IL GOVERNO DEL RE ha decretato ali' \ L' < RIGENERATORE DELLE FORZE) nella FARMACOPEA UFFICIALE • la incontestabile esperienza Cllnica, par gli effetti curativi sempre costanti, certi ed immediati , in modo assoluto, ha dichiarato BIC9STRDHRB del SAHSUE, delle DI FAMA MONDIALE REGNO T L*J[SCHIROCr£NO approvato anche dai,a Scienza Varo Specifico contro 18 maggiori infermità, come leggasi nel Trattato Ufficiale di Materia Medica e Terapeutica dell' III. Prof. Cav. V. Ctiirone, da sommi Clima e Scienziati è usato nelìe propria sofferenze, e d? tutti i Medici è proferito pei casi esi.emi e più ribelli. L'ISCHIROSENO ronda as^ai proficua la cura rieostituents nell'està, perché l'unico porfettamente tollerato in qualunque stagiona, finanro d?°h stomachi più deboli e malandati: nei forti calori estivi agli ammalati ridona il benessere e la salute; ai &ani LE MASSIME ONORIFIGEnZE di M'Ha dormalo S?ollar,ioni 3iJf:matorres » Imtto^nia • Ahina formi1 di jaMMI • Rachitide » T!'»»l crani? .Malattie di r:rr!<c!?o ne.sii esaurimenti, nel postumi di febbri dcla malaria e in tette ie convalescenze, di malattie acute «• croniche. Tonno 1808Napoli i9QORoma 1900 Parigi 1900 Gran Premio d'onore a Medaglia d'oro Londra 1904 Medaglia d'oroDruxMias 1904Gran Premio e Medaglia d'oro Vienna 1904 Diploma d'onore e Medaglia d'oro Liegi 1905, Medaglia d'oro. uri t r QDiyinir 1 Bott. L 3 Per pista L 3,80. 4 Ixjft. pei posta L. 12. Bottiglia monstre per pcvta L. 13 pagamento anticipato, diretto all'inventore Cav. ONORATO BHTTISTH • Farmacia Inglese del eervo napoli « ('•>! . i Umbe.io I 11') palazzo proprio. Importante opuscolo finii' Isehiroyeno AntSlepaiGlIceroterpinaIpnotina si spedisce gratis, dietro semplice catta da visita. Esigere la inarca ói fabbrica, controscqnata, la quale munita del ritratto dell' inventore è applicata sul cartonaggio, che protegge la bottiglia per garentirla contro le sostituzioni e le falsificazioni PAPA SlANIt Liquore tonico digestivo Dopo molteplici ed aocuratissime esperienze BÌ può assicurare di *ver indovinato il miglior liquore da tavola. Diploma d' cuore e medaglie d'oro ANTICA PLERA Liquore forte aromatico Anche per questo si ha avuto fortuna di aver ottenuto la perfetta imitazione della grande Chartreuse francese. Gran premio d' onore, Parigi 1900. SALVATORE Liquore dì China ed altre sostanze toniche igieniche Garentiscesi, con tutta coscienza, contenere 60 grm. di vera china cali mia.— E' un amaro, fra tanti, il più gradito. Diploma d' onore e medaglie d' oro. LIOUORE APPULUS Con questo nome volli mostrare ali' Europa intera ohe in un cantone della Puglia si fabbricano dei liquori deliziosi e sublimi benaccetti da tutti i buongustai. Membro del Jnry — Esposizione FrancoItaliano — Parigi 1903. ESTRATTO DI PONCIO Liquore salutare per le sue proprietà toniche aperitivo, digestive e corroboranti. Principale pregio è la fragranza che si sviluppa servendolo ben caldo. Destò entusiasmo a Londra nel 1903, Socio corrispondente della Società Nazionale dei ChimiciFarmacisti di Palermo. HARSALA:CHINATO Questo marsala, che ritiro dalle primarie fattorie di Sicilia, viene da me accuratamente drogato con ohina ed altre sostante toniche e ricostituenti. Massime onorificenze dove con corse. Deposito presso il 8ig. VITO CASSANO DI DONATO BARI Vi» Abate Giurata 47. LQTTB flLLfl MBLflHIfi colloANEMATOZÒOL Pillole antimalariche del Dott. Leuzz1 a base di CHININO BLEU di METILENE FEBEOAB RENALE STRICNINA Guarisce le più ostinate e ribel'i infezioni Palustri e ne impedis e le recidive. GUARIGIONE certa in 12 giorni di cura Prezzo l. 4M), \er pthta L. 3,30 i/ji'/tt itu'iiia a richiesta Cura estiva volete SALUTEFORZABELLEZZA ? Desiderate depurare il vostro Sangue, ritemprare i vostri Nervi, rinfrancarvi dall'istenuante calore estivo e premunirvi per il rigore invernai.* ? usate lo STENEOLO riooi Elisire PillolePiale (per iniezioni) Prezzo li. 3,50, per posta li. 4,30 i Consultazioni per lettera) Contro la Perniciosa e Febbri acute da Malaria usateje Iniezioni di BLEUCHINOLO Dirigersi Doti ÌTLconi k ~C. via Quercia N. 16, Napoli cardi e C. Scatola 12 fiale L. 5, Depositar! per Bari e provincia Zini«BcrniBianBAGNI MINERALI ARTIFICIALI EFFICACISSIMI preparati dal dLott. JLVtxig:! Questi bagni, imitanti le acque minerali naturali "alcaline (Casamicciola, Ischia, Bagnoli, Castellammare. Torre Annunziata) carbonicheferruginose (Chiatamone). carbonichesoJturee (TelestM e marini, rappresentano il massimo della efficacia, componendosi essi di tutti gli elementi costitutivi delle acque minerali naturali, quali risultano da analisi chimica scrupolosissima eseguita appositamente dal Dott. Luigi Martino. Detti bagni sia per la loro costante ed esattissima composizione, sia per la mitezza dei prezzi sono preferibili a tutti gli altri consimili finora in commercio. Non confondere adunque i detti bagni preparati scienficamente e razionalmente dal Dottor Martino con altri di limitata efficacia. Bagni Casamicciola, Ischia, Bagnoli, Castellammare, Torre Aimunziata ogni 20 L. 11,00 Bagni marini ogni 20 » 11,00 Bagni carbonferrng. (Chiatamone) ogni 20 L. 11,00 solfurei carbonici (Telese) Termometro da bagno esatissimo 14,00 0,90 Imballaggio e trasporto gratis. Dirigere commisbioni e vaglia alla Ditta L. MARTINO & C. Via Roma 150. NAPOLI, Casa al1' ingrosso e dettaglio di prodotti Chimici e farmaceutici con la fabbricazione propria d' olio di mandorle e deposito di cinti fini e correnti, calze elastici panciere ed oggetti di gomma. Oojrpl Volete vestir bene ed eleganti ? Rivolgetevi alla SARTORIA MILITARE ADOLFO TAMMAR0 Ponte della Maddalena, 53 — NAPOLI dove troverete uniformi, chepi, berretti, sciabole, spalline, pennacchi, ricami, bottoni e galloni a prezzi da non temere concorrenza. —• A richiesta si spedisce il catalogo speciale per Corpi Musicali. — Per importanti commissioni si accettano pagamenti a dilazioue. GIUSEPPE SMORBO RIPARATORE ED ACCORDATORE DI PIANOFORTI Fabbricante di corde per mandolino e chitarra BARI VIA MANZONI, N. 10 p. p. e la più cihfac < ni.strulirice de le oimin. pulci, tarme, lormich&j e< < • ecc. preparata dal Dottoi (Irlo* Tt&ftek ZKI"»IPÌ<OJII< m Mesti e ^Venezia); .pili volto piena no por i suoi Fidibus contio le Zaii7an t, la si vendo in vabetti di latta piombati da L. 1,V.Ì5 e L. < ),46 1' uno psesco tutti i Farmacisti e Dioghieil nazionali ed esteri. Vendita ali' ingrosso e dettaglio plesso A. MANZONI e C, Al ila NOhi ma ed m tutte lo piincipah Faiinw j.e e Diogbeii' d Italia. dal 10 Agosto un bellissimo appartamento di 12 vani in Piazza Garibaldi N. 23, esposizione mezzogiorno Per trattative dal proprietario Antonio Sbisà di Luca, Via Cavour 167. subito abile macchinista possibilmente pratico anche per motori a gas povero. Rivolgersi Fabbrica Barese di Ghiaccio Via Cavour 'J'J — Bari. Cercasi ANIELLO MELEPREMIATO OPIFICIODI ORTOPEDIA E PROTESI Rettifllo 227229 (di Ironie S. Agostino alla Zecca in prossimità del monumeno a Nicola Amore) —NAPOLI M B P»v cn] oro recarsi al mio Ga yiruo .1.1 !•> • '*'"i rimo tx11" ''' U) *l cagioni o'tto ai oradononec orarie che darò ampi schiarimenti Domandate di ANIELLO MELE 1 Catalogo Illustrato GRATI8 • mw Un cattivo Cinto può causare la f\\ Ì7RWTÀ F'iesSQ v' a»cade ili uf\rilA nuovo Ci "lo per l'ISrnta, e se ne decanta la sua efficacia, fc' buono che si Mi pia che il cinto dev' essere costruito ed applicato caso por caso <* deve vana:e di Mstcma e iJiincnMone a secondo la natura e sede dell'Krnia specie te questa è vi lumino*». Non tutti i sofferenti sono in grado di sopportre la molla di aciaio né per altri riesce utile quella a Fascia Elastica non è nel bendasg10 che bisogna basarsi per il contenimento dell'Krnia, ma nel torsello al quale è indispensabile darvi quella forma anatomia che il caso richiede. Il Cinto deve essere, adattato da persona competente e cosciensioss. (Altro che Brevetti!) Ecco perché l'applicazione di esso deve essere subordinato alla visita dell'ortopedico di proiessione e non del rivenditore che lo smercia ionie un oggetto qualsiasi e senza criterio RECATEVI nel mio Gabinetto, e dipo |arcnrata visita „__ •vi dimostrerò quale sistema di Cinto paft esservi utile ^^** L LUSER'S TOURISTENPFLASTER d«*l Touriwte» I ooatìro i CALLIINDURIMENTI £ quello i ài ani rotoii oltre tà marchio ài fabbrica { L. LUSER ) ponwu» etTK|||0|MiMTE ,mì] ed ALPINISTA » he h m alla lira* ù» U marca depositata (npr«vt.»tt.. yn m P&ÌKO) i'««U* Ditt* A M\N2: , Ito il A UJCNOVi, Rifiutare qualtutti rotaia privo <fi dotta m<tra<*. nonché ('itti ^u.fh *rtinn;i <>*• tintinnito mi aarait9ii ;i»rni ^Ila noni»?lunatura ti wwo ' LUSER'S TOURISTE» • PFLASTCR "»" •"«»• ad altro è armar» «no ontfuamn* »é a tarprhndsrm I" «wonr '«da 4ei aan$vmatùrì Rotolo e fr»ri(*4> p«r REAL FARMACIA DEL PROF. GAY. B. MORELLI BARI (Puglia) Coni Insettifughi, '25 anni di successo. Scatole L. 0,40 Polvere per distruggere gli Scarafaggi, rimedio sovrano, pacco » 0,25 idem scatola » 0,50 Plasterrimedio infallibile contro i calli, astuccio con relativa istruzione L. 0,60. Acqua OrienteleTinge in nero e castagno barba e capelli fi. L. 2,00 Sapone galleggiante per bagni pezzo » 0,15 » •» » piccolo 0,10 •» col puro Olio d' Olive pezzo » 0.15 » al Fenolo dibtinfettante per pulire cavalli e eani e preservarli dalle puk i. BAGNI SOLFOROSI E DI CASAMICCIOLA 0 50 Le vere PILLOLE COOPER di H. ROBERTS & Co.guariscono : STITICHEZZA MAL di FEGATO MAL di TESTA MANCANZA d'APPETtTO GASTRICISMO BRUTTA CERA, ecc. e tutti quei disturbi causati dalle affezioni dello stomaco, del fegato e degli intestini.g g . Sono il miglior rimedio quando un purgante è necessario, perché stimolano l'azione del ft if il p e del fegato e purificano il sangue. Non contengono minerali e la loro azione non reca mai dolore. In tutte le Farmacìe prezzo L. 1 la scatola. BADARE ALLE IMITAZIONI Esigere il nome di If. Roberts & Co. F»RM»CI» •RITANNICA FIRENZE AMMAINATI K USATE L' INIEZIONE BEI PROF. LA MONACA Praticando di quest'acqua veramente miracolosa un'iniezione la mattina ed una la sera qualunque scolo venereo, sia vecchio, sia preso da recente, bpasisce totalmente, in quattro al massimo cinque giorni senza lasciar traccia eh &e. Essendo composta di medicinali innocenti, non porta nessun dolore s non lascia restringimento uretrale. Prezzo della boccia con istruzione lire 2; con pacco postale lire 2,75. N.B. — Tre bottiglie bastano per la cura e guarigione della Goccetta cronica si spediscono franche a domicilio dietro cartolina vaglia di L. 7. La più Efficace Cura Depurativa del Sangue r USATE La Pariglina Fluida Jodurata preparata dal Professor LA MONACA F. — Guarisce a dati certi 1' Erpete, la Sifilide recente o vecchia, la Gotta e il Reumatismo; la Eachitide, la Stanchezza e la Debolezza causate da malattia sefferta, il Colorito pallido, gli ingorghi glandulari, le Macchie della pelle, la Scrofola, il Estringimento, la Goccetta e tutta le altre malattie attinenti ad un vizio o acrimonia del sangue. Viene prescritta sempre dai migliori melici. Si prende in qualunque stagione. Cinque bottiglie bastano per combattere la Sifilide, la Gotta, il Reumatismo e 1' Erpete e si spediscono franche a domicilio dietro cartolina vaglia di L. 11. Prezzo lire 2 la bottiglia, con istruzione, con pacco postale lire 2,75. ESPORTANTE SCOPERTA VILLOhK Al'KODISIAGHE DJ COCA E FERRO Cui ano e nuan^'m» rapidamente l'Impotenza. — Costano L. 5 la scatola di 80 pillole coni intuizione, per posta L. 5 20. lndirizai* vaglia al pieparatoie Prof. FRANCESCO LA MONACA — Chimico farmacista — CATAMA. Depositali Grossisti: In Bari nella sola Ditta Filippo Monteleone Via Piccinni N. Ufi — In Napoli nella Ditta successori Barbero Via Roma N. 1(5. Le inserzioni si ricevono esclusivamente presso l'Amministrazione del Corriere delle Puglie Bari Venerdì 13 Luglio 1906
