficile di faro. Una massima di Edoardo VII Edoardo VII. attualmente Re d'Inghilterra, qnand'era semplicemente Principe di Galles e divideva i suoi ozi a Parigi tra il Caffi Anqlais e un fauteit dei ììvf/è.s parisienx, dettando quella moda che faceva legge, interrogato un giorno dal duca di Bligny in che si conoscosso il vero gusto della moda, rispose: — Calze e cravatte. E, come abbiamo detto, Edoardo VII dettava allora legge. E nulla più che un paio di calze mostra il gusto e quella raffinatezza innata «he difficilmente si acquistano, gusto e raffinatezza che fanno di chi li possiede un arbiter elei/ani"tarimi. Visitate, per esempio, i Magazzini Borea e voi vedrete questo miracolo di moda, la moda, cioè, che quest'anno impera per le calze: calze a colore unito; a tinte riportate e sfumate; in jacquart a giro ricamato; splendide fantasie scozzesi; a mezze tinte dolcissime che vanno dal tenue rosa al verde Nilo; ma quel che trionfa, coma nei dessous, femminili, è il bianco, liscio, graticolato, ricamato; la bella calza bianca ciie accendeva gli estri di Alfredo De Musset: Vìi paìre de blanches bau bianchisse datis non coftir... E De Musset fu un poeta e un innovatore. La bella Gemmine Ed anche a Bari, come in tutti gli altri paesi europei, la signorina Germaine ha trionfato per la «uà meravigliosa, superba bellezza. Costretta dalle preghiere dei moltissimi che l'han veduta e quotidianamente l'ammirano, e^sa resterà ancora un poco fra noi. Stamane, nello vetrino del negozio Au bau marche di Napoli, posto al Corso Vittorio Emmamielo, rimpetto al palazzo Fizzarotii, la bella creatura indosserà una splendida e maravigliosa toilette fu tulle, brodèe, creation de Doucet. L cosi la folla invadente il magnifico negozio sarà òggi ancor pA fitta: in proposito aTvihìamo, che da domani, lnnedì, il ]>on Mai (li", i< titolo di rì'ilatue metterà in vendita dei tagli di sete del valore di lire cinque al metro, per una. lira. Il ISon marche, avverte pure clic esso rimarrà aperto al pubblico anche nelle domeniche dalle ore S alle 14 e dalle 1? alle 22; altre parole guasterebbero: il grande favore incontrato dal negozio napoletano dimostra eloqueritemente la bontà dei suoi articoli, che non abbisognano di raccomandazioni. Per V estate imminente Anche quest'anno, i1 signor Vitantonio Marzulli, apro al pubblico gentile il suo i.iagnilico e giandiotio raabilhnento balneare. Raccomandarlo ai nostri buoni lettori ed alle nostro gentili lettrici ci parjoosa superflua: avieino dotto tutto roo l'affermare che in esso è rispettata sovranamente ogni regola d' igiene, che è addobbare con la più simpatica eleganza, che è frequentato dalle migliori nostie dams. I~H.HO più spiccate personalità locali. E a tutto questo bisogna ancora aggiungere l'ottimo servizio,'re.so con la più encomiabile ina.ppuntabilit'>. Fiuto 0 smarrimento { L'artista Linda Morosini, faciente parte della compagnia che attualmente agisce al De Gioita, iersera, mentre era seduta dinanzi al cafiè del teatro, non si t rovo più in possesso di una borsetta di argento, del valore di L. 30. Pare che possa trattarsi di un furto, r enza peiò escludere l'ipotesi dello smarrimento. Ladri arrestati Giorno M. ", in contrada Vaccarella, alcuni pregiudicati, praticando un foro in un muro, riuscirono a penetrare nella casa colonica di certo Lacalamita Domenico, dalla qtuiu' apportarono degli OJJutìtti d'oro 0 poche lire in monete <ii bronzo. Poscia, gli stessi mariuoli, indisturbati, 'ivcvano tentalo di commettere altre imprese nelle vicine ca..o olonicbc, ne non che i contadini Iucobeli i \ ito e Tri^giano Domenico, accorti.! di loio, li costrinsero alia tuga, inseguendoli armati di falce. Denunciato il fatto al comandante delle guardie campestri Itanieri, qntr.ti ne avvertì la questura, e l'altra notte in compagnia del delegato Gianni e degli agenti Losito e Gisotti, procederono all'arresto di due dei ladri, nelle persone di Pic«•inni Michele di Nicola, di anni 21 e Miiella Fr&ncefco di Sabino, di anni 18. Costoro furono riconosciuti dal derubato e da varii testimoni