CORRIERE DELLE PUGLIE m.if.ir,. q/rr.jdl t.i)ì!» Ì81 I 1) vie dello >S t.t to gaziono Generale pel tra( 4)h,..i« erj circlecopyrtgji t'ara quanto vi > ••• possibili difficoltà i^viii, • t , ti. bonatp dice che una di ease è già pronta e sarà presto 'rifiata in Inghilterra: l'altra nave carbonaia «ara presto allestita; così sarà reso facile e solleciti il trasporto del carbone. il disegno di legge è approvato. Successivamente si approvano altri disegni di legge. Dopo di che il PRESIDI* NTE dichiara chiusa la votazione. Si procede alla numerazione dei voti ed allo spoglio delle schede. Proclama p >• J> ? ultìito della votazione di bai per la nomina di 4. membri ài , isoione per il regolamenti df. Senato. Risultano «tetti • A da moli con voti 51, Finali cun voti UH, Bonafci con voti IO e Cefaly con voti 80. La Commissione risulta composta dei •enatori Arroleo. Catana Adamoli, Finali, Donasi e Cetals Si proclama }K>. i della v<•azione a hcruii'j <., <pi',','u dei dwegui di legge f) scusai JCD AIO I i^'iltan<> tutti approvati. Levaj. 'a seduta a'ìe 17.10; domani ceduta ai'f I ' La morte di Tchunin Sebastopoli 12. A L'attentalo contro Tohuunin fu com • 'A ms ni«nIMÌO che tese l'aggii • > attendandolo mentii •, giardini della città. L'autore dell'a'tentuo • . • il ritorno riell'on. Tittoni Parigi 12. 'A. S.i L'onor. Tittoni, giunto da Londra, ieri alle ore 17 visitò il presidente Fallières e riparti alle ore 20 pti l'Italia. NELLE TRE PUGLIE CRONACA UfJUio li direzione ed amwìnixtraztone Corso Viti, Emtnt. N. 1O'4. TELEFONO N. 166 SebnstopoW \ì. è morto. •numiraglio Teli Corriere Agrario e Commerciale Mercato di Bari (Prezzi torrenti): VINI; Da taglio superiori (Btt.j 30(32,00: fini 24{27,00; correnti l'i'SÌ.OO bianchi 15 a 2000: Mt fi 2 20,00J.UU: — Mosti fini —i —,—; corr. —r—,—. tJVB DA PIOTABJQ: Fine —j—,—; corr. OLI 'D'OLIVA: Bxtra 100*105,—ì sopraffini 9 ftni &6|—; mczisi fini e mangiabili SOjOQ,—; comuni 7577,00; GBA.NI e LEGUMI; Duri fini 26,0026.50; id correnti 20(20,50* teneri 2H,50(21,S0; granone 16{17,0O; orzo ! Hj—,— ; avena W19,50* fidinoli 26(27,00; favn foraggio 17[—,—; ceei macina —i—,—; id. cottura —i—,—, MANDOELE: 1. Bari g<>n. , 205,11; nnoTe —,—T—,—; futura —,—•—,—. OABJBUBI: Amel»* ,|,—j massa —,— ffCHI 8E€(JHl: Massa no<tr. — —•—,— SEMENTI* Anici 70,00{75,00; «nocchio —(60,00 Imo —,—; senape fiore FOi ; id. massa J6t—•. OOLCOTALI ecc. Zucchero 12 ! 8,—,— petroli 21,50^2,00, IL CAMBIO PER LE DOGANE Roma l'i tA.S.f 11 prezzo del cambio pel certificato di pagamento dazi doganali è fissato per lunedì a L. 100.C0 Roma 1 ! iA.8.) Il prezzo che applicheranno»le(iogane nella settimana dal !• al il Luglio pur i dazi non superiori a L. 100, pagabili in biglietti, è fissato in L. 100,00, (Quotazioni di lì prezzo dol f'amìuo il qualw risulta dalia media dai sindacati delle Borse Ita'«'otte » oggi in L. 9$>,!<tì, Oenov»; Firenze nostra it.ital, 5 0[0c. » BOiOfm. » 81i20f0c. »Sl^niOfin » rf 0to BfcDca d'Italia (Jred, Italiano Banca (Jotuin. Nav. gen. Ital. Raffiaerìe Ferr, Merid. » Medi ter, CAMBI chèque Francia Londra Germania. Svizzera Roma 102,70 10J,.KÌ1013'1 485, 410, 25,16 1*32,87 Milano lOii.50 10 USÒ 101,H0 (;;•; 3!r.'!~!:Ì8ÌV ckmv. Fran.30|0dtn. • 30(0 per. Italiana 5 ÒjO Casa. Londra » Italia Rend. Ture» Banca Parigi Ungherese Spagnoola Banca Ottom Argento fino Erudito Pond. Basilo 1901 Londra Inglese 2 B|4 Italiana Spagnnola Torca nnif. Egiziana Giapponese 180. 99,95 25,16 ? 101,1 ì 1M,SOJ4«');~99,ì' 7 25, Ih 129,H8 iw 100,00 •25, J 5 122 3*1 (Lettere, cartolina e ì)ALi,A PROVINCIA 01 BARI B1TONTO 12. — Per le eledoni amministrative 'l. x.) V intorniai giorni fa che il Prefetto aveva fissata la data del "3*2 corrente per le elezioni amminihtrative. Stasera, indetto dal paitito democratico, presentemente al potere, ha avuto luogo vn imponente comizio. '. tato presiedute da! sindaco avv. Uoiin'inco Scivittaro. ha spiegato lo scopo della riunione e il vgnificato della lotta. Si è tenuto ruindi un comizio, in cui il Sindaco avv. Scivittaro ha rassegnato l'opera della sua amministrazione. L" stato applaudito, come applauditi •sono stati gli avv. Pasquale Carbonara e Giovanni Sorgente. Si è proceduto quindi alla nomina di un numer.'bo comitato. Ordine perfetto. DALLA PROVINCIA DI LECCE Dopo ii ciclone Un milione di danni Lt.<'<'K 1. Continua vivisima l"iinl>cj il terribil' ' < liu Ita IR pai te pn> ,i della provincia. Secondo la « Provincia i danni finora accertati hi fanno ascfiid^re ad oltre un milione di lire, estendendosi la zona devastata per circa SO chilometri di lunghezza \arando in larghezza e intensità aa un punto all'altro. Le campagne maggiormente colpite sono quelle che ni estendono tra ArnesanoMouterouiK. Pietro in LamaLequileSancesarioMenne Vernole CaballinoCa.striCapraricaCalimeraMaglie. Il nubifragio si è formato verso Oria fs Franca villa, sterminandone le campagne ; scendendo dal nordovest ha colpito S. Pancrazi* ed altri Comuni, riversandosi poi tra .MaglianoArnesauo, ove è caduta poca grandine, mentre la pioggia torrenziale e il vento impetuosissimo e vorticoso hanno atterrato muri e abitazioni, svellendo alberi annosi, riducendo in mal modo ì vigneti. Di là il ciclone, acquistando violenza ed intensità si è riversato sui territorii di Monteroni, S. Pietro, Lequile, Sancesario, portandovi lo squallore e la desolazione : la grandine, grossa più di una iiocciuola, e la furia del vento nulla hanno risparmiato. Girando veiso lavante il temporale ha investito con estrema violenza tutte le campagne da Caballino a Lizzanello e Merme, da Vernole a Castri a Caprarica e a Calmiera perdendo d' intensità, si è disperso verso il mare. il nubifragio di ier l'altro viene dolorosamente a colpire numerose famiglie, che nei promettenti raccolti riponevano ogni speranza e per i quali avevano speso ID loro cure, sacrificato il loro scarso peculio. E' una sciagura irreparabile quella che improvvisamente è venuta a colpire. alla vigilia del raccolto, le ubertose, promettentissime nostre campagne, ove tanti sudori, tanti sacrifizi erano profusi. Intere famiglie di coloni restano sul lastrico, tanti piccoli proprietarii rimangono senza risorse : I" uragano ha loro tutto strappato. li comm. Facciolati, 1' ottimo nostro prefetto, appena informato dei danni subiti da tante laboriose popolazioni, ne ha telegrafato al Ministero, da cui si attendono immediati soccorsi e provvedimenti tali da alleviare in parte la gravita del disastro. Sui danni cag onati dal nubifragio a San Cesarie ceco quanto scrive il corriMpondente Uejla Provincia : Mentre il più bel sole di luglio indolava presso il tramonto i bei grappoli turgidi che come .tallattiti pendevano Vienna Cred. Aiistr. lijMTB. AitI g251.65jNapoL d'oro 1 ,"<'i Cain.s.Parigi 9f> 01 numerosi sotto le volte dei verdi pampini delle viti rigoglu.se, fortuna e speranza t dei nostri agricoltori, da ponente verso| la i) « quatto, si leva improvviso un teni itone tuhginoso brontolante, «oleato da B. Ang. AuK.ijlO, i strisce di fuoco. La gente non ha nemir% .Vii.. Ung.j lf>,pf> ! meno il tempo per rifugiarsi nelle cane 19,18 j e sbarrare porte e finestre, che mi pol95,50 ì verio vorticoso, un vento indiavolato, un turbinio di foglie e rami infranti precede l'uragano che si scatena con furia rabbiosa, devastando in cinque miniiti le più belle campagne che il più bel sole di luglio aveva illuminate pochi momenti prima ! E la devastazione è stata completa ! La gragnuola ha sfracellati i liei grappoli presso a maturarsi, sfrondando e pestanLondra li>,»JLire italiane JRen.aus. arg. > carta 6.0— Bend. Dngh. 110,00 B. Paesi ans. 101.75 95,25 r.,lH 105, Berlino C. su Londra Parigi » Italia C. M. Aust. Rend.Ital. p. fin. Rend. Turca 240,80 95,55 09,r,5 99,65 «5,49 20,*' B!,35 '• do le viti che quest'anno erano di una 81,3o j vegetazione lussureggiande. 210, 108,90 90,68' Soma di Genova Media ufficiale dei cambii Cambio a vista su Francia Fr 99,9650 » » Londra • 25 14 > ,, » » » Germania » 122,85 * » » Svizaera » 100,07 » » » Belgio » 99,575 DBT, COBRIJSHR DKLIJ5 PuUUK 13 Luglio 1906 La furia dell'uragano ha schiantati alberi secolari, ha stroncate e divelte le colture erbacee, rovinando i poveri ortolani, ha scoperchiati i letti, ha abbattuti l'umaiuoli, ha infranto vetriate. E' fortuna se non ci sono state vittime umane. Dopo avere speso per coltivi il doppio degli altri anni, per il rincaro della mano d'opera; dopo tante cure: mentre si nutrivano tante speranze.... cinque minuti di rabbiosa ira di Dio hanno tutto distratto. CALENDA11IO LUGLIO (31) — Venerdì \ì — S. Anaciato papa. Leva il sole alle ore 4,Sw e tramonta alle ore V,2L Ultimo quarto. Bollettino luEtercologico Quotidiano dell'Osservatore di Bari Altezza sul livello del mure m. 24,2 Giorno 12 Luglio ìrW, ore 1 Pressione barometrica a 0. mill. 71/7•'»! Temperatura gradi centigradi 2.">,0 Umidita relativa Oft) '<() Tensione pel vapore min. 1 !,"> T7»t,t« ( Direzione W • enw ( Velocità all'ora Km. 1 Nebul. in decimi di cielo coperto 0 Stato del mare !''gg' mosso Nelle U ore precedenti. Temperatura < Massima gradi enti* *,0 Arnii* < caduta mia. 0.0 •aoqua • • ( evaporato . ;ì,!>° Totale dell'acqua caduta dal 1. Settembre 1905 mm. 529,"> Le «lezioni amininiNtiraUve lori fu pubblicato il manifesto del prosindaco cav. Costantino, che convoca per il 29 corrente i comizi elettorali nella nostra città, per {procedere all'elezione di ^0 consiglieri comunali in sostituzione dei 20 consiglieri sorteggiati. Ripetiamo intanto l'elenco dei sorteggiati che .sono: Lorusso prof. Benedetto, di Domenico — Marnano cip. Filippo, fu Vincenzo Calvani avv. Nicola, fu Giuseppe — Columbo cav. Tommaso, fu Vincenzo — Spadaro comm. Cosimo, fu Giuseppe — Costantini cav. Michele, fu Rocco — Covigliano ing. Luigi, fu Giuseppe Boccasi le \atale, fu Giuseppe — Berardi Vincenzo, fu Nicola Lembo comm. Paolo, di Antonio Lefemine avv. Vito, di Bartolomeo — C'ognetti cav. Saverio, fu Raffaele — De Divis avv. Nicolo, fu Luigi — UrJandi prof. Giuseppi», fu Vincenzo — Mandragora dott. Domenico, di Spit'dioue — Carabellese ] rot. Frant esco, di Antonio — Caputi Giovanni, fu Pietro Costantino cav. ''avorio, di Giovanni — Cristiani cav. Luigi, fu Giuseppe — Colella prof. Giovanni di Csirlo. J presidenti dei collegi dei probiviri I e sezioni per la macinazione dei cereali Maselli ci telefona da fioma, 12: Su proposta del ministro d'agricoltura, Industria e Commercio, con decreto reale dell'8 corrente sono htati nominati: il prof. Sabino Fioie^e, presidente del collegio dei probiviri per lo industrie tessili; il prof. Pietro Baccei, presidente del collegio dei probiviri per le industrie chimiche: ed il sig. Agostino Manmelli, presidente del collegio dei probiviri por la industria della macinazione dei cereali. Come vi informai iersera, con altro decreto reale sono state approvate le sezioni dei collegi dei probiviri per la industria della macinazione* dei cereali. Le sezioni sono '>: tre pe gl'industriali e tre per gli operai, e le loro sedi saranno Bari, Barletta ed Alltimura. La sezione di Bari comprende: Bari, Capurso, Fasano, Monocoli, Noicattaro, Palo, Kutigliano, Sanmcandso, San Michele, Turi, Triggiano, Valenzano, Canneto, Casamasniina, Bitonto, Conversano, Castellana, Modugno, Polignano, Putignano e Giovinazzo. La sezione di Barletta comprende: Barletta, Bisceglie, Canosa, Corato, Minervino, Molfetta, Spinazzola, Trani e Terlizzi. La sezione di Alternimi comprende; Altamura, Alberobello, Binetto, Cassano, Grumo, Gioia d°ì Colle, Noci, Toritto, Gravina e Santeramo. Per le se^te classi elementari Al Ministero della pubblica istruzione sona in preparazione i provvedimenti per l'istitui.ione delle seste classi neijCoinuni che hanno l'obbligo dell'istruzione superiore. Si di.i: così impu so all'istituzione della ^cuula popolare creata con la legge Orlando e ;«jr la quale fu dato ,ii Comuni in termine di ne sumi. Pochi sono i comuni che hanno già provveduto volontariamente pi ima che sorgesse l'obbligo legalo, e ciò malgrado le facilitazioni ad essi con< i^sf dalla legge. I licenziati dalla uosùa Scuola dì Commercio Ai nomi dei giovani licenziati dalla iiostia Scuola Superiore di Commercio, pubblicati nel numero di ieri, bisogna uggì ungere quello del sig. Nicola Pugliese di Bari. AH* La ione .Sportiva Domenica, 15 corr., la Sezione Podistica dell' Unione Sportiro farà un' altra marcia di allenamento sul percoiso BariModugno e ritorno km. l'i» Partenza dalla Sede Sociale, viaxibate (jiniraa n. 17fi, alle ore 4 12 del mattino. Alla marcia potranno prender parte anche i componenti le altre Sezioni del!" Unione Sportiva. tfohn K. Leys PER UNA EREDITÀ Tradotto età. Irma Rio» (Proprietà letteraria) Le suo speranze, non erano totalmente distrutte, ma Adelaide non gli aveva nulla promesso e gli aveva imposto d'attendere per an tempo indeterminato, senza addurre al cuna ragione che giustificasse quell'attesa. Perche gli confessava d'amarlo e nel medesimo istante rifiutava di fidanzarsi con lui ? Perché dimostrava tanto affetto per sua sorella, eppure le negava una somma relativamente piccola, mentre ella nuotava nell'abbondanza? Queste domande, alle quali non sapeva trovare una risposta adeguata, fecero nascere nell'animo del giovane dei dubM ed una specie di diffidenza, che non gli riesci ai bandire malgrado tutti i suoi sforzi. E * Adelaide? in questa sera le sembrava di non poter sopportare il grave peso del quale si era caricata. Ora che la coppa della felicità le veniva presentata ea ella non osava portarla alle labbra; comprendeva alfine d'essersi allontanata dal retto sentiero che doveva seguire. Due volte nel corso della vita si era trovata al bivio; due vie le aprivano dinanzi, ma in ambi i casi aveva scelAbitazioni e scioperi Continua sempre lo sciopero dei metallurgici senza incidenti: il questore Carman'no ebbe ieri delle conferenze con alcuni industriali e pare che le uperanze di un componimento cominciano a riaversi. Ieri il segretario della Camera del lavoro signor De Falco ebbe una lunga conferenza <on i delegati del Consiglio di Amministrazione delle Olierie e Saponerie Meridionali intorno al regolamento interno stabilito dalla stessa Società. Abbiamo ragione di credere che lo sciopero dei saponieri si avvia ormai verso la soluzione. * rA proposito di scioperi, riceviamo: Bari 12 luglio 1900 Jii/rcyio x't/Dnr