e perciò traJotti in carcere, a disposizione dell'autorità giudiziaria: la questura ora. inerca gii alti! compl'ei. Gabinetto di cura * per lo malattie delle donne e disturbi della gravidanza diretto dal Dott. Prot Florenzo d' Erchia (pare iato ali' Uni versità di Genova1). Consultazioni e medicature ed operazioni Piazza Garibaldi 23 I. p. La villeggiatura ideale la più ricercata, la più salutare e la più conveniente, à una sola: C'aste/ìammarc di Stabia, la città delle acque minorali veramente miracolose, dal clima perennemente primaverile, dai monti deliziosi, dal mare glauco e meraviglioso. Quale sito del mondo può vantare uguali tesori, aria, acque, mare, monti, clima, posizione ? Chi vuoi fguarire, chi vnol godere, chi vuoi vivere, non può, non deve che prescegliere Castellammare MI» meta di bagni e villeggiatura. Dottor Giuseppe dirci Gabinetto per malattie degli occhi — Piazzetta S. Barbara al Corso V. E. Bari Consultazioni dalle 8 alle K5. Ultimo Arrivo Tela di Lino per abili e camicette nei co lori Ecrù, Bianco, EMtriqw, tus'uto solidissimo e della massima Eleganza presso Giuseppe Borea. €i piace Far rilevare che i Signori Fratelli Diana, già tanto noti per gli ottimi loro olii entrati nel generalo favore, hanno ore annesso al magazzino, in Via Abate Girnma 74, una Drogheria molta ben fornita e rispondente a tutte le esigenze moderne. Gli articoli messi in vendita, come. Droghe, Coloniali, Liquori etc. già sono molto apprezzati dal pubblico per bontà di qualità e convenienza di prezzo. Per convincersi basta fare un piccolo acquisto di prova e domandare il Listino generale, delle merci che si spedisce gratis (Hi ultimi tipi di Vienna Parigi e Milano in ombrellini da sole per Signora si trovano presso la Profumeria Francesco Sorrentino. Unico deposito Apparecchi d1 illuminazione elettric della Ditta Rodolfo Ditmar presso: fone Diasparro — Bari. Alla Pubblica Assistenza Gnardia medica dalle ore 3 alle 20 dottori Ugenti, Sciacovelli e Positano. I parassiti malarici ribelli muoiono con 1' Fsanoieie. al chinino Corriere Teatrale Al De Gìosa La fiylia di Madama Angui, la graziosa operetta elio ui sente sempre con piacere, ottenne iur.jera al De Giocami lieto successo. In essa ?,\ distinsero tutti gli artisti della Compagnia Calcagno e specie la signora Linda Morosini. Benissimo l'orchestra diretta dal maestro Passare. *••Stasera si ripete la Geisha. L: attesa riudìzione di questa operetta fa prevedere che stasera il De Giui.a .ara pienisbimo di pubblico. CORRIERE GIUDIZIARIO (torte d' Assise di Bari Udienza del 23 giugno Contro il gerente della « Ragione » Presidente : Guerra — Giudici : Mattioli o Montnlli — P. M. : avv, Martinelli — Cancelliere : Corrado. TI cav. Luigi Netti si querelò contro il gerente della Ragione per ingiurie e diffamazioni contenute in parecchio pubblicazioni falco nei numeri del '27 novembre, 4, 11 e 18 dicembre 1904, 1. e 8 gennaio li)05, a proposito di un piocesso a carico di tali Nicola Colacicco, Maria Pontranilo'f'j i'il pitti. Il cav. Netti estese la querela contro 1' ignoto autore delle pubblicazioni ed accordò ampia facoltà di piova per tutto quanto erasi dette contro di lui. Rimasto, malgrado ciò, sempre ignoto 1' autore degli articoli, fu rinviato a giudizio il soli gerente della Ragione, cioè Giuseppe D'Angelo. Ed, essendo connesso il relativo processo a quello più lungo e complicato a carico degli stessi Colacicco, Pontrandolfo ed altri —imputati di mancato venefìcio, furti qualificati ecc. in danno del cav. Netti — il giudizio a carico del D' Angelo, gerente della Ragione, fu pure rinviato alla Certe di Assise ; ma, essendo costui emigrato dall' Italia, la cau^a si è trattata iu contumacia. E, poiché nelle lunghe mor» della istruttoria, per le complesse imputazioni a carico degli altri imputati, si sono verificati i termini di prescrizione per la diffamazione, la Corte, su uniformi richieste del Pubblico Ministero •— pur ritenendo che dalle processuali risultanze emerge ia diffamazione — ha dichiarata pieicritta l'azione penale in rapporto al gì rente della Ragione. 