lliroltore, Perche a ciascuno vada la responsabilità in proporzione dei suoi atti, specialmente in quest'ora, in cui si azzardano con la maggiore disinvoltura vo< i ed insinuazioni interessato, che hanno tutt'altro che carattere di sincerità, la prego — in nome e per incarico della commissione esecutiva di questa Camen,. del lavoro — di dar posto alla presente, al solo fine che il pubblico giudichi con v«ri elementi di fatto. Da circa tre mesi un nostro propagandista organizzò una lega di operai solfutisti in Barletta. Tale nuova Lega si rese subito Sezione d questa Camera del Lavoro, alla quale dette incarico di er.perire, presso la Direzione generale delle Saponerie, le pratiche opportune per ottenere alcuni miglioramenti di salario. La Camera del lavoro s'interessò della '•oiaj ma la Direzione rispose che da poco tempo aveva dato rilevanti aumenti a tutti gli operai. Fu comunicata alla Lega di Barletta tale risposta; ma quegli operai insistettero, affermando, che vi era stato, è vero, un aumento; ma a soli dodici individui. Poscia scoppiò lo sciopero dei saponieri di Baii e non fu possibile alla Camera del Lavoro occuparsi più dell'agitazione di Barletta, avendo rotto ogni relazione con la Società. il 10 corr. venne qui il segretario della Sezione barlettana e comuiiicò che quegli operai erano assai eccitati. D'accordo con la commissione esecutiva esortai il suddetto segretario a calmare gli operai ed a far si che attendessero la risoluzione dello sciopero di Bari prima d'iniziaie qualsiasi agitazione. Ma — al ritorno del Segretario — gli operai, incuranti delle esortazioni, proclamarono lo sciopero e scioperarono. Qui fu pensato subito di dare incarico ad Angelo Vischi, che per fortuna è a Barletta in villeggiatura, porche tentasse di ridurre gli operai a più miti consigli: ma gli sforzi dei nostro Vischi non servirono a nulla e gli operai insistet tetterò nella deliberazione presa. Di fronte a questo stato di coso, allo sciopeio proclamato senza consenso della Camera del Lavoro, la Commissione Esecutiva, anche perche,impognatissima qui, è costretta a rendersi estranea al movimento degli .scioperatiti di Barletta, dichiara che di quel movimento non assnrni' respon,labilità di sorta. Con sentiti ringraziamenti, la riverisco Gii SKI'I'E DK FAIAO Sc<jr. della Camera del Jxtcoro, Concorso ad alunni P. S. E' aporto il concorso per l'ammissione di centoventi alunni nella carriera di delegato di P. S. Per schiarimenti rivolgersi al gabinetto del prefetto. Un laureato II giovane Gaetanc Bottalico del comm. Giuseppe si è laureato dottore hi giurisprudenza nella R. Università di Roma, e non in quella di Napoli, conio enoncaiiH'iite tu detto l'altro ieri. Un'assoluzione Dicemmo giorni fa dell'arrosto dol giovane signor Tiberio Valente di Vincenzo, avvenuto dietro denunzia dol negoziante signor Fraricecco Sorrentino. Aggiungiamo oggi che il nostro Tribunale ha assolto il signor Valente dal reato imputatogli, ordinandone 1' immediata scarcerazione. Ancora il furto in danno del dott. Zii ecaro Abbia ino annunziato l'arresto avvenuto a Milano, a nuoìVHòM Corno, dei due giovanotti autori del furto di lire quattromila in danno dol dott. Giuseppe Zuccaro. Xe diamo oggi i particolari, togliendoli dal i Corriere della Sera »: « Una diecina di giorni or sono veniva segnalata alla nostra questura la fuga da Bari «lei giovanetti Antonio Favuzzi e Guglielmo Favi», il primo di sediri, il secondo di quindici anni, due stud'entelli, ligli di agiate famiglie dimoranti in quella città. Il Favuzzi era indicato in modo speciale «siccome quegli che, prima di fuggire, si «ra impossessato di quattromila lire in biglietti di banca, sottraendole alla propria madre. Scortato dall'egregia soinmetta il Favuzzi aveva invitato il «uo condiscepolo Favia a partecipare con lui ad un viaggett,t quella falsa. — Quale follia fu la mia. — si disse col cuore traboccante d'amarezza. di respingere l'uomo che amavo, per ionqniatare la ricchezza, un titolo ed una posizione in società? In quel momento ella dimenticava, che anche altri motivi molto più nobili l'avevano indotta a sacrificare il suo amore, e che il suo sacrificio aveva portato l'agiatezza nella sua famiglia, dove prima regnava una povertà tanto più penosa, perché larvata sotto un'apparenza di benessere. Quando era rimasta libera, si era ribellata all'idea di perdere il frutto del auo sacrificio, ed aveva aperto volontariamente l'orecchio ai suggerimenti di lasciar leggere il nuovo testamento nel giorno del funerale, non desiderava soltanto di ottenere una dilazione, ed inoltre non si abbandonò più a lungo all'illusione, che in quel testamento vi fosse un difetto di forma, che lo rendeva iuetìicace e che soltanto Mr. Felix poteva scoprire. Si disse rabbrividendo, che } il notaio aveva avuto sino dal primo , momento l'intenzione di sopprimerlo. Ed ella aveva promesso di sposare quel , l'uomo. Sposarlo ?... No ! Ma come poteva mancare alla parola data? Le conseguenze di tal modo d'agire sarebbero state terribili por lei. Non j era soltanto questione di povertà, ma di disonore. j Molte volte aveva pensato fra sé: ' — Non potrei spezzare qnest'ediosa catena, dicendo francamente a Mr. Felix, che non mi sento la lorza di mantenere la mia promessa, ed autorizzandolo a pubblicare il testamento, ch'egli certo non ha distnufo '•* Lo avrebbe fatto volentieri, "e 1o^ce stata sicura di poter poi porre riduciohamente la mano in quella dell'uomo amato, ma questa sicnrez7a non l'aveva. Bisognava pur spiegare in qualche modo il ritardo nella presentazione del testamento, e Mr. Felix, irritato perché ella non aveva mantenuto la parola data, cercherebbe di far ricadere tutta la colpa su lei. Sarebbe «apace — ne era certa — di far apparire ch'ella aveva idsato l'inganno, e che lui non era stato nient'altro che uno strumento riluttante ire le me mani. Ed allora Ugo vorrebbe essere informato di tutto, e saprebbe ch'ella aveva promesso di sposare il notaio, un'ora dopo che suo marito era sceso nella tomba. Il suo amore per lei era già sopravvissuto una volta ad un co'po terribile, ma potrebbe continuale a vivere quando tutto ciò gli fosse noto 'ì No, non oiava spelarlo. , E, come se ciò non bastasse, vedeva sorgersi dinanzi lo spettro della prigione. Ormai sapeva, che aveva preso parte ad un'azione contraria alla legge o che essa punisce severamente. CAPITOLO XII. Mi'. Finitrici) DoU/oti ricompare a lioby Chase I giorni passarono, e fra Adelaide ed Ugo Thesiuger si stabilirono a poco a poco dei rapporti tanto confidenziali, da far credere che fra loro esistesse un segreto fidanzamento. Lady Bo3d(>» non aveva la lorza di to per diporto attraverso l'Italia. Il condiscepolo accettò naturalmente con entusiasmo e, senza indugiarsi, a scauso di probabili sgradite sorprese, i due giovanetti partirono. Visitarono Napoli, Roma, Ancona e Venezia, donde l'altra sera giunsero finalmente a Milano e scescero all'albergo Comò. » La questura, subito avvertita del loro arrivo, prese le opportune disposizioni per il fermo dei due fuggitivi. « Saranno state infatti le li), l'altra sera, quando i due giovanetti, vispi ed allegri come due fringuelli, mentre ni dirigevano in un salotliuo separato dell'albergo, dov'era apprestalo, dietro loro ordinazione, un succolonto pranzetto, venivano.... ossequiati da un funzionario seguito da due agenti in borghese, il quale li invitava a seguirlo in questura. 1 due giovanetti, si capisce, obbedirono senza proteste. « Furono condotti a San Fedele e subito perquisiti. « 11 Favuzzi possedeva ancora, in un elegante portafogli di pelle gialla, olito duemila lire, che furono uatuialmonle sequestrato • Chiesto della sorte dello altro duemila e più Ine, il Favuzzi, con molta spigliatezza, espose come e in che modo le aveva spese in abiti e in divertimenti per sé e il compagno suo, visitando le città nominate, nonché rapidamente Milano e l'Esposizione. « Al Favuzzi venue sequestrata una spendida rivoltella americana di corta misura, nuova fiammante, con relativa scatola di cartucce una delle tante spese da lui fatte dopo la fuga. « I due giovavetti si trovano attualmente a San Fedele, ma saranno mandati al Cellulare per essere rimpatriati. « 11 Favuzzi dovrà prima rispondere davanti al pretore della contravvenzione per abuso porto d'armi. La (iena, cui egli, naturalmente, non potrà sottraisi, gli sarà certo condonata, grazie, l'età, dalla legge del perdono >. Chi perdo e chi trova E' stato smarrito un pacco di carte, contenente un titolo di rendita pubblica italiana intestata, con annessa distiura per l'incasso del semestre scaduto, un assegno Bulla Banca Commerciale Italiana con annessa lettera di avviso, una cartolina v stampa per il Banco di Napoli tra libretti della cassa di risparmio postale ed uno scontrino di ricevuta di premio di assicurazione vita della New York. Tali titoli non hanno alcun valore per chi li abbia, trovati, mentre sarà data competente mancia a chi li porterà allo indiii/zo dell'interessato Prof. Rag. Nicola Lagattolla in Via Luigi Zuppetta 16. Piccole mite di cronaca Ieri il lustrascarpe Mastromarco Nicola fu Tommaso, di anni 65, abitante in via Sparano N. 102 nel levarsi da letto cadde riportando varie contusioni od escoriazioni alla mano sinistra ed alla gamba destra che il dott. Sciacovelh dichiarò guaribili in 10 giorni. — Il bambino Giuncarelli Domenico di Michele, di i) anni, mentre trasportava dello casse di fiammiferi, vuote, queste gli caddero addosso producendogli la frattura della tibia sinistra. All'ospedale, ove fu condotto, il dott. D'Ambrosi lo giudicò guaribile in trenta giorni. — 11 sarto Raso Giuseppe di Carli', di anni 15, abitante in via Roberto da Bari N. >A, ieri, mentre cuciva si punse gravemente con l'ago alla mano sinistra. Dovè recarsi alla P. A. dove fu medicato dal doti. Sciacovelli, che lo giudicò guaribile in cinque giorni, se non sopravverranno complicanze. Una nuova Società per automobili Ieri per rogito del Notaio Capo si è costituita in Roma la Società Henne*, con L. •2.000,000 di aapitale diviso in 80,000 azioni. Questa Società che si propone di esercitare l'industria della fabbricazione e commercio di vetture automobili sorge sotto i migliori auspici ed il pi imo consiglio di amministrazione è ti seguente: Presidente Vice ammiraglio G G. Frigerio senatore del Regno; Consiglieri: Barou Pierre De Caters, Lamberto Ganoni, Nobil Cav. Alfonso ManziFi1, (taetano Mattoi, Conte Vincenzo Ravachieri deputato al parlamento. Dino Sacerdoti, Edmond Tart. La Old England a Bari Chic della camicia per stoffa ed enitla confezione, tipi bianchi, colorati imitazione seta, zophirs originali inglesi, baliste.», percalle francesi — Anche rUu'i, dopo osservazione degli amatori, potrà confermare il buon gusto — Giorno 12, l'>. 11 e 15 corrente esposizione Salone 1." piano Albergo Cavour — Brevetto polso girevole Maglieria, calze da uomo, signora, ragazzo— Altri articoli fini. Prezzi fissi modici — Viaggiatore Alber to Cirillo. Colletti Algesiras di seta lavabile, con eleganti inviili Umtasia a colori, molto prattici e di moda per Camicette ed abiti, presso Giuseppe Borea. («nauti ! Guanti ! Olianti ! in seta, filo, cotone tipi ultima novità per signora, trovansi in grande assortimento presso Francesco Sorrentino. rinunciare alla dolcezza di tutte le prove d'amore ch'egli le dava, ed uno sguardo tenero dei suoi occhi, una stretta della sua mano, la tendevano folice. Ugo, a sua volta, si era persuaso, che i suoi dubbi ed i suoi timori erano iniondati. Adeìaide temeva che il mondo non approvasse il suo secondo matrimonio, ed era questa l'unica ragione che la faceva esitare. Ma si diceva che si abit uere'bbo a considerarlo come suo fidanzato, e su deciderebbe alfine a porgergli la sua mano. Perciò si recava sovente a Roby Chase, ed era inevitabile che le sue frequenti visito non facessero nascere la voce, che lady Boldon e lui e rana già fidanzati o in procinto di fidanzarsi. Verso la fino d'agosto Thesinger rieocutte da lady Boldon una lettera, con la quale l'invitava ad una caccia dello starne, che doveva aver luogo a Roby Chase ed alla quale, naturalmente., dovevano prender parte altri signori. Nella lettera era puro accluso un invito per Mr. Terenzio 0' Neil, col quale lady Boldon si era incontrata più volto al presbiterio. — Adelaide si mostra a&»ai gentile verso il mio amico, — si disse Ugo leggendo la lettera. Ma non mi sembra prudente, date le circostanze, di offrirgli il modo di incontrarsi sovente con Marjorie. Comunque fotóo, non poteva manente di rimettere l'invito al suo amico, clic l'accettò con sommo piacore. Marjorie, sua madre, due o tre uniiche d'infanzia di Adelaide ed alenilo lon tane parenti della famiglia, facevano pai te della società che si riuniva a Roby Scuola ProlesHÌoiuile Femminile Oiuseppina Borea Angeli Via Carour 176 Corso speciale d'Insegnamento nei mesi di Luglio, Agosto Settembre di Taglio, Cucito a mano e macchina, Sarloia, Ricami in bianco e in seta, Fiori artificiali, Merletti ad ago e a fuselli, Stiro Ricca collezione di figurini secondo la evoluzione della moda. Tutto le alunno hanno diritto di faro , lavori propri, ricavando cosi il duplice «•antaggio di istruirsi e di usufruire dei benefici noi lavori eseguiti per proprio uso. Tassa mensile L. 3 anticipate. Alla Pubblica Ecco il sorvizio di poliambulanza com" distribuito per oggi; Medicina dalle 8 alle 10. Chinirgia dalle 10 alle 1?. Ostetricia e ginecologia dalle 11 alle 12, Oculistica dallo 12 alle 13. Pediatria dalle 12 alle lo. Gola, naso, orecchio dalle Ki alle 14. Elettioterapia dalle 15 alle Ili. Guardia ostetrica: di giorno Laeeien/;» di notte Bollasi. Guardia medica dalle ore 8 alle "50 dottori TTgenti, Sciacovnlli r> Posi!uno. Gabinetto per analisi cinti)n" tmer"r.oo piche diretto dal dott. Tauzamlla dalle alle 12. Negli organismi debilitati in seguito a emorragie, a parti, ad allattamenti, laNucleoferriiui Ascoti ha dato risultati oltremodo confortanti, dovuti all'azione cumulativa del ferro sulla crasi sanguigna e del fosforo organico sullo stato generale. Corriere Giudiziario Corte <P Assise di Ilari Udienza del 12 luglio II tentato veneficio al cav. Netti Nelle duo udienze di oggi ha parlato l'avv. Lorusso Attoma, in dife«a della Petrandolfi. L'oratore ha discusso e le dichiarazioni dell'accusato Colacicco e tutte le prove testimoniali per dimostrare la innocenza della sua difesa. Chiede quindi un vordotto di assoluzione. Stato Civile del 12 Luglio 1906 NATI Lineo Michele di Nicola — MorHni Vittorio di Francesco — Colonna Angela di Francesco — Padolecchia Vineenza. di Tommaso Maiizari Lucia di Vito. MORTI Troiani Giuseppe di Nicola di a. 3, pulmonite — Scoppetta Tommaso fu Domenico di a. (W, insuflieionza aortica. Ristorante Resechino Completamente rimesco a nuovo, con ottima cucina e prezzi modici, apollo bino ad ora tarda. Funzionano in tutte !