11 giornale La Ragione, nel n. del 10 cirr., aveva già pubblicata la seguente (iichiaiazione della Redazione: « L'attuale Redazione tiene a dichia)are che deplora vivamente quegli articoli (innanzi indicati) perché essi sono contrari al vero e perché sono ingiunte e ingiustificabili lo allusioni bigi uri o.'e e diffamatorie contro il cav. Netti, come d'altronde é risultato dal procurai; l'attuale Redazione, ben volentieri rende que>,ta pubblica dichiarazione per dovere di r oscionza ed in omaggio alla verità ». VA amhe nella Fiumana del 17 corr. è pubi,licita una dichiarazione di un redattore, che tV'bva parte della Kedazione della Ragione duranti» le pubblicazioni incriminate: in essa si di<i che e;^li ebbe :.d e.ptimere iì parere sfavorevole alle ì.iib'iinii'iom contro il sig. Netti fin da Quell'epoca, perlocbè non può che associarci all'atto lodevolispiino di riconoi.l'ere, di aver sbagliato sul conto di una peisona ingiustamente attaccata. Ciue.Ae leali dtchiarazi mi fiitt'i spontaneamente, malgrado la verificatasi prescrizione dell'azione penale, costituiscono la giusta riparazione per quanto ai era pubblicato contro il sig. Netti. Intanto la causa a carico di Colacicco, Pontrandolfo ed altri, per le suddette imputazioni, è fissata in questa stessa iiuindicina delle. Assise per l'udienza del <> luglio e seguenti. Da varie notti, in contrada Marisabella alcuni caprai unitamente ad altri pregin'licati, asportarono dei fasci di biada e di grano, dai covoni colà depositati. Parecchi contadini danneggiati informarono di ciò il comandante lo guardie campestri Tianieri che nella nottata, assieme agli agenti Losito, Gieotti e Camlo, arrestava il bracciante Bovio Nicola di Giovanni, di anni 22 e Spano Vincenzo fu Giovanni di anni 24, capraio, entrambi pregiudicati e colti mentre aspotavano la refurtiva, che venne seguestrata. I marioli si trovano ora in carcere. Piccole note di cronaca — Il fruttivendolo Sabino Aniello di Vito, di anni 14, abitante in via Manzoni, iermattina fu morsicato da un cane, che gli produsse una ferita lacero contusa al terzo medio della coscia destra, regione posteriore: il dott. Positano medicò l'Aniello, giudicandolo guaribile in dieci giorni, e ordinò di tenere il cane in osservazione. —Alla P.A., pure iermattina, fu medicata la giovinetta Tarante Maddalena di Francesco, di anni 18, abitante alla Corte Tre Cantai a N. 8, perdio affetta da una ferita da punta e taglio alla regione ascellare sinistra, prodotta da coltello e giudicata dal dott. Poetano guaribile in quindici giorni salvo complicanze. La Taranto ebbe la coltellata in una quistione in famiglia. — Il mendicante Tommaso Tulle fu Giovanni, di anni 40, di Paleso abitante in Bari in via Regina N. 38, cadendo su di un coccic, si produsse una ferita da taglio alla regione posteriore della coscia destra, lunga 15 centimetri, dichiarata guaribile dal dott. Ugenti in 20 giorni. — La bambina Biscardi Rosa dì Tommaso, di anni 11, abitante in via S. Sebastiano N. 14, in seguito ad una caduta, riportava delle ferite lacero contuse all'oocipite ed alla regione frontale sinistra: il dottor Sciacovelli, che la medicò alla P. A., la giudicò guaribile in dieci giorni, salvo complicanze. causa contro il " Il Quinta gì or nata J TRA NI 2f,. ii cav. Bolognese ,Ferti!iSj Si apre l'udienzn alle 10 precise. , Entra il teste cav. Bolognese di discarico. Risponde: II bordello nell'ultima fase in cui è diretto dal signor Gaspare De Gennaro ho costatato che si è ispirato a criteri oggettivi sempre nelle campagne da lui intraprese tanto che non ha risparmiato nemmeno i suoi amici nei rapporti amministrativi della vita di questa città. Sento il dovere di dichiarare, pur essendo suo avversario politico, che lo. conosco per perfetto gentiluomo e mi onoro della sua amicizia. La mia modesta opinione b, come del resto quella del paese, che comunque il paese non sia lieto di quanto avviene ed è avveri ufo circa la campagna del Bordello contro la magistratura, tuttavia è grato al De Gennaro, che pur non intendendo offendere persone