• sale potenti ventilatori, che rendono gli ambienti freschissimi, Via Roberto da Bari N.' 10,JL2,Jl, 16, e IH. !e Posilllpo, Chase durante le caccie. Anche l'unico parente di sir Riccardo, Mr. Federico Boldon, era stato invitalo. Lady Boldon era stata indotta ad rinviargli una lettera d'invito, da considerazioni non del tutto disinteressate. Ella non si sentiva troppo ìicura, l'avvenire le appariva molto fosco ed incert», e perciò aveva pensato, che sarebbe utile per lei d'anucaisi l'uomo il q'.:ale in un giorno, torse non molto lontano, sarebbe il padrone d Roby Chase. Eppure il solo ponsiero di rivederlo le metteva spavento, e talvolta sperava che non sarebbe venuto. M» Federico Boldon era un uomo che non permetteva mai ai suoi sentimenti di opporsi ui suoi interessi o ai suoi divertimenti. Ormai si era consolato dol suo diMganno. Non aveva effettuato la minaci ia d'impugnare il testamento di sir Riccardo, perche era troppo ragione vole per sciupare il suo denaro in un processo che non era icuro di vincere mancandogli ogni prova per sostenerlo. Quando aveva ricevuto l'invito di lady Boldcn, si era bensì detto che non era piacevole per lui, di recarsi rome o.spite in una casa, della quale avrebbe dovuto essere por diritto ereditario padrone, ma poi considerato, che rifiutando l'invito non guadagnerebbe nient'alti o che di privarsi d'un divertimento, inollie non era impossibile, ch'egli potesse iiibinuarsi nelle grazie della vedova ed «sfinire con successo alla sua mano, ve' nmdo in tal guisa nell'immediato possesso della sostanza di suo zio. ì Perciò Mr. Federico Boldon si recò per 1 la seconda volt a Woodhnrst. Ma questa ! volta si lece accompagnare dal suo caLa posizione ridente e incantevole del"1 sito, 1' ottima cucine, il servizio inappuntabile ed i prezzi miti..simi, come risultano dalla seguente distinta, affidano che la clientela troverà in questo locale ogni comfort necessario; ed ì prezzi, contrariamente alle voci me *t\ in giro da ^interessati, sono, come tu •.•"do, alla poitata di tutti, perché variano da no mi nimo di 30 centesimi ad un massimo di L. 0,80. _ Ne a Bari, è dato con simili prezzi, trovare di meglio. Ecco intanto In distinta per comidu di tutti i clienti: Pane 10, lbott. VILO 50, Patta Asciutta sugo o poinid. '10, PatitaAtciutta «Ih, Von gole 50, Pasta Asciutta al Burro h<>r Minestre in Brodo 150, Frittura di pet.cn HO, Frittura mista 50, Costata (ì0, Bif<len di filetto 80. Malattia delia psitò 8 Gabinetto diCoiK"nltn",*oui privile duetto dal Dott, Artnro Kepi già A'i^tpnt" nella Clinica Dermosifilopatico della R. Unncr aita di Siena. Tutti i giorni dallo eie '.' alle 12— Via Lombardi N. 5 />. /. Lezioni di pianoforte, canto, » solfeggio, armonia ed islrumentazione da ben conosciuto Maestio, stabilitosi in Bari. Per richieste scrivere, o recarsi paibonalmente in Via Valli sa, n. 'ò'J, p. 3., dalle 19 alle 'J0, di ciascun giorno. Il Cav, Dott. Salvatore Bonacliica Medico visitatore di cmtrollo nominato dal Ministro dell' interno da consultazioni private per malattie della pelle e c>ltiche dalle ore 7 ali' 1 poni, in Via Pie cinni 97 p. 2. <JÌ Intanfì * maKazz''ni siti in Via Ar01 lUUaliU giro 20 e '22, angolo Via Piccinni :S9, 41, 43, 45. Per trattative dirigersi dal proprietario Sig. Antonio Sbisà Luca, Via Cavour 167. meriere francese, Luigi Ducrot, essendoché gli piaceva di rappresentare sempre ed ovunque la parte del grande signore. Gli invitati di lady Boldon passavano il tempo divertendosi", come generalmente la gente si diverte nel mese di settembre, in un castello o in una casa di campagna inglese. Gli uomini andavano a caccia al mattino, e la più gran parie di loro passava il pomeriggio nella sala del biliardo. Le signore occupavano la mattinata con la loro toletta e conveisando insieme, e dopo il lunsk facevano delle passeggiate in carozza o a cavallo. Ma ben presto si constatò che la società non si affiatava troppo benn. 1 componenti avevano caratteri e gusti opposti, talché non poteva stabiliisi fra loro una schietta cordialità. La più gran colpa di questo stato di coso ricava sn Mr. Boldon e sul suo servitore. Boldon era egoi&ta e presuntuoso, talché nessuno lo poteva soffrire. Ben pretto comprese, che non aveva nessuna probabilità di diventare il secondo marito di lady Boldon, e non gli sfuggi la predilezione ch'ella nutriva per Ugo Thesinger. Dopo di aver fatto questa spiacevole scoperta, il suo contegno verso il piovane non si mantenne neppure nei limili della più elementare cortesia, cosicché Ugo dovette farsi una gran forza per evitare che fra loro sorgesse un'apmta questione. Tn realtà furono le preghière di Adelaide, che lo indussero a frenarsi ed a rimanere sotto il medesimo tetto con un uomo, che non si peritava di trattarlo in modo offensivo,j (continua) Venerdì 13 Luglio 1906
CORRIERE DELLE PUGLIE IXL/TIM» ORA (per telegrafo e per telefono al Corriere delle Puglie) Noma 12 Le ferrovie meridionali allo Sitato L'ordine di servizio—II decreto reale — Per il passaggio delle ferrovie — La relazione dell'ori. Melodia — La direzione compartimentale a Bari fM.i Appena approvalo domimi al Sonalo il progetto di 'opgo sul Uiscntto «Selle Ferrovie Meridionali saia spedito alla firma rei'le a tìacconigi il decreto ver la promulgazione o la sanziono della legge. Appnna ritornato a docreto suddetto, si eseguirà il pa>s»r;RÌo delle l'erro vie meridionali allo Stalo. La Direziona fìeneialo dello ferrovie meridionali emano)», ai cupi di sei vizio uu ordine, avvitendoli che dal momento in cui la Direziono delle ferrovie di Stato emanerà un ordine analogo, pur restando presso i loro uttìci cesseranno dallo loro funzioni, e che gli uffici dipendenti, pur rimanendo invariati, dovranno mettervi alla dipendenza con l'uflicio centrale delle ferrovie dello Stato in Roma. Ieri alla Direzione Ckinoralo dello ferrovia dello Stato vi fu una seduta fra il direttore coinm. Bianchi e due alti fun zionari delle ferrovie meridionali per i definitivi accordi circa 11 passaggio delle A? rovie allo Stalo. Pareva stabilito, secondo i propositi del coinm. Borgnini, che si dovesse da quo&ti, dai ministri Giantiuco, Maioraua e (riolitti, firmare la convenzione definitiva; ma non pare necessario ciò dopo il compromesso firmato! a pettimana scorsa. Las^emblea degli azionisti della società delle meridionali, è convocata per la seconda metà del nume corrente, per ratificare l'accordo concluso dal comni. Bovgnini, e che è stato già approvato dal consiglio di amministrazione. Si conferma che nel passaggio allo Stato delle ferrovie meridionali, non vi sarà subito un movimento del personale. Se ciò si facesse in questo periodo che circlecopyrt il più difficile anche per la prossima Vendemmia, il mutamento causerebbe gli stessi inconvenienti che si deploravano l'anno scorso.Cosicché le cose rimarranno conio sono per oia salvo a preparare la tuafone dei due personali per dopo. •Circa la istituzisne di una nuova o più direzioni compartimenti)ii si tratta di idee e non di di doliborazioni. A. tale riguardo i propositi sono diversi: si vorrebbero istituire due direzioni nuove, una ad Ancona e l'altra a Bari, per sollevare con quest'ultima la direzione di Napoli, che ora deve provvedere ad una troppo larga zona. Altri propongono di fare passare a Roma, presso la Direzione Generale delle ferrovie dello Stato, la sezione XI, la quale ha ora sede in Bologna, e qui impiantare una nuova direziono compartimentale. Se ciò *i tacesse alle 8 direzioni corn, partimentali se ne aggiungerebbero tre nuove, e cioè Bari, Ancona e Bologna. Comunque pare bicurissimo che Bari avrà la direzione compartimentale. Oggi è stata presentai» al Senato la relazione del senatore Melodia sul progetto di riscatto delle Meridionali, e delle liquidazioni dell'ex rote Adiiatica. Come vi telefonai ier&era la relazione • breve. L'on. Melodia nota che la commissione ad unanimità prese la decisione, che si può, volendo non approvare il concetto del riscatto, ma che non è possibile alcun miglioramento ai patti contrattuali. E la relazione plaude al Governo per l'ultima convenzione attuata che lece ottenere allo Stato 500 mila lire di utile l'anno e cioè una minore spesa di trenta milioni. Indi la relazione parla dei vantaggi che il ìiscntto arreca di indole tecnica per l'esercizio dello ferrovie dello Stato, e di indole economica per tutta la nazione. Dice che questi vantaggi MHIO di tale chiarezza ed evidenza che la commissione crede inutile ìllustiarli. L'on. Melodia nota poi clic 1 "approvazione dt queto disegno di leg^D bcneli chnta la va ,ta zona die da Bologna va al Capo di Leu'8, che om trovasi in uno telato d'interiorità ferroviaria in rapporto al ledo d'Italia, e che vedrà rialzarsi le ,.ii ti dello suo industrie •' dei suoi commerci, eh» in massima parto dipendono dalle ferrovie. Il Governo, liberato dalle pastoie dolio antiche convenzioni, adotterà cortamente tutti nuei provvedimenti che burattilo suggeriti dalla sua imparziale equaniugg mi tH.i tH. Si poti.'i col ribatto vedere attualo il legittimo desiderio di quelle popolazioni dei doppio binario BolognaGalhpoii, facilitando così i trasporti del Mezzogiorno, dando un gr.mde impiliso al miglioramento economico di quello pmvincio, ove in quost'oia volge benevolo lo sguardo del Governo, d«l Parlamento e della Nazione. La relazione del sen. Melodia conclude cosi: « La vo >lra e mimisiiono vi piopoue ad unanimità di appiov«ie <,ue,to disegno di legge, die non dirò. 'ceiuMila la unita del paese, che ha basi tante solido da non aver bi.en,, d, »|CII11 ,.«,,„„,„ ma che unifica, i vanumi teiu>vi,ui ni tutto le provine») e promette Un u. sveglio economico in tutte le uuio regioni d'Italia. >•> II movimento di Prefetti e Questori Domani è convocato a palazzo Biascia il Consiglio dei ministri. Nei Consiglio si discuterà del movimento dei prefetti, che avrà per base il eollocamento a riposo di alcuni prefetti che hanno già ì 40 anni di servizio. Con il movimento dei prefetti vi .sarà anche un movimento di questori col colloca mento a riposo di tre o quattro questori. L'on. Giolitti, allo scopo di rinvigorir» impersonale delle Questore, ha nominato 15 vicequestori, togliendoli a scelta fra ì eommissari di prima classe più distinti, Questa istituzione è stata creata per distinguere i funzionari che devono reggere, occorrendo, le Quosture dagli altri co «massari. .Con la nomina di questi vicequestori 81 è provveduto alle promozioni di un uwto numero di commissari. ' socialisti contro gl'italiani a Trieste "onerale, penosa impressione ha provocato il conetgno dei socialisti di Trieste neutro il partito nazionale italiano. Ieri sera pOi j f.oeia'isti commiscro ctae ^lv«Kge e tejj jsti.Le ..'