e specie una signora, ha avuto il merito di aver fatta una cosa per cui governo e pubblica opinione han creduto di provvedere. Il paese, intendo dire la Nazione, ha accolta bene la campagna, perché tutta la stampa di ogni colore l'ha condivisa. L'avv. Cotugno Si chiama il teste cav. Raffaele Cotu gno. La campagna del Bordello, egli dice, è stata un'opera di legittimo sindacato della stampa sugli atti della magistratura, che, essendosi trovato all'unisono con la coscienza del paese, ha trovato eco nei provvedimenti che si son presi. La querela della signora Amati contro il Sordello ha prodotta penosa impressione, perché la persona della signora, avuto riguardo alla campagna, ci entrava corno una parentesi, ed era per il Bordello fenomeno increscioso per il paese ed atto a perturbare la pubblica coscienza quello di una signora, moglie di un magistrato che promette e minaccia sentenza, sia puro inconsapevole il marito. A domanda Altobelli: So del caso Mazzoleni causato dalla volontà di ritirare una domestica per parte della signora. So che por questo al Mazzoleni si addebitò un sequestro di persone, e siccome s'invitò il Mazzoleni ad andare in caserma dove lo si trattenne parecchio, cotesta precipitazione di rigore a suo carico, pure essendo noto e stimato in paese, da meritare la fiducia di maestro di musica in casa del Primo Presidente della Corte, precipitazione che non si usa nemmeno con persone volgari, per tutto Ciò penso che ci fu arbitrio contro Mazzoleni e conseguentimente non posso approvare se esso fu sanzionato. Un vicino di casa Si chiama Tempera Filippo. Io sono da più tempo vicino di casa della signora Amati: la sento spesso gridare, ma non ho sentito parole d'insulti a pubblici funzionari, promesse o minacce di sontenze e simili, Ho sentito maltrattare e battere la sua domestica, tanto che una volta alla stazione fui presente quando lei voleva dell'acqua ed un impiegato si si rifiutava. M'interposi dicendo a quell'impiegato, per carità date l'acqua se no a casa la signora la percuote. Come pubblicista, corrispondente di diversi giornali, mi occupo della cronaca, e mi occupai del caso Mazzoleni, raccogliendo le voci, che la signora fuggendo dietro alla domestica si fosse recata in casa Mazzoleni per riprendersela ad ogni cosa e con contegno tale da iovpaurire la signora Mazzolerà che mandò a chiamare il marito. A domanda della difesa. Penso che il cav. Amati subisca il fascino e l'influenza della signora e lo desumo dal latto particolare che mancando lungo tempo la 8>ig>iora dalla casa perché fuori a villeggiare, al ritorno trovò un canerino morto, e se la prese col marito sino a dargli mi ceffono. Ciò io posso assicurarlo perché nell'intorno della casa ho un salotto di fronte ad un altro della signora in cui si svolgo la vita di famiglia, e per questo mi accadde di rilevarti il fatto di cui innanzi. Uà carabiniere Carabiniere Tondi — Nel mese di maggio dello scorso anno io lessi sul tavolo di Villanaeei un esposto della signoia Amati riferibile al leelamo d'una sua domestica, con a tergo una decretazione, del Pioouratore del Re. Poco dopo Villanaeei prese l'esposto e m'invitò ad amiare in servizio con lui. Ci recammo a, casa Mazzoleni: trovammo l'uscio chiuso, e, apertosi apparve Mazzolerà che 1,'invitò ad entrari.. Villanacsi manifestò il proposito di parlare con la ragazza ricove ata j>rejM> di lui, ma il Mazzoleni si rifintò dichiarando: Voi avete commesso una violazione di domicilio. Ma siccome Villanaeei insisteva, Alazzoleni chiese di chiamare l'avv. Castrignanò che venne subito. Costui, informato della cosa, espresse anche lui ;1 giudizio che si violava il domicilio del Mazzoleni. Per questo fu rimproverato dal Villanaeei che dichiarò che in questo non entrava. Mazzoleni ne rimase allarmato, ed eccitato, rifiutandosi sempre di far parlare Villanaeei con la ragazza. Allora quest'ultimo lo invitò ad andare in caserma ed il Mazzoleni non vi poteva sfuggire peichè l'invito era categorico. Però a preghiera delia sua famiglia e di Castriguanò il Ma^zoleni si rassegnò all'invito: ma non é vero che fosse stato minacciato delle manette. Nel recarci in caserma io accompagnai il Mazzoleni, mentre Viilanacci accompagnò la ragazza, che era stata fatta uscire dal Mazzoleni. Nella caserma si fecero delle indagini sull'età della ragazza e forse Viilanacci telegrafò ali' Orfanotrofio di Napoli. La ragazza fu fatta andare in cosa Amati, ma non so se accompagnata da Viilanacci o da altri. Mazzoleni fu trattenuto in caserma circa un'ora e mezzo e stava nell'ufficio di staziono, ma non poteva uscire prima che si stabilissero i fatti. A domanda della P. C: Io non sapevo che precedentemente a noi si era recato a casa Mazzoleni il brigadiere Caldone. Ricordo che nella caserma venne il figlio della signora Amati che io conoscevo, ma non so quello che disse o quello che avesse portato, ma andava in cerca del brigadiere non so se Caldone o Villanacii. Anche dopo non si è parlato di altra carta della signora Amati pel latto della serva oltre la denunzia col decreto del Procuratore del Re e ritengo che non ci fosse stata, perché o doveva essere alligato in verbale o rimanere in caserma. Ne ho sentito parlare leggendo il giornale ora e mi ha fatto maraviglia perché non se n'é mai parlato. La signora Amali Si richiama la signora Amati. A domanda Altobelli: Mio tiglio si recò in caserma perché il Procuratore del Re Franco nel consegnargli in ufficio il mio esposto col relativo decreo gli raccomandò molto caldamente di portarlo il» caserma e di consegnarlo, mio figlio, incontrato per via Caldone lo consegnò, ma poscia pentito per non aver eseguito fedelmente la consegna di Franco, si lecò in caserma per informarsi se il foglio fosse pervenuto, e gli risposero affermativamente. A tale risposta se ne andò. Si toglie l'udienza alle 12,30, L'udienza pomeridiana L'udienza si apre alle 15,30. La parte civile desidera che si richiami il cav. Amati per dare chiarimenti sulla deposizione Tempera e fare, ove occorra, un confronto. P. M. e difesa non si oppongono. Ritorna il marito II cav. Amati dice di aver saputo che Tempera ha accennato ad atti di violenza. Nega queste affermazioni che dichiara calunniose. Se mia moglie, che non fa di simili atti sconvenienti, tanto si forse permesso il Tempera avrebbe visto volare mia moglie dal balcone. La mia persona è tale da non subire violenze da parte di chicchessia. Si richiama Tempera che messo a confronto con l'Amati dice: Confermo quello che stamane ho detto. Da casa mia vedo ed ho visto tutto quello che avviene nei vostro salotto. Amati risponde: Di mezzo c'è un giardino lunghissimo e la casa è obbliqua. Dne testi Entra Pesce Giuseppe: Ripete tutte le circostanze del fatto Mazzoleni come sono state già indicate dairayv. Spadavecchia. Aggiunge che l'assoluzione della signora in quel tempo produsse penosa impressione. Nel paese si diceva che la signora menasse vanto della posizione come moglie di consigliere, ma il marito, come magistrato l'ho considerato e lo considero rispettabilissimo a non credo che per affari di giustizia si facesse influenzare dalla moglie, come lo è nei rapporti familiari E| interrogata Griffoni Anna: carico aggiunto: Benché non ma, al servizio fìsse con la signora Amati, tuttavia la servo da che ella è a Trani, straordinariamente e posso assicurare che nella casa Amati chi comanda è il marito, e non mi costa affatto che ella si avvalesse del nome del manto per suoi capricci, anzi mai mai ciò è avvenuto. Un consigliere d'Appello Segue il cav. d,'Atri Consigliere d'Appello. Esclude assolutamente che la signora Amati abbia esercitato alcuna influenza sul marito relativamente alle funzioni di costui. Frequenta la casa Amati dal 1887 perché spesso uniti in residenza. Circa il carattere della signora dice che è di ca1 attere buono, rispettosa, né ha mai manifestato propositi minacciosi, avvalen dosi del nome del marito. Ella si occupa dell'amministrazione di famiglia, è svelta, mentre il marito fa il magistrato. La moglie è sempre sottomessa al marito, e non è possibile ohe ci fossero state violenze da parte di lei contro il marito. Viene