^o •:v,.tro i giornali italiani, e ira questi il Pìccolo. Avvennero tumulti, colluttazioni e bastonate. L'azione della polizia fu debole al principio ma poi di una certa energia dopo gli atti di teppa. Una lezione al comm. De Cupis Al Senato, presenti poco più di 60 senatori,discutendosi oggi il regolamento pel personale del Tesoro, è avvenuto un incidente di udi («itn, importanza. Il seri. De Cupis avvoltilo generale erariale, nel suo discorso sulle avocature erariali, credette, di rispondere agli appunti ed alle critiche l'atte nella relazione della Giunta generale del Bilancio alla Camera. Allora l'ou. Oiolilli, ribattondo vivacemente il De Cupis, ha dotto elio non erodeva ne opportuno nò corretto che si discutessi) nt)l Sonato ciò che la Camera aveva creduto di fare o di dire né che convenisse all'avvocato generale erariale di discutere in assemblea legislativa di quegli appunti fatti da un'altra assemblea. Le parole del Presidente del Consiglio hauno provocato le approvazioni dei senatori, e 1' incidente si è chiuHo dopo cho il Presidente ha richiamato all'ordine il senatoiu Do Cupis cho si ò recato ni banco dei ìninibtri per daie spiegazioni. Lo sciopero dei tramvierl Continua sempre, lo sciopeio dei tramvieri, e continuano le trattative mercé l'opera di consiglieri provinciali e comunali di parte liberale. La società è ferma e decisa a non concederò altio di quello cho concesso il d lugiio, ed anzi ha pubblicato un manifesto alla cittadinanza di forma polemica molto vibrato. Stasera al Pietro Cassa si è tenuto un nuovo comizio, ma ogni decisione è stata, rimandata a domani. Stasera si era diffusa la voce che la vertenza ora in via di accomodamento mercé 1' intervento dell'associazione per il movimento dei forestieri. I tramvieri accetterebbero il concordato del 4 luglio purché tutti gli scioperanti fossero riammessi in servizio. La società dal suo canto dichiara di ammettere tutti se ottiene una lettera di autorizzazione del sindaeo di Roma. Anche la Commissione esecutiva della Camera del lavoro ha deciso di proporre l'acccttazione d"i miglioramenti concessi dalla società il ! luglio, purché tutto il personale sìa liannnospo m servizio. Stamane é continuata dm utzi al Ti ibunale la ca'.jn per citazione direttissima degli operai in seguito ai disordini di lunedì. Tutti gli accusati sono strili condannati. La legge sui recidivi Su richiesta dell'oli. Giolitli il ministro guardasigilli ha risposto che ' ia compilata un'esatta statistica di tutti i recidivi italiani. Questo lavoro di itati»tica òi rende necessario per lo studio e la preparazione del disegno di legge sui recidivi, che l'on. Giolitti presenterà alla Camera alla ripresa dei lavori parlamentari. Le esercitazioni navali Ufficiosamente si conferma ch« liti prossimo settembre avranno luogo le esercitazioni navali, che si svolgeranno principalmente nel Mare Ionio. Alle eseicitazioni parteciperanno le navi delle due squadre, le cacciatorpediniere e le torpediniere di allo mare. La direziono generale fìolle esercitazioni sarà assunta dal duca di Genova, il quale imbarcherà sulla regia nave Trimwria. All'ultima fase delle esercitazioni, piobabilmente assisterà il Re. I Sovrani all'Esposizione di Milano Si era aniuinziwto che il Ite e la Regina si sarobboro in quo.iti giorni recati a Milano por visitare qui Ila Esposizione, che avevano appena intravista durante l'inaagurazione. Si afferma che il viaggio dei Houli a Milano è stato rimandato al prossimo settembre. La riduzione degli armamenti Fra le maggioii potenze de.1 mondo hanno luogo in onesto niounenlo dell" tiattative circa la pi osaima seconda conieron/a dell'Aia. L'Italia e l'inghiHoiia iniundeicbbero di portare alla conferenza la proposta per la riduzione degli aimameiti. Se quest'argomento .ara putto all'ordine del ftioruo della, eoui'oienxa, le potenze fi t'.uatiMO ìuppiosonlnie dai più eminenti uomini politici a cistiti da ufficiali superiori. L'emigrazione a Zurigo II comniiN.irialo generale dollienugt.izionc fomunica ai giornali che si mio già diffuse lo voci che a Zungo i n.auovali e i muratori si sono mesM in ÌMIÌOpero; essi sono 1 mila e du« terzi italiani. In tuie stato di (ose il coiruni.s.iaiiato sconsiglia nel modo più iwuoluto che altri operai si rechino pel ora a Zurigo. La commissione rJei tabacchi La commissiono poi i collaudi dei tabacchi ha esaminato oggi minutamonte la qualità d"i sigari, delle sigarette, dei tabacchi trinciati e di qi olii rapati. Dalny dichiarato porto franco i \, S.i La Legazione giapponese cuìnnnica: 11 Giappone dichiara dal t ;>ettoinbic. l^ibiy, porto franco lo apre al t t Alia Camera PiiiilCi 12. — A. S.i Camera; continuazione. Si respingono gli emendamenti di Pelletan e Brisson chiedenti di reintegrare nei loro posti i fattorini postali licenziati in seguito allo sciopero. Si approva con '160 voti contro 1 il progetto della Commissione accettato dal governo. Parigi 12. — (A. S.ì Aila Camera nella seduta pomeridiana Lasien presenta una proposta sottoponente il elevi al legime del diritto oomune e ne chiede l'urgenza che è respinta. La proposta ò rinviata alla commissione. RUSSIA Due squadroni di cavalleria insubordinati Tambow 11. (A.S.i Due squadroni del cottimo cavalleria di riberva espressero sentimenti d' insubordinazione e consegnarono le armi. Gì' israeliti lasciano Varsavia per timore Versavia 12. — iA. ^ Vi. In' iani gu alla voce che per domani, festa dei Santi Pietro e Paolo sarebbesi orga nizzato il program. Tutti i treni ferroviari sono partiti carichi di viaggiatori. Regna in città molto panico. Direttore Prop. MARTINO CASSANO Gerente responsabile, LEONARDO MORISCO COMUNICATO Verbale di componimento di vertenza cavalieresca L'anno millenovecentosei il giorno undici luglio alle ore undici coila continuazione in Barletta nella caserma Ettore Fieramosca e noli'ufficio del signorComandante il Doposito del tiì). Reggimento Fanteria, si sono riuniti i signori: 1. Cav. Luigi Pompei, Tenente Colonnello Comandante il Presidio di Barletta. 2. Cav. Vincenzo Lospoto, Tenente Colonnello Comandante il Distretto Militare di Barletta, quali rappresentanti del sig. cav. Ufficiale Arcangelo Carierò Sindaco di Barletta, ed i signori: 3. Dott. Giovanni Del Noce, Direttore del R. Vivaio di Viti americane in Barletta. A. Cav. Antonio Grieco, di Barletta rappresentanti a loro volta dui signor avvocato Giovanni Musso, quale funzionante da Presidente della Congregazione di Carità di Barletta. I signori cav. Pompei e cav. Lo Spoto hamio premesso che il sig. Catterò allo ore 15 del 5 corrente fu avvisato dai sanitari locali sig. D.r Monnucci Gioacchino e D.r Mariano Dellisanti che il Capitano medico della R. Nave Dandolo giunta in questo porto lo stesso giorno, si era presentato a loro chiedendo so potevano entrare in questo Ospedale Civile sei marinai ritenuti sospetti di tifo. I predetti sanitari non opposero alcuna difficoltà, anzi accompagnarono subito il Capitano medico all'Ospedale civico mostrandogli la corsia adatta psr tenere isolati i detti marinai. Alle 15 ir2 di detto giorno i due sanitari già ricordali incontrando il Sindaco l'informarono di quanto avevano stabilito col capitano medico della Dandolo. Il sig. Carierò non pago di tale dichiarazione li invitava alle ore 16 1|2 (sempre di detto giornoi di trovarsi al porto per sapere in modo sicuro se si potevano ricoverare all'ospedale i militari predetti e ciò nell'intendimento di lasciar loro il tempo necessario per fare le pratiche con chi di dovero, tanto più cho il D.r Dallisanti è consigliere dell'ospedale; perché, in caso diverso, li avrebbe inviati al Castello o alla Misericordia. Se nonché ad ora più tarda, e cioè verso le 19, il Segretario della Congregazione di Carità si recò dal Sig. Sindaco per dirgli a nome del funzionante da Presidente che avendo egli saputo che nel P Ospedale si volevano ricoverare dei marinai sospetti di malattia contagiosa doveva suo malgrado opporsi vietandolo i regolamenti. Naturalmente il sig. Sindaco ne rimase turbato, tanto più che egli aveva avuta assrcurazione dagli ufficiali sanitarii suddetti che tutto era preparato per il ricovero degli ammalati; ma ad ogni modo lece sapere che stante l'ora tarda non era più possibile da parte sua prendere altro provvedimento pur essendo pronto, qualora la Congregazione non rvesse voluto ricevere gli ammalati, di ammetterli in casa sua al 2. piano. Al che il ff. da presidente sunnominato rimandò a dire al Sindaco, sempre a mezzo del segretario sig. Mastrolillo, che qualora il sindaco avesse dato un ordine categorico di ammettere i marinai malati nell'ospedale, egli non si sarebbe opposto sempre che il sindaco avesse assunta la responsab lità del ricovero. Ed il sindaco infatti assunse tale responsabilità promettendo di tradurla in iscritto il giorno dopo, ma colla data antecedente. A seguito di che i malati furono ricoverati nell'ospedale. 11 giorno 0 luglio venne diretta dal sindaco cav. uff. Catterò la ettera N. 5272 al Presidente della Congregazione di Carità, in risposta della quale l'avv. Russo quale iF. Presidente ndiriiszò al sindaco l'altra del 7 successivo N. 242. Star te la momentanea assenza del sindaco da Barletta, ove fece ritorno la bora deli 8 luglio, per essersi recato a Roma per ailari d ullicio, solo a mattina del II detto verso In 12 tjhmbo a sua conocenza la loltiVa dell'avvocato Russo. Ritenendola offensiva nei )rojui rappnrti ed estendo venute meno e assioli'azioni del cav. Straniero e del D. Dellisanti, i quali affermavano di avere avuto dall'avv. Russo, il oonsm&o di ritirare la lettera scortese e di rifarne ali ni; in dati 10 corr. si rivolse ai .addetti cav. Pompei o oav. Lo Spoto ottenere una iipìu.iziuui> c.n.illcre••.ca che fu comunicala sill'avv. Russo, a sera del 10 stesso allo oro otto. A MM vollH il sig. Giovanni Russo in cimine utile ìi'Umnava e simulilo.'va al'nltra p.irte i nomi dei MIOÌ rippit'si'usuiti nello perdono suindictto, le qmli .ireliminarmente hìiuno richiesto ai rap presentanti «lei cav. Cafiero s'egli riconosceva d'a\ <>ro assunta la responsabiità de1 ricovero dei marinai suddetti. I ')gg cav. Pompei e cnv. Lo Spoto tengono a dichiarare che a tale responsabrità il loro rappresentato irmi ha inteso ;nai di sottrarsi come non ni tot trae tutt'ora. e che se nolla lettera del fi luglio orno sopra spedita al fi". Pi elidente della "• jng. di Carità non si tiova alcun accenno a tuie reìponsabilità diletta, ciò lìove asciiversi ad un sentimento deliato del sindaco II qui'le "wlU1 evitare possibili screzi tra l'avv. Russo e il D. IliìMnti entrambi facenti pai te dui t'onMjrlio Anni., dulia Gong, di Carità ritenendo .ufficiente la parola già data senza cho fosu aUMo bisogno di tradura in i»oritto. A :eguito di tale dichiarazione i rappresentanti dell'avv. Russo dichiarano nell'interesse del loro primo, di ritirare e ritrattare quanto fu scritto nella lettera ricordata del 7 luglio, «d a nome dello stesso avv. Russo dichiarano altresì che [la parte di costui non si volle offendere a persona del CKV. uff'. Arcangelo Carierò né come sindaco né coni» cittadino, della quale conserva inalterata stima e rispettabilità, e che se per un momento 1 cav. Cafiero ritenne per scortese la ettera suindicata, PRIÌ andò oltre nel pensiero dell'avv. Ru&»o il quale, lontano dall'offenderlo, non intendeva colla sua lettera altro che di salvaguardare la uopria responsabilità di fronte ni Pio ^uogo. I quattro rappresentanti dopo di che dichiarano esaurita ogni vertenza, Del che si è redalt» il prosente verbale in doppio originalo debitamente firmato. Te», colonnello Lnm POMPII Te/i, colonnello YI\CK,V/,H LO SIOTO Dott. GlOVWM Dì'l. Xiw'K . A\ IONIO (il.ll'l •) NOCERAUMBRA ^( SORGENTE ANGELICA)* >CQUA MINERALE DA TAVOLA! L'ERNIA Applicazione del Cinto, Fisiologico Claves premiato con medaglia d'oro e brevettata del M. Gocerno. Aderendo ad insistenti richieste da parte di numerosi clienti, 1' inventore di questo celobre apparecchio, si tratterrà a Bari ancora otto giorni, e cioè fino a tutto il 15 corr.senz'olire differire,essendo atteso a Lecce, ove dal 18 corr. in poi alloggerà all'Albergo Vittoria. Non perdano tempo gli erniosi, a munirsi di questo portentoso einto che le numerosi applicazioni eseguito durante questi venti giorni, lo hanno roso celebro anche in Bari ovo medici e clienti hanno fatto a gara por dimostrarne i pregi. Gabinetto aperto tutti i giorni dallo '.