MarzanoY. Cancelliere,discarico. Dice che il figlio del Consigliere d'Errico gli disse che si fosse adoperato per comporre la vertenza AmatiDe Gennaro, parlandone a quest'ultimo. Domandò In qual modo si dovesse aggiustare la faccenda e poscia da parte della famiglia Amati si mettevano innanzi dno condizioni. Lire cinquecento por le spese ed una ritrattazione sullo stesso Sordelto. Osservò che la richiesta della somma 1 ti esagerata: ma disse che avrebbe parlato, aggiungendo che difficile era su tali basi l'accordo. Parlò col De Gennaro che respinse sdegnosamente le proposte. Riferì al d'Errico la risposta, ma il d'Errico gli dis<e che le richieste erano aumentate: tutto quindi sfumò. Sa tale circootanssn fu interrogato anche dal Primo Presidente Cefalo, dinanzi al quale fui messo a confronto anche col figlio di d'Errico, il quale finì con l'ammettere quanto io sostenevo, ! dichiarando però che le proposte gli erano state fatte dal figlio dell'Amati 0 non dalla famiglia. La seduta ni toglie alle ore 18,45. in carcere Dopo la sentoiua FIRENZE 2o. iDe /'.) La sentenza della letti io nolo iuMiu ,tainpa fu dato un cui era detto che Ut aspettare ancora iiu dl D ? <l" inchif^tu, 1 he poi. l'Cioliò a tetta la brevi cniM.iiicato in entcii/a iìove\a f.ùf.i alrbu giorno in stesa dipal cav. De ?.iaj.i e<l i di ima tientina di facciate protocollo. Lunga, tua severamente motivata o vagliata, fu l'esposizioni fatta dall'avv. fiscale Chiapirone, il quale .sostenne la propria tesi con le iesultanze delle nuove provo riunite e tt'.timoni uditi r.u circostanze di fatto ancora oleine. Mi si assicura che le conclusioni ebbero in tutto 1' unanime approvazione: ciò non toglie che non fossero lungamente discusse tanto che la Commissione tenne due segrete quanto lunghe adunanze. Eccovi le conclusioni testuali: « Per questi motivi dichiara non farsi luogo a procedere contro il tenente del genio Vito Modugno per il reato d'abuso d'autorità non resultando ila tutti gl'indizi raccolti la prova .sufficiente dell'intenzionalità deliberata di abusare della propria autorità; ordinando per questo reato la sua scarcerazione. Dichiara che i reati di rapina, saccheggio e busca pure ascritti al Modugno e pei quali anche esiste il mandato di cattura sono di competenza del Magistrato ordinarie; ordina quindi l'immediata trasmissione degli atti al sig. Procuratore del Re presso il Tribunale Penale di Bari per l'ulteriore corso pure in merito ad altri fatti costituenti reati di competenza giudiziaria militare » • Con tutto questo, Vito Modugno non verrà rilasciato libero ed è a disposizione della Procura del Re di Bari la quale, dopo avere esaminate le carte del processo, chiederà l'invio del ten. Modugno a Bari. Egli, come sempre ètalmissimo, legge e scrive potendo ricevere posta e spedirla; salvo le formalità d' uso; e con esso è sempre il ten. Grillo. Non è fuori di luogo però che il ten. Modugno debba nuovamente ritornare dinanzi al Tribunale Militare, se il Magistrato ordinario non volesse occuparsi dei reati che gli rimangono imputati e di competenza militare. Com'è facile vedere possiamo ammirare i nostri regolamenti e leggi che fanno spolverare ad un uomo, colpevole o no, tutte e le più variate panche delle sale ove risiede madama la Giustizia. La condanna del tenente Ettorre SANTA MARIA CAPUA VETERE 23. — Oggi questo Tribunale, dopo essere stato due ore in camera di deliberazione, ha condannato il tenente Ettorre, colpevole di omicidio in duello con l'aggravante della causa ingiusta, a (i anni di detenzione. I padrini sono stati condannati a 6 mesi di detenzione col beneficio della legge del perdono. II pubblico ha accolto sfavorevolmente la sentenza. Nunzio Nasi non si costituisce ROMA 23. — (M.) La Tribuna ha da Parigi che in questi giorni si sono recaDomenica 24 Giugno 1906
.

Devi aggiornare Flash Player
Per sfogliare Virtual Newspaper hai bisogno di Adobe Flash Player versione 8 o successive.
Clicca sotto per scaricare la versione aggiornata:
Get Flash

Help

Pagine

multimedia

Password dimenticata? Clicca qui

[ ]