( alle 12 e dalle 15 alle 17 all'albergo del Risorgimento Bari. Segretezza massima — Visita a domicilio. AVVISO Avendo constatato cho la mia Marca Chianti Valle d' oro, da me immaginata fino dall'anno 18fil per mia la Marca, è stata da tutti pressoché adottata, sono venuto nella determinaziono di creare una nuova P Marca denominandola «Chianti Campionato Toscano », avendola depositata col già acquisto Brevetto presso il R. Governo affinchè non venga aneli' essa di dominio pubblico. Non sarei ricorso a questo se tutti coloro che si sono valsi della Marca Valle d! oro, avessero spediti Vini di >' qualità ma avendo constatato che sotto tal nome è anche stalo venduto vini scadenti, ho creduto per il decoro della Mia Ditta rinnovare con nome nuovo la min l1 Marca, fiducioso ottenere dalla mia Fedele clientela l.i, preferenza. Colgo l'occasione per presentare a tutti i mici vecchi Clienti ed a tutti coloro ho vorranno onorarmi i miei più,sentiti ringraziamenti. ANTONIO BILLI. Rappresentante in Bari LABINDO RO^SI *&. Tip, tó "Cerrforsiieile Puglie" Circolare N. 22. PRESTITO BARLETTA 1870 La D tta Caldarazzo e C.1 di Bari, i ia Abate Glmma 5!), previene la sua clientela ohe dinanzi la Commissiono Reale in Roma, nell'adunanza del 7 Luglio, venne conchiuso il riscatto del Prestila, in baso del quale, ogni cartella non rimborsala incasserà Lire 36,00 e le rimborsate Lire 1S,9O non appena espletate le relativo pratiche. AH' oggetto, assume 1' obbligo di eseguire 1' incasso per lutti quel poso.ssori ;he volessero aflidure i rispettivi titoli, adempiendo a quelle formalità che s' imporanno dal regolamento, asskur.i;id< ne il ricupero nel p;ù breve tempo di ijii'llo che sarebbe loro necessario, a mite condizioni. S' incarica pure del cambio con altri Prestiti, o titoli di Credito od in Buoni di Cassa a scadenza, con l'annuo interesse del 4°(l netto di ogni imposta. La Direzione. Liquore Tonico Purgativo! LIPPOLIS da non confondersi coi soliti purganti Alla sua azione purgativa unisce quella tonica, curativa. Migliora la digestione, aumenta l'appetito. Gira ; risce radicalmente la stitichezza anche cronic.i. Preserva da! mal di rapo insonnia,malumore, nausea dei cibi eoi . Agisco blandamente, senza dolori né irritn/.iono. Di gusto molto piive ' vele, gradito anche ai bambini. ? Il Liquore Tonico Purgativo Llppnlls è il purgante) ideale, il vero rimedi" flie ' non devo mancare in nessuna famiglia, ben pensante. Note spiegatile sulle specialità farmocci/fiche ed igicnic.he LtPPOLIS si spediscono gratin, a richiesta. OVULI DI (A il ti feconda tivi) Scatole da 12 ovuli. SOCIETÀ NAPOLETANA di Navigazione a Vapore NAPOLI Direzione Immacolatella Vecchia Ai Eagni di Casamicciolu ed Dal lo Giugno WOii e tino a contraria disposizione sarà atti vato il seguente SERVIZIO PER BAGNANTI tra Napoli.Procida Ischia ipontei Ischla porto) e CflsamkUola col seguente ORARIO Part. da Napoli (Immac)ognigiorno ore!*.:!() » da Casamiceiola » » 16, :X) N.B. Nelle Domeniche e giorni festivi riconosciuti la partenza da Casamiceiola avrà luogo alle ore Iti,30 invece delle 15,HO Resta iuvar.ata la partenza postale anche dall' Immacolatella ogni giorno alle ore 15 da Ferio alle 5 e da Casamacciola alle 5.80. Servizio bisettimanale tra Napoli le Isole ed Anzio {Ramài con fermata a richiesta Casamiceiola all'andata e al ritorno. Per informazioni e tariffe rivolgersi alla Direzione in Napoli, lmmacola.1e.lla Nuova ed agli agenti su tutti gli scali. "V e* nde sii una Masseria sulla via Nuova KutiglianoMontrone. vasto fabbricato con terreni olivetati, mandorleti, vigneti frutteti di ettari 53,55 o vignali 85. Si «menissimo, piantaggine giovane ed oltremodo fruttifera. e Sito Continua per pochi giorni ancora I/A Mobili per Salotto, Camere da Letto, SÉ da pranzo, Sto! per tappezzerie in genere, Arazzi, Tappeti Copritavoli. Articoli per Regali ecc, A prezzi sempre vantaggiosi J O. ANCONA BAKI Via Spirano da Bari N. 1H2 VU 136, «, *j_ Dante AHÌSIIÙTÌ ., óo 57 59. OLI DIANA riconosciuti i migliori. OLI DIANA sublimi. OLI DIANA purissimi. 0 L ! DIANA i favoriti. OLI DIANA gustosissimi. OLI DIANA garentiti di oliva. OLI DIANA insuperabili. ci» EMEUTe ARMATO CON L1MIE1U STIRATA fExpanded Metal — Mela] Dóployé Straci: Melai) L'Armatura ideale per sicurezza e facilità d'impiego. Fabbricanti esclusivi per l'Italia e Colonie BKUZZO Ferriera di Botato STUDIO TECNICO IX GENOVA PER SCHIAKBFKNTf: I>t?ixt:ioo » Bari La Ditta RODOLFO DITMAR awmi.» Iti ma spettabiJe clicntol? che noi rnatistz/iinj dei MX,> <•.*('/usiv'» denoHÌta. rio (ditta) TRIFOM^ DfàSPJiflKp w t*,va un esteso assortimento di .ma propiia iabbrica/ioun ai pressai de catalogo fianco di <^'m sposa. » (orso (nvour 2621 USI DI CURA" HGlRURGìGF E eiNÉCOLD&ÌCA ~ annessa ali' Ospedale Civile di PUTltiNANO DIRETTA DAIDOTTORI ni chintrgodeU'OttjK F, fi Rfl R rì I? lì F yià assistente Mia Cllnica chirurgica Ml, duL Civile, e IlUHillMllUI, di Bologna e chirurgo aiuto nel E. Ospedale di Grosaeto, VISITA TUTTI I GIORNI DALLE ORE 8 IN POI TARIFFA GIORNALIERA SALA COMUNE L 2,50 — CAMERA PRIVATA L. 4,00 tutto compreso meno 1' onorario ai sanitarii. ZUCCHERO è come il pane ed il sale un prodotte di prima Aggiunto all'alimentazione ordinaria ÌW'U] <t (,J;. l», o Per assorbirò dello zucchero senza inconvcnWti <> <>ul ums[ situo piacere, bisogna bere, dopo ogni parto, un bicchierino del tanto rinomato IJQUOK15 ^'JTKr J£< il quale ociitieno circa 18 grammi dt zucchero. Specialità della Casa Alberti di JBoneveiiU. di S. M. il Ro d'Italia. E» COMMERCISI ie ulte 0f0 80$ i SOCIETÀ ANONIMA Capitale L. 105,000,000 versato L. 82,500.000 Fondo di Riserva Ordinario L. 21,000.000 Fondo di Riserva ò'traordùmrio L. 12,354,034,8 Sede Centrale: MILANO Alessandri Bari Bergamo •• Biella Bologna • Bregcla Busto Ktskìo Carrara > Catania Firenze • Genova Livorno • Lucca • Messina • Napoli • Padova. Palermo Parma Pisa Roma • Saliizzo • Savona • Torino • Udin» Venezia • Vkenza. Operazioni e servizi della Succursale di Bari VIA SPARANO N.62 Deposili in Conto Corrente interesse .....,, Il correntista può disporre con Chèques sino a L. 25.000 a vi&ta. L. 50,000 con due giorni di preavviso, sommo maggiori con 5 giorni. Depositi a Rirparmio interesse ....,.,, Prelevamenti: L. 2,000 a vista, L. 5,000 con due gionr di preavviso, per somme maggiori 10 giorni Depotiti a Piccolo Risparmio interesse ...... Prelevamenti: L. 500 a vista. L 1000 con due giorni di preavviso, per somme maggiori 10 giorni. Buoni fruttiferi a. scadenza /issa: con vincolo da 8 a G mesi intere^e .,...,, » » » 5 a l'<& » * . . . . . . . ?> i['i W|Q » »> oltre i 12 <Y1{2 0IQ Si ricevono come versamento in conto corrente vaglia cambiali, assegni tedi di eredito di Istituto di Tmishione e le e edole scadute e pagabili a lìmi, senza alcuna spesa. Gli interessi di tutte le categorie i depositi sono netti dì ritenuta, e capiializ'Mbilì al 30 Giugno e al 31 Dicembre d' ogni anno a seconda dei Regolamento della Banca. Assegni grattili sulle piazze ovelaBauca ha Filiali. Incassi e sconti di effetti sull' Italia e sull' Es Riporti e Anticipazioni soprafondi Pubblici ed altri valori.Sf'onto di ÌVarrunts e di ordini in derrate — Anticipazioni sopra merci. Aperture di crediti liberi e documentati. Ordini di Jìorse per acquieti e vendite tanto nel Regno che ali' Estero. Lettere di. credito sull'Italia e sull' Estero. Servizio cedole. Incasso e scontodi cedole diverse; pahamento senza provvigione por quelle esigibili presso le sedi della Banca. Si ricevono valori dichiarati in custodia semplice ed in amministrazione. LA OAS'DA h APLKTA DALLrToRE 9 1T2 ALLE 15 lt2. s Venerdì 13 Luglio 1906
CORRIERE DELLE PUGLIE ANNO XX BARIi Corso Vittorio Emanitele, 102 (Conto corrente con la posta) NUN. 192 .*• ABBONAMENTO: IN ITALIA: Anno L. 16 Semestre L. 8 — Trimestre L. 4 — AM/ESTBRO: Anno L. 35 — Semestre L. 20 Trimestre L. IO. — Gli Abbonamenti si ricevono presso l'Amministrazione del Giornale in Bari e presso tutti gli Uffici postali del Regno — Pagamento anticipato — Un numero, Cent. «S — Arretrato, Cent. IO. Le Inserzioni a pagamento si ricevono esclusivamente presso l'Amministrazione del giornale in Bari. — TARIFFA: Prezzi pet linea o spazio di linea di 7 punti: IVpagina, L. 0.50 — III pagina, h. 1,50 — Corpo del jgiornale, prima della firma del gerente, L. 2,00 — Avvisi funebri, L. 1,50 — Comunicato, dopo la firma del gerente, L. t,ÒÒ — Pagamento anticipato. REGIA UNGARICA Società Anonima DI LINEE SETTIMANALI Bari Marsiglia Valenza Linea A Da Valenza, Marsiglia e scali ANDRASSY .'. Lugl.906 HAT. KIRALY '.) > RAKOCZY 16 > LEO. SANDOR %'> » KASSA CASSA ANDRASSY NAT. KIRALY RAKOCZY B0 per Trieste e Fi» • me. Da Trieste e Fiume 4 Lugl.906 11 » 18 » 25 » per Messina,ReS" gio Calab., Bip°" sto, Catania, P»' lermo,Napoli, G«" nova, P. Maurizio , Marsiglia , Barcellona e Valenza. ERINVI SZAPARY 8Z. I.ASZLO ARPAD Da 81 15 22 2'.) lAnea B Fiume e Trieste t t iper Catania, Mal(ta, Reggio Cai,, (Messina, Napoli, ìNizza e Marsiglia 9. C. DE FREIT9S 8 C. Oa Rotterdam B Amburgo ^per Rotlerdam, AnoibnrRo,Bretna e staPEROAMON l3/lòLug.906/zioni interne aul ^Reno e sull'Elba » » \(con trasb. a RotROMA terdam burgo. od AmPer schiarimenti su noli ed altro rivolgersi io Bari all'agente (ione r&le per le Puglie, Signor TITO DI L. AICAJID1 le notizie del giorno Un'umana circolare di Clemenceau — Il successo della Conversione e la Triplice ! Il ministro degli Interni, Clemenceau, ha. preso una misura civile, ha lanciato una circolare colla quale proibisce, nel modo più. assoluto, agli agenti di P. S, di maltrattare i detenuti nelle guardine, di far loro subire cioè quello che qui si chiama Passage à tabac. Saprete certamente che fra tutti i poliziotti, quelli parigini sono i più famosi per far subire il Passage à, tabac a tutti coloro che vengono arrestati e anche a coloro che non hanno opposto nessuna resistenza e che non hanno l'apparenza di malviventi pericolosi. Questa disposizione, che sarebbe tanto necessaria anche in altri paesi, ha trovato molti censori specialmente nella stampa reazionaria, la quale trova tutto mal fatto quanto viene da Cleroenceau e dai ministri suoi colleghi. Ma vi sono altri giornali come il Matin che si sono prosi il gusto di intervistare alcuni poliziotti i quali hanno naturalmente protestato contro la civile disposizione del ministro e hanno decantato i miracolosi effetti del Passage à tabac. Uno degli intervistati aggiunse che la polizia sarà ora disarmata innanzi agli Àpaches, perche, quando ne agguanterà qualcuno, non avrà più il diritto di batterlo e pestarlo fino a fargli perdere i •essi. Fu intervistato, sulla circolare di Clemenceau, anche un commissario di polizia, il quale non ha voluto pronunciarsi, per prudenza, sulla circolare stessa, ma si è gentilmente prestato a descrivere il Passage à tabac. « Ve ne posso dire qualche cosa, disse il funzionario, perche ho assistito a parecchie di queste operazioni. « II Passage à tabac è per gli agenti l'arte di mettere uii cliente difficile nello SPERANZEJONDATE Dopo la conversione della rendita non si può elevare alcun dubbio che questa produca al bilancio dello Stato "una maggiore attività di 20 milioni. D'altra parte pare sicuro che sul consuntivo 1905906 si avrà l'avanzo dai quaranta ai cinquanta milioni. Vale a dire che si potrà contare sopra un maggiore reddito dai sessanta ai settanta milioni. Si è dunque raggiunto un termine, che or sono pochi anni pareva come una lontana aspirazione, ritenendosi come una conquista finanziaria, che altri Stati ci hanno invidiato, il pareggio. Non si può quindi non riconoscere che la progressione delle entrate dello Stato è più rapida ancora di quella che si prevedeva e che l'ottimismo nell'apprezzare la situazione delle finanze dello Stato è abbastanza giustificato. Si è detto, e si è detto bene, che questi risultati, i quali hanno così splendidamente elevato il credito italiano e le disponibilità del nostro erario si devono in gran parte ai sacrifizi dei contribuenti, i quali, senza distinzione hanno concorso a restaurare prima, a rinvigorire dopo una finanza, la quale ha avuto dei periodi di sgomento e d'inferiorità internazionale — senza distinzione, giacche non è lecito trascurare che le industrie nel loro sviluppo hanno giovato a questa "restaurazione e a questo rinvigorimento mercé il loro concorso tributario, ma non meno vi hanno giovato gli altri ordini di cittadini e specialmente le classi popolari. Le tasse del dazio consumo infatti hanno dato un reddito importante a'io Stato e le tasse del dazio consumo in massima erano, e per la parte che resta, sono a carico della generalità, che vive del lavoro e l'imposta spreme una mercede spesso non largamente rimunerativa. E' quindi la norma più elementare di giustizia che lo Stato compensi con sgravi efficaci coloro che più hanno «offerto da un peso fiscale, che ora non può essere consigliato più dalle necessità dell'erario nazionale. E, a parte gli sgravi più 1 gici di alcune tasse, si dovrebbe con premura attenti eie a che alcuni generi come il sale o il petrolio siesi, senza indugi di complieanc ^ più pietoso, senza tuttavia fargli delle ferite visibili. L'arrestato dopo uua buona scrollata che comincia ad intontirlo, viene prima di tutto perquisito. Pòi gli agenti lo gettano su un materasso e lo tengono per le gambe e per le braccia. Intanto altri gli somministrano una terribile scarica di pugni e di calci, ma avendo però sempre cura di non storpiarlo. Questi poliziotti intervistati, tanno detto tutti che la circolare di Clemenceau fe inutile, perché il Passale à tabac è proibito dalla legge.Ma evidentemente Clemenceau ha lanciato il suo energico editto, porche sa che il regimo della violenza» più che mai in vigore nelle guardine di Parigi, e che i primi a vio lare la legge sono appunto i poliziotti. * * » Nel suo articolo di fondo la Vossische Zeilung, constata lo splendido successo della conversione della rendita italiana. U giornale sostiene che se l'Italia è pervenuta alla presente saldezza finanziaria, vi ebbe la sua party la triplice alleanza che garanti la pace, condizione prima del risanamento economico. Hi accusò la triplice di promore sull'Italia cogli impegni militari, ma senza di essa il giovine Stato sarebbe stato costretto a sottoporre la forza contributiva dei suoi cittadini e ben maggiori prove, cui sarebbero tbise soggiaciuti. ze burocraticlie, accessibili alle classi meno abbienti. Alcuni servizi pubblici dovranno essere riordinati e messi in proporzione più reale al loro scopo. Questo riordinamento il governo può permetterselo, collegandolo agli sgravi sui consumi popolari. Ma perché ciò avvenga è uopo frenare la voluttà, spesso elettorale, di alcune spese, alle quali, pure concedendo la utilità, non può accordarsi l'urgenza. E' dovere dello Stato compensare innanzi tutto chi piii ha sofferto il peso tributario: e sotto tale rapporto si giustificano le speranze di chi ritiene che gli avanzi del bilancio, giacché indubbiamente vi sono, sieno dedicati a questo giustissimo scopo. Uomini e Cose II fallimento del pranzo. Una delle riviste più conosciute d' Inghilterra — il Nintetnth Centhury — pubblica uno studio sulla decenza dell'arto di ben mangiare nel Regno Unito. — A tavola non si invecchia! — (licevano i nostri nonni, ohe a tavola ci stavano volentieri; ed ecco invece ohe il secolo dell'elettricità è peggio: sta per distruggere persino questa serena poesia epicurea della tavola, più utile di tanto lirismo alla nostra buona salute. Anche la mensa dei ricchi è divenuta niente altro che una « table d'hole » qualunque di un qualunque « restaurant » di prima classe, confezionata per lo più dallo stesso direttore di cucina, con « menus » temibilissimi dove trionfano le salse artificiali, gli estratti di canno fabbricati a Chicago con buoi tubercolotici, montoni colerosi e —• lo affermano dati precisi dell'inchiesta governativa — pezzi di operai fracassati dagli ingranaggi, le gelatina a base di acido salicilico. Aggiungete la quasi impossibilità di poter affermare che olii compera nelle grandi città un chilo « rostbeef » porti a casa un pezzo di bue indigeno macellato da due o tre giorni, anzicchè di bue argentino macellato da sei settimane, e l'impossibilità materiale di accettare che un legume è fresco, che il latte, o il burro, le nova stesso non sono artefatte. E il cuoco moderno non ha tempo da perdere nelle provviste, come non 1' ha nessuno di noi; coma uoi, egli non ha i suoi diritti, le sue sedute alla Borsa del lavoro, deve interessarsi da buon cittadino del miglioramento della razza equina, ed a (ante «lire cose da fare. Così non più arrosto a fuoco lento, non più pazienti manicaretti, non più stracotti che crogiolano per mezze giornate intero al tepore delle cucine calde. La cucina è divenuta anch'essa un'opera di rapida mobilitazione, in tre ore anche UH gran pranzo dove essere ordinato, preparato, ammannito. Segue. Riesco infatti ad ammanirvi in tavola anche qualche cosa che appaga l'occhio per la sontuosità delle tovaglierie, delle cristallerie, delle argenterie, delle porcel lane, con le sfumature dei colori, e un « bazar r di pasto che sta ad un pranzo veramente fino come una cromolitografia ad un quadro o un abito confezionato al taglio di un sarto di buon gusto. Ed è sorprendente che la società moderna raffinata ed elegante in materia di conforti, di decorazioni, di abbigliamenti sia così indifferente alla cura delle tavole. Quali sono le cause di questa indifferenza, per cui i commensali, una volta lavate le dita nella coppa di cristallo, non si ricordano neppure più di ciò che hanno mangiato, cosa questa che corrobora così deplorevolmente la pigrizia dei cucinieri V Due principalmente: La prima è che non v'ha più tempo nella giornata della società moderna per pranzare convenientemente. Il «dejeuner* è, si può dire soppresso e il pranzo stesso, che una volta si faceva di abitudine alle ore b',30 o alle ore 7, ha finito oggi per incominciare alle ore 8 e 8.JX) e per compiersi in un'ora al massimo. Anche nei pranzi di lusso le portate essendo numerose, bisogna mangiale a vapore come al « buffet » di una stazione, mentre un domestico è ir. agguato della nostra masticazione. La seconda é la manìa dei « regimi ». Chi è che non ha più oggi il suo piccolo « regime » terapeutico ? Le donne che vogliono diventare mngre o soltanto non ingrassare, le clienti dei ginecologi, il battaglione degli artritici e dei gottosi, il reggimento dei dispeptici, l'esercito dei nevrastenici, tutta questa genUi è convinta che per stare bene non bisogna mangiare o mangiar male. 11 curioso è che in generale sono i medici che nei pranzi mangiano e bevono di tutto e abbondantemente. Auguri dell'eia nostra, come devono sorridere guardandosi a tavola ! Finiremo dunque con le capsule alimentari e in fin dei conti varranno meglio due buono pillole che un pranzo cattivo. t. Piccola posta Lucio A. — 1 vostri versi sono buoni, senza restrizioni, e vi ringrazio di avermeli mandati. Fieramosca — Corno lavori preparatori ai, come definitivi no; ci vuoi altro. Conchiglia chiusa — E aspettate anche voi la benefica mano che vi schiuda, per est rame... la porla. M. T. — Non esisto colla per attaccare l'ambra. I soli solventi dell'ambra sono gli alcali caustici. Quindi per attaccare i pezzi rotti, su questi si pone un po' di potassa o soda caustica in soluzione. Si scaldano leggerrnente i pezzi e si avvicinano: l'ambra nei punti bagnati si rammollisce ben presto e la saldatura è fatta senza bisogno di mastici Amante riamato — Lo so, lo ao, e attento alla paglietta. Gustavo cuor di ferro — Sono buaggini che la vostra fidanzata forse può ere dere; io no. * l ver ti Sono di Fiìigal: NEL TEMPIO Rividi il Tempio ove sostò ìu, pia donna; rividi le navate dove ogni romor della città morìa. L'ombra rividi dove il sole piove la fredda luce, e ripensai l'ansiosa memore ora che il mio cuor rimuove, EU'era in fondo a la navata ombrosa; e nel silenzio del mister solenne rapida fu quell'ora tomentosa. Il dolce incanto ad annientar chi venne? Tu dileguasti come il sol fuggente perl'alteogive; e un rimembrar perenne lasciasti, donna, nel mio cuor dolente... Or giganteggia un catafalco nero in mezzo al Tempio, fra le tede ardenti; e fra gli accordi d'organo, severo un inno sale per mestizia lento...: è questo il rogo che il dolor mio ti*ro eresse ai sogni d'un passato spento V 11 prognostico Per i nati del giorno 13. Inerzia, passività. nellaggio. I piani si riferiscono a una nave della lunghezza dai 110 ai 155 metri con una dislocazione superiore allo 12,000 tonnellata, potentemente armata o protetta e veloce. La difficoltà della scelta dipende dal costo di questo navi il quale varia dai 40 a 44 milioni. Per finire Fra deputali. — Vai al munte o alla mariua. — Alla marina V Ma sarebbero caputi fare... un'inchiesta ! l'antayruvl di La nostra flotta ne! i'?0S ROMA l'J. — Appena sarà compiuto il 1 rogramma fissato lino dallo scorso anno 1005, e dopo effettuate le radiazioni delle navi, proposte col disegno di legge presentato al Parlamento, la nostra flotta da guerra, si troverà cosi composta: Flotta da. battaglia: 21 navi — L'eginu Margherita, llenedetto lìrìn, K'egin'a lilena. Vittorio Emanitele, Napoli, Roma, Pisa, Amalfi. San Giorgio, San Marco, Re Umberto, Sardegna, Sicilia, SaintJìon, Filiberto, Garibaldi, Vareite, Ferruccio, Carlo Alberto, Vettor l'inani, — S navi esploratici: Piemonte, Agordat. Coatit, — 2 navi affonda mine: Trìpoli e Partenoj>e — 7 sommergibili: ]Lombardia. Glauco, Squalo, Otaria, Tricheco, Narralo, Ditonto, e altre 7 da costruirsi — 77 siluranti — Si cacciatoipediniei e — 42 torpediniere d'alto maro — 7 torpediniere di 1. classe — N. 6 navi del naviglio ausiliario della flotta da battaglia — Trinacria (nave ospedale'., tinnite (carbonaia) Sterope (carbonaia), Vulcano (officina), Tevere (cisterna", Città di Milano (servizio telegrafico) — Naviglio costiero per servizi all'estero e per servizi ausiliari: Navi guardie costo — Italia (nave stuoia cannonieri in paco), Lepavlo (nave scuola cannonieri in pacei, Dandolo, Dona Morosi ni 40 torpediniere di 2. classe ^antiquate) — Del/ino vsottomarino) — Navi per stazioni all'estero: Marco Polo, Calabria, F.lruria, Liguria, Elba, Governo/o, Puglia. Cvrtatone — squadriglia sambuchi'— Navi per servizi nel Mediterraneo: Caprera e Galileo. Naviglio ausiliario: Volta. Garigliano, Atlante, Èrcole, e Ciclope — Navi scuola: Etna i Accademia navale), Montebcflo (scuola macchinistii , l'eupnea scuola mozzi, F/arìo (,'ìoi't. oahnuro e Afi.senn, li tipo della nuova nave Ti'Esercito dico ohe, in seguito a concorso bandito dal Minierò della marina tra gli ufficiali del genio navale, furono presentati i disegni e i piani di un tipo di nuova ua\o da battaglia di grande tonDREYFUS ASSOLTO La sentenza della cassazione PARIGI 12. — I giornali assicurarono che la Corte di cassazione casserà senza rinvio la sentenza di Dreyfus. Secondo la Jxmtcrne la cassazione senza rinvio fu approvata con cinque voti di maggioranza. PAK1GU 12. — La Corte di cauzione ha cassato senza rinvio la sentenza di Rennes, nell'affare Dreyfus. PARIGI 12. — La cassazione a sezioni riunite ha emesso oggi la sentenza nel' affa re Dreyfus. Matteo Dreyfns, fratello di Alfredo, rovasi in prima fila nell'aula giemita. La corte entra alle 12,5. 11 presidente Ballot Bejuiprè legge 1* sentenza: la core ammette tic t'aiti nuovi: J. il documento n Ì(J (le! do.t^ìer se;reto, sul quale l'inizialo I) è sostituita L P; 2. il documento n. 2li sulla organizzazione delle ferrovie, non presentato al consiglio di guerra di Parigi, e nel quale la data non fu segnata che dopo il pio ceswo Zola da Henry; 3. la minuta di Jjeyle. non presenta.a nel consiglio di guerra di Kermes. Tali fatti — dice la Corte — stabi'scono l'innocenza di Dreyfus, La corte esamina poi se la sentenza debbasi cassare senza rinvio. Proscioglie Dreyfus da tutte le imputazioni fattegli resultanti dui bordereau: daln la grande ricchezza di Dreyfus ogni scopo per cui Dreyfus avrebbe tradito v ene a mancare. La corte perciò, attesocchè nulla sussiste delle accuse contro Dreyfus, cassa la sentenza senza rinvio, prende atto della imunzif di Dipyius H, chiedere un'indennità peeuniiuia. e ordina la pubblicazione della sentenzii, nel Journal Officici o in cinque giornali a cura dell'autorità giudiziaria, La corte autorizza poi Dreyfus a fare inserire la sentenza m cinquanta giornali della Francia, a sua scelta e a spese del tesoro. L'udienza è tolta all'I,10. Si fanno a Matteo Dreyfus vive dinioòtrazioui di simpatia. L'impressione a Roma ROMA 12. IM.Ì Quasi tutti i giornali commentano sìascra la tìue del lungo dramma droyliisiauo, con parole di simpatìa per la vittima del nazionalismo e di omaggio per i magistrali della Cassazione francese Un senso di sollievo ha invaso tutti gli aldini al pruno annunzio che In Casoass one ha cassato la sentenza del Tribunale di Rennes senza rinvio. Ciò che dice il capitano PA1U<:1 12. l*n rodaitor>) del giornale il Tempi ha avuto ino lo d'intervistare il capitano Dreyfus. Alle pi ime parole Alfredo Dreyfus rispose che ignorava i duttagli delia sentenza pur lionovicendo il dispositivo. Egli ha detto: La prova fu lunga e un;», cortamente lunga; soprani Ito ! ijohieua della Camera criminale mi è parsa interminabile, e parea che non dovesse più finire. Conclusi dicendo d'ignorine ciò die Croverno intendeva Ture a MIO propo.ito. I figli annuHziano la sentenza Con pensiero delicato la Minora Ilreyius decise che i duo figli portassero al padre la notizia dello sentenza. Infatti Pietro e Giovanni Dreyfus primo di 11 e il .secondo di 10 anni, attesero fuoii la Coite la lettura della sentenza, terminata ia qunl" ac;i r«ero presso il padie, accompHgijati rieìUi madre pei comunicare la lieta noveita.. 1 testimoni di questa srena dicono che essa fu una delle più commoventi. Oiustiiia ! Cosi, dopo 12 anni, la Francia repubblicana, rotte le ma^hy :sc iaine eutio cui Chiesa ed Armata ; vevswo stretto il disgraziato prigioniero dell'Isola del Diavolo, restituisce oggi l'onore a un prode soldato. E' inutile ricordate oggi la lunga e trapica odissea: l'odierno ptoc«s30 non ha solo ascolto Aliivlo Mrtnfus, ma ha condannato tutti, quella banda di falsari che ordinò la tcrritule traina, fra cui cin qut ministri della jjuena. li Crì de Pana scriveva i «litio giorno; « C'è ai Luxembourg un senatore che non parla ad alcuno e a cui nessuno parla. (Questo senatore adiste a tutte 1« sedute: M trova al suo seggio prima che il primo oratole abbia jiroiiiniziata la sua prima jmrola e non he uè va st) noti qflando il sigi/or JJubost ha '*on largo gesto ricollocato M'I cianio il suo cilindro fuori di moda, l! Misantropo del Liixumbourg non lancia mai la menoma inteirazione. Il suo viso è glaciale, il suo sguardo appannato.,. Eppure egli ha degli ami'i, o piuttobto dei partig'iaui. i quando li nii.ontia nei corridoi, abbandona loro quasi con mmni.irieo una iui lunga e fredda,... 1 suoi nomici — no ha molti ' non lo combattono; ostentano d'ignorarlo; ma a volte degli sguardi d'odio lo seguono quando, curvo il dorso sotto non so qual peso morato scivola in silenzio fra i gruppi rumorosi... Quell'uomo ò il generalo Mercier. » E i! generala Mercier ò l'esponente di tutta la banda: Henry ebbe almeno il coraggio di ammazzarsi, il coraggio che è mancato a tutti i Mercier e a tutti i Drumont, elio accusano ancora, ancora anche oggi: ma di coutro a loro resta sempre '1 ./'accuse di Emilio Zola, il primo granile colpo (li cannono oontrr la fornita .nuniglia, e dopo quel colpo, Matteo Dreyfus, Zola, Remaci), Picquart, Clemenceau, Jauròs, tutta la gloriosa schiera si tulio nella mischia a bandiera spiegata e a tamburo battente. rarvi che da un esame del dossier scaturiscono tre tendente circa l'accettazione o meno della legge di separazione. Una tendenza si dichiara recisamente pel rifiuto della legge, un'altra, pur con gran riserva, per Paccottasdone leale, un'altra ancora cerca ima qualsivoglia finzione che dia campo ali'accettazione. L'ultima tendenza vorrebbe che si formino delle associazioni parrocchiali diocesane, sottomesse ai vescovi, e che dopo costituite alla loro volta chiedano il riconoscimento come associazioni cultuali quali impone la legge, per poteread esse consegnare le chiese e i beni delle chiese. Contro questa tendenza inedia sono inscritti parte dei cattolici francesi che stimano ibrida tale finzione e dicono: « Se le associazioni diocesane possono diventare, cultuali, tant'è accettare lealmente la legge e fare le associazioni. », E. su tale situazione clip la congregazione degli affari ecclesiastici dovrà decidere per emettere il consiglio da dare al Papa, il quale lesta sempre arbitro della situazione in questo grande periodo storico della Chiesa di Francia. all'Esposizione di Milano (nostra corrispondenza) La mostra retrospettiva dei trasporti di terra e di mare MILANO, 10. A sinistra del padiglione del Sempione, ove ammirammo la splendida e fedele riproduzione della galleria in tutte le diverse fasi della costruzione, trovasi la nostra retrospettiva dei trasporti di tera e di mare. A proposito si scrisse che uesta mostra interessantissima non • ine l'introduzione storica alle grandi mostre ferroviarie e della marina situate in Piazza D'Armi, e si capisce che sia sorta precisamente per essere tale e perché il visitatore passando per le diverse sale di questo padiglione, che tra parentesi è costruito in muratura e che più propriamente si potrebbe chiamare museo, possa rivolgere uno sguardo al passato e vedere quanto fecero i nostri antenati e quali erano i mezzi di trasporto in uso diverse centinaia d'anni fa, per arrivare attraveiso l'evoluzione dei secoli alte conquiste moderne che risolvettero il grande problema delle comunicazioni, agevolando gli scambi ed affratellando i popoli. Diverse sono le porte per le quali si accede alla mostra retrospettiva, ma trovandoci sul piazzale elettivo dell'ingresso d'onore entreremo per quella principale che, come dissi, trovasi a sinistra del tunnel del Sempione. In una specie di vestibolo vediamo una riproduzione in gesso d'un capolavoro greco « La vittoria di Samotracio », l'originale trovasi al museo del Louvre) rappresenta una prova di trireme, che offre un saggio notevole della struttura delle navi antiche, e sulla quale si erige una vittoria. In una sala osserviamo le eaiavelle Ni?ia, Pinta e Santa Maria colle quali Cristoforo Colombo mosse alla scoperta de Nuovo Mondo: sono riproduzioni tedelissime <li valore artistico e ridotte a piccole proporzioni tanto da potervi stare e imodamente in una vetrina lunga un paio di metri; vennero eseguite dal citp. Enrico Alberto D'AIbertis e da Ugo Costaglita per cura del Baione Andrea Podestà, sindaco di Genova, in occasione del quarto anniversario della «coperta dell'America. Fra i tanti modelli di navi antiche die figurano a questa mostra, attirano la no»tra attenzione una trireme Veneto La Real Casa di Savoia espone l'antica berlina di gran gala detta il Tetemaco, la berlina detta degli sposi, perché servì alle nozze di Carlo Alberto, di Vittorio Emanitele II e di Umberto I ; una berlina di gala della corte del granduca di Toscana, un' altra della corte di Ferdinando I di Borbone e della quale si servi Gioacchino Murat, più la berlina di gala di Carlo Felice detta l'egiziana che servì da carro funebre pel trasporto delle salme di Carlo Alberto e Vittorio Emm, II. La maggior parte di queste berline sono esposte con diverse pariglie di cavalli per mostrare anche i finimenti ricchissimi. S. S. Pio X espone la berlina che, fatta costruire nel 1826 da Leone XII, seiFÌ alle solenni uscite dei papi fino al 1870. Si ammirano pure la berlina regalata da Francesco II di Borbone a Pio 1% colla quale questi fece il viaggio da Gatta a Roma ; la carrozza nella quale Napoleone I assistè quattro anni dopo alla commemorazione della battaglia di Marengo: la carrozza che servì a Garibaldi nella campagna del 18Wi, il soffitto di questa è forato dalle palle che ferirono anche il (Generale, inoltre diverse altre carezze che servirono a personaggi em> nenti come quella del ("onte di Cavour e dell'arcivescovo di Vercelli. Fra le poi. tantine degne d'osservazione sono, quella, che servì a B. Carlo Borromeo per la visita pastorale compiuta nel 15M a Smi Salvatore sopra Erba e quella, che adoperò la principessa Cristina di Belgioiosc» Curioso è un tipo di carrozza a vapore costruito nel 1831 che però non ha nulla a che fare colle moderne automobili. Una mostra che suscita 1' ilarità del visitatore è quella retrospettiva del ciclismo ; osserviamo un biciclo con pedali del 1870 è alto circa tre metri!! ci vuole una scala per montarvi! ) diversi altri modelli di bicicli tutti di forme goffe e dei _^ velociferi o celeriferi costruiti nel 1B17, questi curiosissimi si compongono di un sedile in legno a forma di cavallo appoggiato su quattro ruote di ferro colle mani vi a' imprime il movimento mandando alternativamente avanti ed indietro due manovelle mentre si guida coi piedi ; ma credo che il vero precursore della moderna bicicletta si è una speeie di velocipede la di cui forma pressapoco s'avvicina e cioè ha la ruota anterioieio uguale per grandezza alla ruota posteriore, ma il telaio come il manubrio sono in legno e manca dei pedali di modo " t ~"' colui che lo montava, appoggiandoahe. Sia op onore e glona a loro I! Mmm e la iene di separazione Quale In decisione del Papa ? ROMA 11. — E' imminente laiinuione dell» eongiogazioiie degli altari ccclesistJaci straordimiri che dovrà esaminine il dossier, il gorgo efcle^i:isTÌ<'o, la potien'M ligiHU'dante gli af'.'ii di Francia. Nessuna pubbli* azione saturnia procederà la decisione < he prenderà il Papa ^chiamasi trireme dal modo secondo cui le file dei remi sono disposte) del secolo X.VI, che offre un mirabile colpo d'occhio co' suoi censotrentetto remi e relaiivi rematoli, una riproduzione del faino.o lììfinton} col quale la imilemuia Repubblica regina dell'Adriatico usava, •tei di dell'Ascensione, fare a mezzo dei dogi lo sposalizio crii mare; è. H due piani , uvhishhno di fregi e tutto dorato, a poppa sventola il glorioso vessillo di S. Marco. Vediamo pme un Gali'azzo del secolo XVI. tipo di nave armata del medio evo con i'.ì remi mossi dn 348 rematori, recante un equipaggio di 700 persone e HO pezzi di cannone; un apparecchio per caiunare una fregata da 44 cannoni, in uso ;il ;iriii( ipio del secolo XIX, un Galeone o nave mercantile armata, a vele del se• ilio XVIJ; vediamo una riproduzione • leli.i i/alea mila quale Caterina de Mediti nel 1600 compì il viaggio da Livorno in Francia, oltre a navi da guerra veneziane di 1. rango nel XVIII secolo ed a una vetrina contenente un brigantino con 14 paia di rematori secolo VI, un,i fregala rciie'Jaua dol secolo XVI; \ec!i&mo anche la Slitta ed il Kajak usati dal Duca degli Abruzzi nella spedizione noìarc del 180J)UhXD ed altri piccoli modelli di navi antiche e di valore storico «•he ìiesciiebbe noioso enumerare. Interessante è una ricostruzione, fatta dall'Arch. Arcami; della barca di Traiano di Caligo/a, la nave romana del lago di Xeim. Osservando tutti questi modelli di navi in uso da tempi remoti fino al principio del secolo scorso ci si accorge che il progresso in fatto di navigazione, at traverso tanti secoli, non fu molto notevole e le navi da guerra romane valgono o quasi le galere o galeazze dei secoli e XVI e XVII: ai remi venne sostituita la vela (anzi per essere, preciso devo dire che un tipo di vela ai conosceva anche presso i romani) agli archi ed alle balestre, gli archibusi, gli archibusoni i tromboni ed i cannoni primitivi, alla rozzezza l'eleganza, ma la struttura rimase pressapoco sempre la stessa e non s'intravede neppure lontanamente l'agilità e aveltezza di forme delle navi da guerra. La rivoluzione venne portata dal vapore ed il progresso in meno d'un secolo tee pii«si da gigante, <?i che i nostri nonni morti una settantina d'anni or nono, so dovessero oggi lovarsi dalla tomba UH rimairebbero sbalorditi. Ma paliamo avanti. In una sala vicina vedo una riproduzione in gesso d'una seoltnta che si conserva nel Museo Vaticano, e rappresenta una biga rt n.una. Interessante e la mostra della carozzeria.. Qui non si tratta di modelli " riproduzioni, ma originali ;irti>nti'%i, conservati presso questo <> quest alno museo e presso qualche privato. Dtillo pesanti « rozze carrozze del secolo XVI e XVII alle berline dì gran gala e alle leggere portantine, tutto qui ha una storia vera, reale, tutte o quasi tutte si legano a qualche nome illustre. e lisciano in noi i ricordi dell'epoca i piedi a terra si metteva a camminare, jioi sollevando i piedi P apparecchio pel moto impresso camminava da se per qualche secondo, poi si rinnovava l'operazione e così via ; una vera delizia ! In questa stessa sala si vede il pallone che fu innalzato a Parigi per P incoronazione di Napoleone I e che cadde dopo 21 ore nei pressi di Roma: venne esposto per cura del Vaticano, assieme a diverse .stampe rappresentanti ascensioni di palloni dal 1840 in poi. In una sala attigua sono esposti per cura del Municipio di Milano diversi modelli di carri e carretti dipinti a vivaci colori e che servirono e servono tutt'oggi in alcuni paesi dell'Italia Meridionale per feste paesane caratt.sristiche. In una vetrina a parte unitamente al busto di Galileo Perraris si vedono gli apparecchi che questi ideò e costruì e che condussero ali' invenzione del motore elettrico. Fru le nazioni che prendono parte » questa mostra reirospattiva, «i distingue la Germania col suo museo postale ove si vedono corriere in ns) ancora non molti anni fa in quel tlorido paese, vagoni postali, un modello dell'ufficio telegrafico di Berlino ed un altro del Post .\fuseum pure di Berlino ; interessante la mostra telegrafica dai primi tentativi tino ai moderni e perfezionati apparecchi di Mor.se e Huguos : pure interessante quella telefonica dove ai animila il rapido progredire di questo meazo di coinu» IIÌCVIOUP, dai telefoni rozzi di circa treat'anni fa a quelli moderni ed eleganti ila tavolo e da parete in uso ai giorni uostri, più una centrale a tavolo «d nu'altra modernissima ed automatica mediante, la quale resta abolito ogni mterl'iediario e così assicurata la segretezza «iella comunicazione. Pure notevole è la sezione Francese ove ci soffermiamo volentieri a guardare la piccola vettura costruita pel Delfino infermo figlio dell' infelice Luijri XVI e> diversi altri modelli di carrozze in qgo anche ai giorni nostri. I L'Inghilterra, la patria di Stephenson, com'era naturale mostra i primi modelli di locomotive ed accessori, infine si vede anche un lappone nella sua slitta (akja) trainata da una renna. Dimenticavo di dirvi che ha parte notevole, in questa mostra retrospettiva di trasporti, la caricatura ; sicuro, lettori gentili, dappertutto sono appresi quadri contenenti copie di caricature spiritosi*." .sime intorno ai nuovi ed imperfetti mezzi di comuuicazione che si veniva inventando, si direbbe che quest' arte prese parte attiva allo sviluppo enorme che ìn fatto di mezzi di trasporto, «i ebbe in questi ultimi tempi. M. G. Bertola. BU questo argomento. Posso però a&siou j aile .juah appartengono. (Per telegrafo) Senato dei Regno Tornata del 12 luglio Presidenza del presidente CANONICO La seduta si apre alle ore 15. DI SAN GIUSEPPE da lettura del processi, verbale della tornata precedente che è approvato. Si vota a scrutinio segreto. TAVERNA procede all'appello nominale per la votazione di ballottaggio per la nomina di 4 membri della commissione pel "emolumento del Sentito e pei ia votazione a scrutinio segreto degli 11 disegni di legge approvati ieri per alzata e seduta. Si lasciano le urne aperte. Si discute il disegno di legge: acquisto diretto di carboni per la regia marina. DI SAN GTUSEPPE da lettura del disegno di legge. BOROATTA parla nella discussione generale e sì compiace ooll'on. ministro •Iella marina che ha presentato questo disegno di legge accogliendo uno dei voti della commissione d'inchiesta. Confida che se vi saranno difficoltà egh saprà .superarle. 11 ministro MIRABILI/) assicura il seti. Borgatta che ha g'a presi irli opVenerdì 13 Luglio 1906
.

Devi aggiornare Flash Player
Per sfogliare Virtual Newspaper hai bisogno di Adobe Flash Player versione 8 o successive.
Clicca sotto per scaricare la versione aggiornata:
Get Flash

Help

Pagine

multimedia

Password dimenticata? Clicca qui

[ ]